Pagina 2 di 10 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 92

Discussione: Deutscher Stahlhelm 16 con finimenti KuK

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    ciao!
    In effetti ho avuto un 16 verde con quadrato sul retro... vai però a sapere se fu fatto da tedeschi o austriaci.

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Quex
    si il Baer è forse l'unica pubblicazione che documenta alcuni di questi elmetti, temo però che l'esempio pubblicato nel validissimo volume sia piu una eccezione che la regola in quanto questi elmi mimetici di tardo periodo erano destinati ad una unità* militare elittaria quale il "Reggimento della Guardia" e riportano sul retro elementi distintivi del reparto di appartenenza dipinto a medio carattere e non elementi geometrici di misura medio grande.
    E' verissimo che il prezzo che ho citato a titolo di esempio appare fuori dalle grazie, sono quasi svenuto quando ho saputo che era stato venduto a quel prezzo, di contro e per esperienza posso dire che non è affatto facile trovare questo tipo di soggolo con tutti gli attributi originali e sacrosanti.
    Salutoni
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ah.... scusate, dimenticavo:
    - per Lafitte: eccezionale e preziosa disamina storico collezionistica;
    - per Baldari: posta se ti riesce qualche foterella che vediamo di aiutarti ad acquistare questo elmo, se con i giusti carismi i 750 euri chiesti a mio parere non sono affatto un prezzo malvagio
    [][][]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    54
    Ciao a tutti!
    Vorrei sapere il vostro parere su un mod. 17 AU che ho preso l'anno scorso dal caro amico Rbnr (appena avrò tempo di fare le foto le posterò). Questo 17 (tinta classica nocciola) ha le patelle bianche con gli occhielli metallici, e il soggolo del tipo ges Gesch a scorrimento. Vicino ai ganci del soggolo non c'è nussun punzone di fabbrica/taglia, è presente invece il punzone del lotto di produzione nella calotta interna. Che ne pensate? Può essere un esemplare del I° semestre del 1917?


    PS: complimenti Walzorzi per l'elmo che hai postato.
    Vittorio
    Fecisti patriam diversis gentibus unam

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Vittorio
    da parte mia ritengo che sarebbe meglio commentare quando ci sono le fotografie, così si rischierebbe magari ingenerare qualche equivoco. Vediamo magari quando avrai il tempo di una foterella.
    Ciao
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    7
    Ciao a tutti, l'elmo oramai è comperato (non ho resistito oltre), di sconti neanche a parlarne, quindi ho sborsato tutti i 750 euri.
    A voi un parere qualunque esso sia, grazie.
    Baldari

    Immagine:

    35,69*KB

    Immagine:

    37,16*KB

    Immagine:

    40,08*KB

    Immagine:

    44,69*KB

    Immagine:

    48,45*KB

    Immagine:

    56,38*KB

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Bello Baldari.
    il sottogola è quello giusto con piastre, tela e finimenti metallici giusti.
    La piastra dal lato dello sgancio manca del tubetto di scorrimento fibbia, una mancanza alla quale si rimedia comunque facilmente con uno di recupero.
    La protezione di cuoio sotto lo sgancio forse rifatta, è molto fresca e priva delle cuciture (non appaiono nemmeno i fori) per fermarla alla piastrina con cucitura dove vedi i due buchi passanti.
    Si rimedia comunque abbastanza facilmente anche a questo.
    L'elmetto è un bel germanico 100% mod. 17 di tardo periodo (patelle bianche) e non presenta alcuna indicazione di un possibile utilizzo da parte A.U. (accessori, tintura, occhiellatura delle patelle, disegni geometrici posteriori), dunque un sottogola corretto A.U. applicato ad un tedesco, comunque un bell'insieme pagato un prezzo giusto.
    Bravo
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Mi sono perso qualcosa? Bene bene!!! vedo che postate! L'elmo di Baldari è un classico m.16 tedesco con soggolo ges gesh,realizzato con tela tipo B diagonale ritorta e cucita, (la tipo A è quella a linee alternate, parallele e a lisca di pesce) i segni lasciati dalla piastrina sembrerebbero appartenere allo stesso però potrebbe anche essere che siano i segni lasciati dal normale attacco m.1891/15 tedesco in ferro spesso era usanza deformare un po l'attacco onde evitare che il soggolo stesso si sganciasse durante la corsa.
    Il prezzo non è eccessivo e il complesso va bene, ben altra quotazione sarebbe stata raggiunta se l'elmo fosse stato colorato in nocciola.
    Bell' elmo Baldari, c'è un piccolo peccato veniale sul cuoietto para cursore. mancano le cuciture di ritegno sull' apice del cursore.
    Questo è un ibrido che con tutta probabilità* (se utilizzato da truppe au sul nostro fronte) potrebbe essere stato effettivamente consegnato tra il II° e il III° trimestre del 17 (non ricordo bene la data esatta dell' adozione da parte tedesca dei cerchi in ferro e quindi della successiva distribuzione) e giunto da noi così in verde.
    Comunque non è un caso che le tutte le piastrine ges gesh siano colorate in nocciola, è una produzione tipica austriaca.
    A mio parere questi soggoli provocanti oltre ad equipaggiare gli austrotedeschi servivano anche come rimpiazzo in caso di rotture o smarrimenti per gli m.16 classici verdi di prima fornitura.
    Quanto ai segni distintivi bianchi l'argomento è molto controverso e discusso, sicuramente gli au lo utilizzarono ma per i tedeschi i problemi si complicano perchè nessuno di noi saprà* mai se tali elmi verdi contrassegnati siano stati recuperati sul nostro suolo o provenienti dall' estero, c'è qualcosa in più anche se effettivamente ritrovati in zona chi ci assicurerebbe che ci troviamo di fronte ad un originale austriaco o a un tedesco dell' offensiva del 17?
    L'unica cosa che aiuterebbe questa nostra ricerca è sapere se in Francia da scavo ne siano mai stati trovati con il contrassegno bianco al retro, in quel caso si potrebbe confermare l'ipotesi!
    Attenti però che sul fronte occidentale c'erano anche divisioni au!!
    e loro che elmi utilizzavano?
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    7
    Grazie, mi sento meglio, per quanto cerchi di informarmi sui particolari la fregatura è sempre in agguato, soprattutto se non sei un espertone.
    Quindi fortemente gasato dalla risposta, vi sottopongo un mimetico acquistato 1 anno fa in germania per la "modica" somma di 1000 euro.

    Immagine:

    39,5*KB

    Immagine:

    50,56*KB

    Immagine:

    49,84*KB

    Immagine:

    34,42*KB

    Immagine:

    35,48*KB

    Immagine:

    35,59*KB

    Immagine:

    49,64*KB

    Immagine:

    37,5*KB lo ho controllato un miliardo di volte e mi sembra totalmente buono, ai "GURO" dell'elmetto un giudizio.
    Baldari.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Allora.....
    come richiesto, il mio umilissimo ed opinabilissimo parere, scevro da ogni strumentalità* e/o polemica. Cercherò dunque di essere schietto.
    Pittura rifatta ed opportunamente invecchiata, non originale (lo evinco dalla tonalità*, dal tipo di colore utilizzato, dalla assenza di ossidazione superficiale della vernice, dalla fantasia mimetica utilizzata simile agli originali ma con qualche divagazione) non mi piace;
    interno rimontato e/o rifatto (lo evinco dalla forma stranissima delle patelle e dall'utilizzo di pellame bianco su liner in pelle marrone) mai visto niente di simile;
    sottogola, pur con finimenti metallici originali (stranamente in ottone come quelli da pikel mod. 1894) e cuoio che sembra vecchio, pur tuttavia non mi convince in pieno, bisognerebbe vedere bene le cuciture.
    Prezzo esagerato per un mimetico mod. 16 - anche se fosse intonso ed originale - [}]
    Mi dispiace Baldari, ma questa volta a mio parere non hai fatto un buon affare [V].
    Sentiamo magari il parere di qualcun altro [][]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

Pagina 2 di 10 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato