Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Deutsches Forschungsinstitut für Segelflugzeug (DFS)-DFS230

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,843

    Exclamation Deutsches Forschungsinstitut für Segelflugzeug (DFS)-DFS230

    nazi2.PNG
    c_6659.jpg black_balkan_cross_of_luftwaffe_postcard-r3309c90e2786469498b50f15f9d26afa_vgbaq_8byvr_324.jpg a_luftwaffe_glid_5585991f5bb3b.jpg

    L'aliante con il quale il nome dell'Istituto è principalmente associato, il DFS 230, fu sviluppato nel 1932-33.
    Le capacità di carico e il raggio d'azione attirarono l'attenzione della Luftwaffe, il cui sviluppo come forza aerea stava allora iniziando, che intravide in questo prototipo un futuro aliante d'assalto che poteva essere liberato ad alta quota ed ad una elevata distanza dal punto di atterraggio. In questo modo era possibile far giungere in un modo silenzioso e con estrema precisione un contingente di truppe nelle immediate vicinanze di un obiettivo situato all'interno del territorio avversario.La versione militare di questo velivolo venne designata DFS 230. Il progetto del velivolo si deve a Hans Jacobs e il primo di sei prototipi effettuò il primo volo nel 1937 con ai comandi la celebre aviatrice Hanna Reitsch.
    3-3.jpg dfs-230-s.gif prova001.jpg0951660f-8fa4-4b87-8055-34f5f98faa49Original.jpg
    Il DFS 230 si presentava come un aliante con struttura in legno e rivestimento in tela. Aveva una configurazione ad ala alta con montanti di rinforzo che collegavano l'ala al bordo inferiore della fusoliera. Quest'ultima aveva una sezione rettangolare. Per il decollo veniva utilizzato un carrello che veniva sganciato appena il DFS 230 era in volo mentre l'atterraggio veniva effettuato su un pattino ammortizzato realizzato sotto la parte anteriore della fusoliera. Il DFS 230 poteva trasportare 10 soldati compreso il pilota. I sedili erano disposti in linea con sei rivolti in avanti e quattro verso la parte posteriore. Se si voleva trasportare un carico i sedili potevano essere facilmente rimossi. Per la difesa del velivolo poteva essere montata, dietro il posto di pilotaggio, una mitragliatrice.Le prove evidenziarono che l'aliante presentava dei decisivi vantaggi, rispetto al paracadute, quale mezzo di trasporto per le truppe d'assalto. Un primo vantaggio era dato dalla silenziosità con la quale avveniva l'approccio mentre l'atterraggio avveniva senza che le truppe corressero il rischio di disperdersi. Inoltre le truppe, una volta atterrate, entravano in azione più velocemente dei paracadutisti in quanto non dovevano liberarsi di alcuna imbragatura ed avevano subito a disposizione le loro armi.La produzione di due versioni si concluse nel 1941 dopo che erano stati consegnati un totale di 1.505 esemplari prodotti dalla Gotha, dalla Hartig e dalla Erla, che produssero in totale 1.095 esemplari, e dalla Mraz, ubicata nella Cecoslovacchia occupata, che produsse altri 410 esemplari.Furono gli esemplari della versione A-1 i velivoli che giocarono un ruolo fondamentale nelle prime fasi della seconda guerra mondiale. Il DFS 230 venne impiegato nell'assalto ai forti del Belgio nel 1940 e nell'invasione dell'isola di Creta del 1941.Il DFS 230 venne anche utilizzato sul Gran Sasso per il trasporto dei FJ che liberarono Mussolini. In seguito questi alianti furono utilizzati in tutti i teatri bellici in operazioni minori o speciali.

    cfr:"Gli alianti tedeschi della seconda guerra mondiale di Vittorio De Santis"
    & courtesy: The German Berlin-Luftwaffe Museum
    799px-DFS_230-A[1].jpg DFS-230_-_Kampfsegler.jpg
    DFS230_KA+152_28053.jpg DFS-230_A_-_Lastensegler.jpg

    DFS-230_-_Lastensegler.jpg a_DFS-230_-_Sitzbank.jpg

    2032764_orig.jpg DFS-2301.jpg
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato