Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 34

Discussione: Diari di Guerra delle SS

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Citazione Originariamente Scritto da Viper 4

    Eh.. ogni tanto mi recupera qualcosa []
    N°1[]

  2. #22
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Citazione Originariamente Scritto da Viper 4

    Libro recuperato (tirato fuori dal cilindro di mio padre).. adesso lo leggerò con calma..
    Ha! lo hai recuperato?? non male il cilindro di tuo padre [:246].
    [ciao2]
    luciano

  3. #23
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Ho dato una lettura veloce al libro e mi ha colpito a pagina 198 (a seguire) che il Colonnello SS Fegelein chiedeva al Comando Superiore la consegna di Croci di Ferro per i suoi uomini, poichè da tempo non venivano consegnate e concesse le onoreficenze ed il morale del personale (meritevole della concessione) si stava abbassando.. nel rapporto faceva anche la distinzione tra loro e la Wehrmacht..
    (se può interessare posso postare la parte appena riassunta)
    PS.
    Grazie Luciano e Blaster.. mio padre è sempre stato un piccolissimo appassionato di oggetti vintage (fine 1800 e gran parte del 1900) percui quando va nel suo magazzino ogni tanto mi porta qualcosina che può servirmi.. adesso sto aspettando una tenda (non si ricorda se sia tedesca o inglese)..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060
    ciao Gigi,

    si,posta pure questa parte. Il libro in questione dubito che lo acquistero mai, ma il tuo racconto sembra interessante...

  5. #25
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Gigi postala.
    Vai direttamente al magazzino così ravani per benino con la scusa che lo vuoi aiutare a sistemare le cose così alla fine si troverà* molto più spazio a disposizione [:246][:246]
    luciano

  6. #26
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Ok Bkg e Luciano ora inizierò a trascrivere il pezzo.. non appena finisco di trascriverlo lo inserisco..
    PS.
    Luciano non appena ho una mattinata libera farò un giro nel magazzino di mio padre.. perchè potrei trovare qualcosa d'interessante.. []
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Mi unisco al coro di richieste.
    E' cmq risaputo che il corpo delle SS fosse una "cosa" omogenea,della serie uno per tutti e tutti per uno.....e quanto stai per descrivere,in teoria,lo dimostra.

  8. #28
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Dal libro "Diari di Guerra delle SS" pagina 198

    1° Brig. di Cavalleria SS - Rapporto conclusivo per il RF SS - 13/08/1941

    Dopo aver scritto il resoconto di alcune azioni più o meno cruenti di combattimenti e rastrellamenti nel teatro operativo di Pripjet, il Colonello Fegelein aggiunge..

    Le prove già* fornite dalla Brigata nei primi giorni di lotta hanno avuto una straordinaria conferma.
    Nel corso di queste ricognizioni in grande stile la sensibilità* e l'intuito dei combattenti si sono perfettemente adeguati al tipo di nemico che doveva essere affrontato e alla natura dei luoghi.
    Il successo complessivo dell'impresa si deve unicamente a questo acuto spirito di osservazione.
    L'avanzata richiedeva a una parte delle unità* sforzi quasi incredibili : in otto giorni sono stati percorsi, sempre combattendo, 400 chilometri.
    Si rimanda al rapporto del Magg. Fassbender che il 9 agosto dichiarava di aver bisogno di 52 ore per un tratto di 45 km.
    Questa cifra può essere considerata una misura indicativa delle prestazioni fornite dai nostri militi.
    Il particolare addestramento ricevuto si è pertanto rivelato estremamente utile :
    - Osservazione del nemico e della zona di combattimento in tutte le direzioni
    - Presa di conoscenza immediata di ogni modifica dell'ambiente circostante
    - Rapido decisivo intervento di pattuglie in completo assetto di guerra
    - La parola d'ordine "nemico su ogni fronte".. ecco tutte le nozioni che i nostri uomini hanno appreso a fondo.
    E' dunque tanto più inconcepibile che i nostri uomini, cui si affidanogli incarichi più difficili, debbano essere considerati all'ultimo posto per quanto riguarda le decorazioni militari.
    Nonostante la durezza delle operazioni, sinora non è stata assegnata ai 2 Reggimenti di Cavalleria SS neppure una Croce di Ferro.
    Le Divisioni della Wehrmacht ne dispongono invece in gran numero, e le distribuiscono normalmente.
    La Croce di Ferro è una decorazione che stimola il comportamento esemplare e gli atti di coraggio di fronte al nemico, ma che perde questo valore se non può essere conferita subito dopo le azioni di combattimento e sotto l'impressione degli avvenimenti ancora in corso.
    Ufficiali e Soldati se sentono alquanto depressi, perchè devono sempre attendere, mentre i Camerati della Wehrmacht vengono decorati, come è logico, subito dopo le azioni di combattimento.
    Non è sempre possibile accontentare gli uomini con la promessa che le decorazioni arriveranno tra poco, perchè a tale promessa molti non credono più.
    Nonostante tutto quello che hanno appreso ai corsi speciali per le SS, il loro spirito e il loro slancio nell'impiego contro il nemico dipendono in misura decisiva dalla decorazioni.
    Presso l'Esercito questo fattore è largamente sfruttato.
    La Brigata deve comunque ricevere un adeguato numero di Croci di Ferro da distribuire.
    Prego pertanto con insistenza e nella forma più ossequiente il Maggior Generale V. der Bach di voler richiamare l'attenzione del Reichsfuhrer sul problema delle decorazioni, perchè i Militi devono assolvere tutti i doveri, ma hanno anche questo diritto.
    Non senza ragione tutti i Generali, nessuno escluso, si spostano da unità* a unità* per decorare personalmente i soldati meritevoli.
    Alleghiamo ancora una volta la lista delle proposte di decorazioni sinora avanzate. Le cifre parlano da sè.
    Firmato : Fegelein Colonnello SS
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  9. #29
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Citazione Originariamente Scritto da Viper 4

    Ok Bkg e Luciano ora inizierò a trascrivere il pezzo.. non appena finisco di trascriverlo lo inserisco..
    PS.
    Luciano non appena ho una mattinata libera farò un giro nel magazzino di mio padre.. perchè potrei trovare qualcosa d'interessante.. []

    E fai molto bene [:264][:264]
    Grazie per averci trascritto le pagine.
    In effetti come si evince era una cosa importante dare le decorazioni per il morale dei soldati.
    [ciao2]
    luciano

  10. #30
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022
    Ebbè commenti sul pezzo trascritto ?!.. che ne pensate ?.. []
    PS.
    Grazie Luciano..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •