Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Distintivo e attestato G.I.L.

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Trieste ITALIA
    Messaggi
    453

    Distintivo e attestato G.I.L.

    Posto questo bel distintivo della G.I.L. squadre antincendi con il raro brevetto premilitare antiincendi
    Lascio ad Ale che è lo Storico l'approfondimento
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Un pezzo interessante con anche il suo brevetto
    luciano

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Sì, davvero due pezzi interessanti!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Un completo davvero molto bello.
    Il fatto che sia di Trieste ha per me,ovviamente,una marcia in più

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    468

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Splendido!Ma dove l'hai trovato?
    Semper adaman

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Trieste
    Messaggi
    65

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Gli scudetti da braccio italiani sono bellissimi. Quello che hai postato è splendido (anche come conservazione)
    Adesso aspettiamo con ansia l'approfondimento.....

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,619

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    I PREMILITARI ANTICENDI DELLA GIOVENTU` ITALIANA DEL LITTORIO

    di Alessandro Mella



    Nel 1939, il Comando della Gioventù italiana del Littorio, decise di organizzare un nuovo tipo di squadra premilitare in accordo la Direzione Generale dei Servizi Antincendi.
    Ogni provincia avrebbe selezionato un numero limitato di Giovani Fascisti da inviare presso i Corpi provinciali VVF per essere preparati ed addestrati con appositi corsi di formazione.
    Complessivamente, superarono di poco le ottocento (nel 1939 furono 896 tutti classe 1920) unità* annue in totale su tutto il territorio nazionale:

    Alessandria: 16
    Ancona: 16
    Aosta: 8
    Arezzo: 8
    Bari: 16
    Belluno: 8
    Bologna: 24
    Bolzano:16
    Brescia: 16
    Cagliari: 16
    Catania:16
    Catanzaro: 8
    Como: 8
    Cremona: 8
    Ferrara: 16
    Firenze: 24
    Fiume: 16
    Foggia: 8
    Forlì: 16
    Genova: 40
    Gorizia: 8
    Imperia: 8
    Livorno: 16
    Lucca: 8
    Mantova: 8
    Messina: 16
    Milano: 48
    Napoli: 40
    Novara: 16
    Padova: 16
    Palermo: 24
    Parma: 16
    Pavia: 16
    Pesaro: 8
    Piacenza: 8
    Pisa: 16
    Pola: 16
    Reggio Emilia: 8
    Ravenna: 8
    Reggio Calabria: 8
    Roma: 56
    Rovigo: 8
    Savona: 8
    La Spezia: 16
    Terni:8
    Torino: 40
    Trapani: 8
    Trento: 16
    Treviso: 8
    Trieste: 24
    Udine: 16
    Venezia: 24
    Verona: 16
    Vicenza: 16


    Il battesimo lo ebbero al Primo Campo Nazionale nel Luglio del 39, partecipando tra l`altro alla grande manovra di piazzale di Siena alla presenza del primo ministro Mussolini con esercizi di difesa antiaerea riuscitissimi.
    La tenuta tipo di questi militi era composta da una giubba shaariana nera con quattro tasche munite di patte ad ala di pipistrello.
    Sulla spalla sinistra era posto lo scudetto in lamierino o bachelite comune a tutti i reparti GIL indicante il Comando Federale GIL del Giovane Fascista, mentre sul petto sopra la patta superiore sinistra veniva cucito il fregio di specialità*.
    Questi aveva la forma di un quadrato inclinato, all`interno appariva la fiamma littoria del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco circondata dalla scritta "SQUADRA GIL ANTINCENDI", il tutto color oro su fondo rosso. Era prodotto in lamierino con smalti dalla Lorioli di cui riporta il marchio al retro.
    Un maglioncino o la camicia nera venivano indossate sotto la giubba o alternantivamente ad essa.
    I pantaloni erano generalmente di due tipi, uno corto in tela bianca, ed un paio lungo in tela grigioverde, stretto alle caviglie dai calzettoni che accompagnavano gli scarponcini.
    Diversi furono i copricapo utilizzati, anche se bisogna andare molto a ipotesi, sicuramente ci furono fez e bustina comuni ad ogni avanguardista, ma in tempo di guerra furono probabilmente distibuiti elmi di varia foggia, elmi 33 non balistici e sperimentali, elmi di preda bellica, elmi Adrian fondi di magazzino degli anni della grande guerra e `20, e così via.
    Sicuramente ricevettero tutti una maschera antigas, la T35 della Pirelli, la più efficiente tra quelle prodotte all`epoca, distribuita nel suo contenitore tubolare in canapa.
    Non mi stupirei poi se si trovasse qualche foto d`epoca che provi l`eventuale ma plausibile, consegna di cinturoni con picozzino come all`UNPA e ai Vigili del Fuoco.
    Attualmente le vicende e le tenute di questi piccoli pompieri sono in verità* piuttosto sconosciute, ma oggi lentamente si è cominciato a parlarne specie dopo la comparsa di qualche esemplare del fregio appositamente creato per queste unità*, che finorono in parte per essere assorbite dai Vigili del Fuoco (i ragazzi erano favoriti nei concorsi pubblici) ed in parte dall`Unpa che le adoperò durante le incursioni sulle città* italiane. Altri di loro finoro al fronte inquadrati nella Compagnia Anticendi nell`8° Reggimento del Genio.
    E` in fondo una piccola pagina polverosa della storia dei Servizi Antincendi in Italia e parallelamente delle organizzazioni giovanili del regime su cui torna un poco di luce dopo anni di abbondono.
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Friuli-Venezia Giulia (Gradisca d'Isonzo)
    Messaggi
    358

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Bellissimo "toco" !!!!!
    e completo ... non sapevo esistessero gli antincendio della gil.
    audaces fortuna iuvat

    [hiddenlink:1fv1f2vd]http://caffettiere.blogspot.com/[/hiddenlink:1fv1f2vd]

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Ottima e interessante integrazione.
    luciano

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Distintivo e attestato G.I.L.

    Sì, molto interessante!
    Mi aspettavo di vederci anche Modena nell'elenco, invece non c'è....
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato