Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 55 di 55

Discussione: DIVISIONE ATLANTICA

  1. #51
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,130
    va be si ! anche quelli della filatelica sono fatti con il conio originale, ma questo cosa dimostra? che sono originali? no, perche' e' risaputo che il materiale e lo spessore sono diversi, se 1 accetta che solo per il conio 1 oggetto e' autentico, anche quelli della filatelica lo sono!ed anche quelli che il mio amico pasticcere mi fara' con il cioccolato a pasqua lo sono! quello del tuo amico, e' ottenuto non con il conio originale ma con lo scudetto, da qui la perdita dello spessore sulla destra della pinna, o forse si pensa che 1 portava a visionare agli alti comandi 1 prototipo gia' fallato !!! e con i fori asimmetrici!!!
    Se poi per te o altri e' originale a quel prezzo compratelo pure, ne ricavereste per lo meno 10 volte tant0, io mi mangero' quelli al cioccolato!

    Immagine:

    7,02*KB
    Novara fa da se'

  2. #52
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    Dai ragazzi!!
    Falso o vero che sia lo scudetto,
    l'argomento è comunque interessante.
    Continuiamo con le osservazioni!

    [vedo]

    Osservazioni personali:

    1) il fatto che derivi da un conio originale
    non dimostra nulla nè di positivo nè di negativo

    2) anche secondo me pare derivante più dallo scudetto
    che dal conio soprattutto per il particolare della pinna

    Invito cortesemente l'amico proprietario dello scudetto
    a prendere parte all'analisi del pezzo in questione.
    Avvicinarsi o raggiungere una dimostrazione di falsità*
    o di genuinità* è interesse di tutti.
    Garantisco l'accoglienza in un clima assolutamente corretto.
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

  3. #53
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,130
    NOSTRADAMUS SCRIVE:

    Lo scudetto in questione, il cui conio fu realizzato dalla Picchiani e Barlacchi, è attualmente riprodotto, a quanto mi risulta, dalla Filatelica Fiorentina con il conio originale in diversi materiali (alcuni non pertinenti). Le differenze rispetto ai pochissimi originali d'epoca sono valutabili con metodo comparativo diretto sul materiale di base, spessore del lamierino controstampato, nitidezza dei dettagli, verniciatura, finitura del metallo.
    Negli ultimi anni sono apparsi alcuni esemplari Filatelica Fiorentina debitamente invecchiati ed artefatti per essere spacciati come originali.

    originale Nostradamus:
    Immagine:

    9,04Â*KB

    copia Filatelica Fiorentina:

    Immagine:

    14,63Â*KB

    la differenza salta subito all'occhio nel particolare specifico!
    sinceramente piu' che usare il conio originale , sembra abbiano usato 1 scudetto originale e da esso e' stato ricavato lo stampo, da qui le notevoli differenze dovute al materiale diverso e dal diverso imprinting dello scudetto, diversi anche molti particolari che sembrano inversi all'originale!
    ma questo forse e' dovuto dal comportameto del materiale sotto pressione che 'e diverso dall'originale!
    Nostradamus tu che hai la fortuna di avere l'originale cosa ne pensi?
    Novara fa da se'

  4. #54
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Orbene, l'infuocato post sugli Atlantici ha perso di interesse!
    Grazie Mal d'Africa per i dettagli a ciò posso aggiungere altre deduzioni :
    Con le foto ingrandite dell' oggetto in questione appare chiaro che lo scudetto è ricavato non già* dal conio originale ma bensì dalla riproduzione della Filatelica Fiorentina che seppur utilizzi conii originali i materiali utilizzati per ottenere lo scudetto sono sensibilmente differenti (sia nel tipo, nella qualità* e nello spessore di materiali) come già* scritto nei post precedenti infatti il close up dei particolari illustrano le differenze.
    Detto ciò comunque sia le copie recenti tali sono anche se ricavate da un conio originale e non hanno nulla a che vedere con un' originale!
    Il fatto per cui l'oggetto è ricavato dalla copia della FF è chiaro:
    1)da notare la parte posteriore della pinna pettorale il cui incavo è di dimensioni minori rispetto all' originale postato
    2)Il probabile utilizzo del silicone al fine di ottenere una matrice negativa della superficie dello scudetto della FF ha determinato il fatto che il pezzo realizzato sicuramente è di dimensioni leggermente inferiori rispetto alla matrice.
    3) il silicone della matrice negativa ha reso meno visibili determinati particolari come l'attaccatura della pinna pettorale e gli incavi delle lettere (vedi le A, S, E)
    4) oltre alla poca definizione della matrice negativa siliconica la resa del materiale utilizzato per realizzare il distintivo e stata tutto sommato scarsa infatti si notano varie lacune e soffiature sulla superficie.

    Detto ciò mi chiedo:
    se il clichè originale è stato realizzato per un distintivo ottenuto per stampaggio come avrebbero potuto utilizzarlo per ottenerne uno per iniezione? (in questo caso in verità* per riempimento o colatura visto che è stata utilizzata una sostanza liquida in uno stampo, se fosse stata utilizzata la tecnica dell' iniezione si dovrebbe notare i punti d' entrata del materiale e di uscita dell' aria che comportano delle lingue di materiale in eccedenza che in fase di rifinitura vengono eliminate) infatti stiamo discutendo di un distintivo che a tutti gli effetti ha una sola faccia ossia il verso, il retro è perfettamente liscio il che fa supporre per l'appunto che ci si sia limitati a copiare la superficie dello scudetto per poi riprodurla tramite un materiale (che non può essere la bachelite) liquido che poi si è solidificato (come le statuine di gesso negli stampi di lattice che facevate a scuola!!) ciò ha determinato ovviamente la creazione di bolle, soffiature e lacune nel pezzo finito e a mio parere a causa dell'asciugatura del materiale pure una lieve riduzione dimensionale da addizionare a quella inevitabile ed ineliminabile dovuta alla matrice negativa siliconica.
    Certo è che copiare una sola faccia di un distindivo è molto semplice, riprodurre un retro credibile con questa tecnica invece è pressochè impossibile vista la natura stessa del materiale!!

    Tale tipo di tecnica trova ben pochi confronti in periodo RSI (e solo per alcuni distintivi realizzati in metallo e quindi ottenuti per fusione in stampo) infatti perfino i fascetti rossi da mostrina venivano realizzati per stampaggio su zama cosa che aiuta non poco a riconoscere i falsi moderni ottenuti proprio per fusione in stampo!!!

    Detto ciò: se lo scudetto "plastico" è ricavato da una copia di un originale (per i fatti sopra descritti) va da se che questo fa parte addirittura della III° generazione ossia una copia di una copia!
    Ognuno faccia le proprie deduzioni del caso e valuti l'oggetto in base a riscontri oggettivi e non soggettivi!
    [ciao2][ciao2]
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  5. #55
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    "Lasciate ogni speranza o voi che entrate..."
    Questo è il Lafitte, fatene tesoro!
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato