Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: divisione panzer Wermacht

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    98

    divisione panzer Wermacht

    La 1. Panzer-Division venne creata il 15 ottobre 1935 da elementi della 3. Kavallerie-Division (3ª Divisione di cavalleria, nata nel giugno del 1920[2]) e aveva il suo quartier generale a Weimar.

    Nel 1938 partecipò occupazione tedesca della Cecoslovacchia inquadrata nel XVI Korps (XVI Corpo d'armata)[2].

    Campagna di Polonia [modifica]
    Il primo impiego bellico avvenne nella Campagna di Polonia nel settembre del 1939: la 1. Panzer-Division era una delle sei divisioni Panzer impiegate dalla Wehrmacht nell'invasione, inquadrata nel XVI Korps, 10. Armee (10ª Armata), Heersgruppe Süd (Gruppo d'armate Sud) nella regione della Slesia. La consistenza della divisione all'inizio della campagna era di 331 carri, di cui 94 rimasero in Germania con le compagnie (2 per reggimento) destinate all'addestramento delle reclute[senza fonte].
    Il battesimo del fuoco di questa divisione corazatta avvenne a Petrican, da dove proseguì per Tomaszow e Gà³ra Kalwaria, arrivando al fiume Bzura il 15 settembre dove, tra il 16 e il 18 dello stesso mese, respinse un contrattacco polacco. A causa della doppia manovra avvolgente operata dalle divisioni corazzate tedesche l'Esercito Polacco dovette cessare ogni resistenza. Il 19 settembre la divisione fu trasferita in riserva di corpo d'armata e si attestò a nord-ovest di Varsavia.
    Nel corso della campagna la divisione perse 22 ufficiali, 211 uomini di truppa ed ebbe 18 dispersi; non sono note le perdite dei carri, anche se presumibilmente non furono notevoli[senza fonte].

    La divisione venne successivamente trasferita a Dortmund per prepararsi ad invadere la Francia].

    TEATRI OPERATIVI DELLA 1. PANZER-DIVISION Luogo Periodo
    Polonia sep 1939 - gen 1940
    Germania feb 1940 - mag 1940
    Francia mag 1940 - giu 1941
    Fronte orientale, settore nord giu 1941 - ago 1941
    Fronte orientale, settore centro ago 1941 - gen 1943
    Francia gen 1943 - giu 1943
    Balcani e Grecia giu 1943 - ott 1943
    Fronte orientale, settore sud ott 1943 - lug 1944
    Polonia lug 1944 - ott 1944
    Ungheria e Austria ott 1944 - mag 1945
    Campagna di Francia [modifica]
    Nel maggio 1940 la 1. Panzer-Division (comandata dal generale Friedrich Kirchner[2]), inquadrata nel XIX Panzerkorps (XIX Corpo d'Armata corazzato), sotto il comando di Heinz Guderian, penetrò in territorio francese dalle Ardenne.
    Il XIX Panzerkorps sfondò a Sedan e dal 16 maggio avanzò verso il canale della Manica con il compito di appoggiare l'avanzata su Amiens. I rapporti divisionali parlano di 70 Char B1 bis distrutti, mentre la 1. Flakkompanie (1ª Compagnia contraerea) avrebbe abbattuto 28 Potez P.63, ma la divisone subì perdite sensibili in occasione del forzamento della Somme[senza fonte]. La 1. Panzer-Division arrivò a 15 km da Dunkerque, di fronte al canale dell'Aa, prima che l'avanzata fosse arrestata per ordine esplicito di Hitler. Dopo che il British Expeditionary Force (Corpo di spedizione britannico) era sfuggito all'accerchiamento a Dunkerque, l'8 giugno la divisione venne assegnata al XXXIX Korps] per avanzare verso sud contro le restanti forze francesi. Arrivata a contatto con la linea Weygand il 10 giugno e sulla linea della Marna il 13, arrivò il 15 dello stesseo mese a Besanà§on.
    Le perdite nella campagna furono di 45 ufficiali e 448 uomini di truppa.[5]

    In ottobre la 1. Panzer-Division venne riorganizzata per formare le nuove divisioni corazzate previste con l'organico del 1941. Il 2. Panzer-Regiment venne assegnato alla 16. Panzer-Division di nuova formazione[2], tuttavia, dato che era previsto il passaggio su due reggimenti di fanteria meccanizzata, la Schützen-brigade venne convertita in 1. Panzergrenadier-Regiment (1° reggimento panzergrenadier) e alla divisione fu assegnato il 113. Panzergrenadier-Regiment di nuova formazione. Il 28 agosto la divisione venne trasferita nella Prussia Orientale.

    La campagna nella Russia settentrionale [modifica]
    Truppe della 1ª Panzer a bordo di un Sd.Kfz. 251 fotografate durante lo svolgimento dell'operazione BarbarossaLa divisione venne assegnata all'Heeresgruppe Nord (Gruppo d'armate Nord), Panzergruppe 4 (4° Gruppo corazzato)] che, nell'ambito dell'operazione Barbarossa, aveva come obiettivo principale la città* di Leningrado.
    I carri armati con cui la divisione iniziò la campagna erano 28 Panzer IV Ausf. E ed F1 (con il cannone 7,5 cm/L/24), 73 Panzer III Ausf. F, G ed H, 49 Panzer II e 5 PzBef III (Panzer-Befelswagen, carro comando disarmato su scafo Panzer III). La 1ª Panzer il 22 giugno 1941 superò il confine con la 6. Panzer-Division che le copriva il fianco sinistro in direzione di Tilsit, verso oriente. Il 25 giugno incontrò i primi carri KV 1, ma riuscì ad avanzare per 600 km distruggendo, fra gli altri, 3.000 tra KV 1 e T 34[6]. Il 17 settembre l'oberstleutnant Elias, comandante della 7ª Panzerkompanie (7ª compagnia corazzata) era a 12 km dal centro di Leningrado: nessun soldato tedesco fu più vicino all'obiettivo fino al termine della guerra[senza fonte]. Il 2 ottobre 1941 la divisione prese parte, con il Gruppo d'armate Centro, alla battaglia di Mosca.

    Nell'aprile del 1942 il reparto venne riorganizzato, ricevendo nuovi mezzi (compresi un certo numero di Panzer 38 (t) della 7. Panzer-Division). In luglio riprese la posizione in prima linea e l'8 settembre 1942 la 2ª Panzerkompanie annunciava la distruzione del suo 150° carro sovietico, mentre l'intera divisione distruggeva il millesimo carro nemico nel dicembre dello stesso anno[7].

    La ricostituzione [modifica]
    Il 25 dicembre l'unità* fu ritirata dal fronte per essere trasferita in Francia nel gennaio 1943, dove stazionò prima ad Amiens a successivamente a Rennes ricevendo materiale di nuova costruzione (Panzer IV Ausf. G), e in Grecia all'inizio di maggio, dove il reggimento di artiglieria ebbe un gruppo semovente su Wespe e Hummel. A settembre partecipò al disarmo delle forze italiane in Grecia senza che avvenissero combattimenti[8].

    Il secondo ciclo sul fronte orientale [modifica]
    A novembre la divisione venne inviata nuovamente al fronte orientale, con almeno due compagnie[9] equipaggiate con i Panzer V Panther. Immediatamente la divisione fu gettata nella mischia nel tentativo di fermare l'Armata Rossa nel settore di Š½ytomyr, dove partecipò a combattimenti eccezionalmente aspri; in particolare il 4 dicembre, alla fine di questa fase, le forze operative della divisione erano ridotte per alcune compagnie sotto al 50% delle dotazioni organiche[10]. Nell'aprile 1944 la divisione fu ritirata nelle retrovie per riequipaggiarsi e ricevere i complementi provenienti dai centri di addestramento tedeschi.

    Il 14 luglio la divisione fu inviata nella regione di Zborow, per tentare di contrastare le forze sovietiche che avevano annientato il Gruppo d'Armate centro, tuttavia l'offensiva nemica era praticamente inarrestabile e costrinse le forze corazzate tedesche a ritirarsi fino alle basi di partenza del 1941. Il 28 agosto la divisione fu ritirata in Slovacchia dove ricevette nuovi rinforzi, ma la consistenza era di soli 30 carri Panzer IV (l'organico di due compagnie)].
    In settembre la divisione combatté per bloccare la strada verso Budapest alle forze sovietiche nella zona di Debrecen e di Nyà*regyhà¡za, dove la divisione fra il 9 e il 12 settembre distrusse un altro centinaio di carri sovietici, compresi alcuni IS. La seconda fase della battaglia attorno a Debrecen iniziò il 20 settembre: in questa occasione i Panzer V fecero strage di Sherman arrivati in Unione Sovietica tramite la legge Lend-Lease[12]. La formazione, continuando a combattere, si spostò nel settore di Mà¡tra, ma a dicembre fu costretta a ripiegare nella zona del lago Balaton.
    Il 16 dicembre arrivarono altri rinforzi che portano le dotazioni della divisione a 25 Panther e circa 12 Panzer IV, e tutti gli uomini del 1. Panzer-Regiment che non potevano combattere per mancanza di carri furono trasferiti ai Panzergrenadier-Regimenter.

    La fine [modifica]
    La 1. Panzer-Division operò fino a marzo ad ovest di Budapest dove erano rimasti intrappolati 30.000 soldati tedeschi, incontrando diverse volte gli Sherman e gli IS 2. L'11 febbraio finalmente fu rotto l'accerchiamento della capitale ungherese, ma solo poche migliaia uomini riuscirono a sfuggire prima che il varco fosse richiuso dai sovietici. Il 23 marzo la divisione si schierò nella zona di Nagyvà¡zsony, al 27 marzo le dotazioni erano ridotte a tre carri: un Panther, un Panzer IV ed un BefPz III[senza fonte].
    Nel frattempo la divisione si stava ritirando per rientrare in Germania, dove ricevette qualche esiguo rinforzo. Per tutto aprile continuarono i combattimenti contro forze soverchianti fino all'inizio di maggio, con la divisione schierata nella zona di Vienna. Il 9 maggio la 1. Panzer-Division si arrese agli americani a Windischgarsten[13], consegnando al nemico un BefPz III, 8 Panzer IV e 15 Panther, una delle dotazioni maggiori rimaste alle divisioni corazzate tedesche all'atto della resa.
    Non tutta la divisione subì la stessa sorte: la 2ª Panzerkompanie, comandata dal leutnant Fromme, rimasta a Berlino per addestrare le reclute, combatté fino alla resa della città* ed i superstiti furono presi prigionieri dai sovietici.

    é bello fare ricerche


    saluti
    Gianluca

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Lugano (Svizzera)
    Messaggi
    414

    Re: divisione panzer Wermacht

    Forse sarebbe stato meglio includere un semplice link a Wikipedia:
    http://it.wikipedia.org/wiki/1._Panzer- ... hrmacht%29

    O almeno riportare la fonte, perché non facendelo si viola la licenza d'uso, che pure è estremamente permissiva:
    http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.it

    NB: Nulla di personale nei confronti di Gianluca

    Massimo

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    confederazio Helvetica
    Messaggi
    312

    Re: divisione panzer Wermacht

    Citazione Originariamente Scritto da Massimo Foti
    Forse sarebbe stato meglio includere un semplice link a Wikipedia:
    http://it.wikipedia.org/wiki/1._Panzer- ... hrmacht%29

    O almeno riportare la fonte, perché non facendelo si viola la licenza d'uso, che pure è estremamente permissiva:
    http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.it

    NB: Nulla di personale nei confronti di Gianluca

    Massimo
    esatto

    mic 57js

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    4

    Re: divisione panzer Wermacht

    in effetti hai ragione .Comunque mi pareva interessante da aggiungere nelle discussioni sui carri armati di cui sono molto appassionato Mille volte scusa e che sono un pò a disagio con il computer(non ne so quasi nulla)pardon. ma questo non centra proprio niente con il discorso.non vi dico che vergogna .......Ma spero che non capiti più a nessuno.
    mille volte scusa anche nei confronti del VERO autore di questa ricerca.Adesso ho chiarito tutte le idee.comunque grazie per avermi avvisato della(scusate il termine)grande ca...ta che ho fatto e da adesso se vorrò fare ricerche" NON DELLA FARINA DEL MIO SACCO" aggiungerò la fonte

    ultima cosa vorrei sapere se è possibile l'eliminazione del file?

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    confederazio Helvetica
    Messaggi
    312

    Re: divisione panzer Wermacht

    errare é umano.
    p.s.
    perché hai due nik
    sei gianluca2010 o gianluca e basta?????????

    8x57js

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    4

    Re: divisione panzer Wermacht

    sai me lo chiedevo anche io Comunque io fin dall'inizio io sarei gianluca2010

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato