Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 43

Discussione: dopo la mareggiata

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: dopo la mareggiata

    ignoro cosa siano i due pezzi. A vederlo così pare un componente pressato e dal colore mi fa venire in mente l'amianto? Non lo maneggeresti così però!

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di pinco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    La Spezia
    Messaggi
    536

    Re: dopo la mareggiata

    P.S. ste mine ma dovevano pure deflagare con qualcosa o nò


    sevono spaccati di queti ordigni

    cosi' vediamo qualcosa

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di Cavaliere nero
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,157

    Re: dopo la mareggiata

    Contenitore in materiale plastico per esplosivo interno a qualche oggetto più grande? So che alcuni tipi di mine hanno robi simili all'interno che contengono l'esplosivo e su buco "in testa" potrebbe esserci stato il detonatore... però boh...

    Amianto non penso, è poco argenteo per esserlo... ma cmq se fosse non fa nulla di male finchè non lo maltratti
    [center:377uncav]La sera risuonano i boschi autunnali
    di armi mortali, le dorate pianure
    e gli azzurri laghi e in alto il sole
    più cupo precipita il corso; avvolge la notte
    guerrieri morenti, il selvaggio lamento
    delle lor bocche infrante.
    Georg Trakl[/center:377uncav]

  4. #14
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: dopo la mareggiata

    Se fosse amianto ci starei comunque attento, perchè il pezzo non è del tutto integro e basta respirarne una particella........

  5. #15
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: dopo la mareggiata

    Citazione Originariamente Scritto da Peo
    Se fosse amianto ci starei comunque attento, perchè il pezzo non è del tutto integro e basta respirarne una particella........
    se bastasse una particella ... dovrei già* essere morto da quel pò!!! dai 15 ai 18 anni ho lavorato in una ditta oltre che metalmeccanica anche metallurgica e almeno 2 volte a settimana quando si facevano le temprature indossavo la "mortale " tuta di amianto.....il forno era coibentato con amianto.... insomma c'era amianto dapperttutto ....ebbene sono ancora qua...e il padre del titolare é morto a più di 90 anni perchè investito da un autobus! l'amianto é si nocivo ragazzi ma non é plutonio radioattivo!!!!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  6. #16
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: dopo la mareggiata

    Citazione Originariamente Scritto da pinco
    P.S. ste mine ma dovevano pure deflagare con qualcosa o nò


    sevono spaccati di queti ordigni

    cosi' vediamo qualcosa

    Di quali modelli ?

    Tra modelli a/c nazionali e stranieri di ogni epoca se ne contano almeno una cinquantina (di cui una dozzina II G.M.) e, ripeto, nessuno di questi ha dimensioni compatibili con l'oggetto in questione.

    Qualcuno ti ha detto che è parte di una mina a/c: sarebbe il caso che ti desse anche qualche indizio in più altrimenti resta solo un manufatto di natura ignota fatto di un materiale misterioso.

    Ciao
    Stefano
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  7. #17
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: dopo la mareggiata

    Citazione Originariamente Scritto da coloniale
    Citazione Originariamente Scritto da Peo
    Se fosse amianto ci starei comunque attento, perchè il pezzo non è del tutto integro e basta respirarne una particella........
    se bastasse una particella ... dovrei già* essere morto da quel pò!!! dai 15 ai 18 anni ho lavorato in una ditta oltre che metalmeccanica anche metallurgica e almeno 2 volte a settimana quando si facevano le temprature indossavo la "mortale " tuta di amianto.....il forno era coibentato con amianto.... insomma c'era amianto dapperttutto ....ebbene sono ancora qua...e il padre del titolare é morto a più di 90 anni perchè investito da un autobus! l'amianto é si nocivo ragazzi ma non é plutonio radioattivo!!!!
    Non vorrei fare dell'allarmismo, ma l'amianto diventa pericoloso quando si trova allo stato polveroso, diversamente lo puoi anche ingerire ed è completamente innoquo.
    I casi di tumore provocato da amianto sono costantemente in aumento e purtroppo gli effetti possono manifestarsi anche dopo 50 anni dall'esposizione come è accaduto a mio padre per aver lavorato 50 prima e per soli 6 mesi ai cantieri navali della Breda di Marghera dove allestiva gli arredi delle navi e dove l'amianto era impiegato a profusione.
    Tra i soccorritori delle torri gemelle a New York già* da qualche anno si stanno verificando parecchi decessi tra quelli che avevano respirato dosi massive di quella polvere carica di amianto provocata dai crolli.
    Poi c'è il fattore fortuna.
    Mi scuso per l'OT ma avendo visto gli effetti devastanti dell'amianto su di una persona a me cara, non posso astenermi dal mettere in guardia da questa sostanza!

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: dopo la mareggiata

    Precisazione doverosa. Bravo Peo!


    Concordo con Stecol sul fatto che i pezzi non sono riconducibili ad ordigni esplosivi, troppo generici. Non hanno neanche una sigla, un contrassegno.

    Pinco, il fatto che non dici chiaramente di che materiale sono o pensi che siano e che resti così vago anche su elucubrazioni tutte tue del tipo di ordigno a cui appartenevano i pezzi, mi indispone.
    Qui non siamo ad un quiz televisivo. Le domande di solito si fanno se un qualcosa non si conosce, non per vedere apposta se qualcun altro nel forum è così bravo da riconoscerlo.

    Non so se mi spiego, o forse con quel "credo che sia.... non si può dire" intendevi qualcos'altro?

    Perchè dici che quel materiale è molto attivo? E da come lo scrivi si legge tutta l'enfasi di una affermazione sensazionale!!

    I materiali "attivi" che mi vengono in mente possono essere: il fosforo bianco, ma non ho mai sentito che lo abbiano impiegato per confezionare parti del corpo di un ordigno; il magnesio, che costituendo il corpo o parte del corpo di alcuni ordigni incendiari partecipava alla combustione, ma che si sa che al contatto dell'acqua reagisce violentemente; ultimo, ma sicuramente non ultimo, c'è lo zirconio, che è tutt'ora impiegato in ordigni incendiari o esplosivo-incendiari, e che acceso in maniera appropriata sviluppa un'enorme quantità* di calore, ma ripeto si tratta di un materiale "moderno" come impiego.

    Ma, soprattutto, dì quello che sai! anche se sono cavolate. Grazie
    ermanno

  9. #19
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: dopo la mareggiata

    Citazione Originariamente Scritto da TELLER67
    Pinco, il fatto che non dici chiaramente di che materiale sono o pensi che siano e che resti così vago anche su elucubrazioni tutte tue del tipo di ordigno a cui appartenevano i pezzi, mi indispone.
    Qui non siamo ad un quiz televisivo. Le domande di solito si fanno se un qualcosa non si conosce, non per vedere apposta se qualcun altro nel forum è così bravo da riconoscerlo.

    Non so se mi spiego, o forse con quel "credo che sia.... non si può dire" intendevi qualcos'altro?

    Perchè dici che quel materiale è molto attivo? E da come lo scrivi si legge tutta l'enfasi di una affermazione sensazionale!!
    Mejo de così !!
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  10. #20
    Guest

    Re: dopo la mareggiata

    Citazione Originariamente Scritto da TELLER67
    Precisazione doverosa. Bravo Peo!


    Concordo con Stecol sul fatto che i pezzi non sono riconducibili ad ordigni esplosivi, troppo generici. Non hanno neanche una sigla, un contrassegno.

    Pinco, il fatto che non dici chiaramente di che materiale sono o pensi che siano e che resti così vago anche su elucubrazioni tutte tue del tipo di ordigno a cui appartenevano i pezzi, mi indispone.
    Qui non siamo ad un quiz televisivo. Le domande di solito si fanno se un qualcosa non si conosce, non per vedere apposta se qualcun altro nel forum è così bravo da riconoscerlo.

    Non so se mi spiego, o forse con quel "credo che sia.... non si può dire" intendevi qualcos'altro?

    Perchè dici che quel materiale è molto attivo? E da come lo scrivi si legge tutta l'enfasi di una affermazione sensazionale!!

    I materiali "attivi" che mi vengono in mente possono essere: il fosforo bianco, ma non ho mai sentito che lo abbiano impiegato per confezionare parti del corpo di un ordigno; il magnesio, che costituendo il corpo o parte del corpo di alcuni ordigni incendiari partecipava alla combustione, ma che si sa che al contatto dell'acqua reagisce violentemente; ultimo, ma sicuramente non ultimo, c'è lo zirconio, che è tutt'ora impiegato in ordigni incendiari o esplosivo-incendiari, e che acceso in maniera appropriata sviluppa un'enorme quantità* di calore, ma ripeto si tratta di un materiale "moderno" come impiego.

    Ma, soprattutto, dì quello che sai! anche se sono cavolate. Grazie


    quoto.....

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato