Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: elettrolisi inefficace ?!

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    130

    Post elettrolisi inefficace ?!

    come da titolo ho provveduto ad effettuare un elettrolisi ma senza successo, vorrei capire il perché ..

    attrezzatura

    fusto da 20 litri pieno e acqua metà distillata metà normale
    cestello in metallo che rimaneva sospeso a mezzo fusto
    carbonato di sodio solvay
    corrente data: 24V ... Amperaggio quello della carica rapida..

    pinze collegate a te a dei buloni all esterno del fusto
    all interno filo corrente (quello classico della 220 ) il positivo al tondino sul fondo del fusto .. il negativo al cestello
    tempo 3 ore ..

    non e è cambiato assolutamente niente .. tante bollicine .. acqua marroncina ma pezzi identici a prima e tondino con la stessa quantità di ruggine dell inizio
    dove ho sbagliato ? meglio collegare direttamente la pinza a gli oggetti e farne uno per volta ?

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,893
    Citazione Originariamente Scritto da marco91 Visualizza Messaggio
    come da titolo ho provveduto ad effettuare un elettrolisi ma senza successo, vorrei capire il perché ..

    attrezzatura

    fusto da 20 litri pieno e acqua metà distillata metà normale
    cestello in metallo che rimaneva sospeso a mezzo fusto
    carbonato di sodio solvay
    corrente data: 24V ... Amperaggio quello della carica rapida..

    pinze collegate a te a dei buloni all esterno del fusto
    all interno filo corrente (quello classico della 220 ) il positivo al tondino sul fondo del fusto .. il negativo al cestello
    tempo 3 ore ..

    non e è cambiato assolutamente niente .. tante bollicine .. acqua marroncina ma pezzi identici a prima e tondino con la stessa quantità di ruggine dell inizio
    dove ho sbagliato ? meglio collegare direttamente la pinza a gli oggetti e farne uno per volta ?
    se il tutto faceva le bollicine vuol dire che il collegamento è andato a buon fine... hai provato a grattare i pezzi? Di solito appena li gratti si stacca tutto e se non basta si rifà un altro bagno,altrimenti può essere che 3 ore per vedere dei risultati sono troppo poche.
    Io li lasciavo anche 6 ore, ma ero a voltaggio più basso.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    130
    Citazione Originariamente Scritto da Nitro90 Visualizza Messaggio
    se il tutto faceva le bollicine vuol dire che il collegamento è andato a buon fine... hai provato a grattare i pezzi? Di solito appena li gratti si stacca tutto e se non basta si rifà un altro bagno,altrimenti può essere che 3 ore per vedere dei risultati sono troppo poche.
    Io li lasciavo anche 6 ore, ma ero a voltaggio più basso.
    domani faccio un altro tentativo e posto poi i risultati, ps domani aggiungo anche le foto della borraccia sull altra discussione

  4. #4
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,597
    segui per bene la procedura:

    Eliminazione elettrolitica della ruggine
    La ruggine può essere eliminata, con il minor danno possibile per il materiale, mediante un bagno elettrolitico che riduce l'ossido di ferro (cioè la ruggine) per l'azione degli ioni di idrogeno che si separano dal catodo.
    Per preparare il bagno occorre prendere acqua con pochi minerali (va bene quella piovana) a cui si aggiunge un cucchiaio colmo di soda caustica in cristalli per ogni litro di acqua.
    Attenzione: la soda caustica non va toccata con le mani e occorre essere molto prudenti nel maneggiarla; versare la soda nell'acqua e non l'acqua sulla soda. Usare guanti di gomma e attenti agli occhi. Attenti che bambini o animali non tocchino o bevano il liquido.
    Per la corrente va bene un carica batterie d'automobile 6/12 volt; è preferibile usare la corrente a 6 volt.
    Come recipiente si userà una qualsiasi bacinella di plastica. Per le canne di fucile si può usare un tubo di plastica di 10-15 cm di diametro, chiuso alla estremità inferiore con apposito tappo.
    Come anodo si userà un anello di bacchetta di ferro per cemento armato posato sul fondo del recipiente in modo che rimanda vicino alle sue pareti oppure messo a spirare che dall'alto scende verso il basso. Al pezzo che sporge dal recipiente e che serve per agganciarlo ad esso, verrà collegata la pinza con il segno + dell'alimentatore.
    A questo punto occorre sgrassare accuratamente il pezzo arrugginito.
    Fissare al pezzo l'estremità di un filo di ferro flessibile (quello delle stampelle appendiabiti va benissimo) il resto del quale verrà avvolto attorno ad un bastoncino di legno o plastica che verrà appoggiato sopra la bacinella in modo che il filo non entri in contatto con la bacchetta di ferro, facendo cortocircuito. Assicurarsi che il contatto ferro-pezzo sia buono; eventualmente eliminare manualmente un po' di ruggine.
    Il pezzo arrugginito sarà così sospeso interamente nel liquido e non dovrà toccare in alcun modo l'anodo.
    A questo punto il più è fatto: collegare la pinza dell'alimentatore con il segno + alla bacchetta di ferro (anodo) e quella con il segno - al filo di ferro (catodo). Attenzione a non sbagliare perché il risultato sarebbe alquanto disastroso (rapido aumento della ruggine e una bella bacchetta di ferro lucida!).
    Se tutto funziona si vedranno delle bollicine di idrogeno che escono dalla ruggine e delle bollicine di ossigeno che escono dalla bacchetta di ferro. Attenzione: sono gas infiammabili.
    Sia per possibile esalazioni, sia per i gas infiammabili, bisogna lasciare il recipiente all'aperto o in un locale con le finestre aperte. Il tempo minimo è di una dozzina di ore, ma si può tranquillamente esagerare e attendere anche due giorni!
    Dopo di ciò togliere la corrente ed estrarre il pezzo che sarà coperto da una specie di fango nerastro. Lavare bene in acqua corrente, aiutandosi con una spazzola. Se vi è ancora della ruggine, ricominciare da capo rinnovando il bagno (si può anche filtrare quello vecchio e pulire bene bacinella e contatti, ma non ne vale la pena). Dopo il risciaquo con acqua corrente eseguire un bagno di circa un'ora in bicarbonato di sodio.
    Il procedimento esposto elimina anche la bronzatura. Se però si lascia il pezzo molto a lungo nel bagno, dopo averlo lavato, si ottiene una bronzatura grigio-ferro.

    - - - Aggiornato - - -

    e vedrai che i risultati ci sono...
    "metodo" elettrolisi
    clip garand come pulirle?
    Soddisfazione immensa...... Grazie del consiglio
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    130
    ok riprovo e vediamo

  6. #6
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,597
    Il bicarbonato è poco efficace, è meglio la soda
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,893
    Citazione Originariamente Scritto da maxtsn Visualizza Messaggio
    Il bicarbonato è poco efficace, è meglio la soda
    la soda fa paura funziona molto meglio, vero

  8. #8
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,597
    tempo 3 ore
    devi metterci almeno 12 ore....fino a giorni! Dipende dal grado d'ossidazione
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,893
    Citazione Originariamente Scritto da maxtsn Visualizza Messaggio
    devi metterci almeno 12 ore....fino a giorni! Dipende dal grado d'ossidazione
    dipende sempre anche però dal voltaggio che si utilizza, io ho provato solo a basso voltaggio e ci vogliono molte ore, se il voltaggio è alto dovrebbe accelerarsi il tutto.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,597
    Citazione Originariamente Scritto da Nitro90 Visualizza Messaggio
    dipende sempre anche però dal voltaggio che si utilizza, io ho provato solo a basso voltaggio e ci vogliono molte ore, se il voltaggio è alto dovrebbe accelerarsi il tutto.
    non accelera così tanto... provato con 6, 12 e 24 V
    La differenza la fanno gli ampere e quelli sì che accelerano, il problema che oltre ad accelererare riscaldano parecchio (sono arrivato ad ebollizione del liquido) e quindi diventa pericolosissimo!!
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato