Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 61

Discussione: Elmetti Adrian russi Mod.1915-16

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Adrian russo

    Veramente eccezionale.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    54

    adrian ww1 russia

    russia_state_1914-1917.gif


    qualcuno mi puo' mostrare immagini dettagliate di un adrian ww1 in dotazione all'esercito imperiale russo,il colore era verde scuro o senape? ho visto che viene proposto a prezzi sbalorditivi!!!!!!!! a livelli di un para' tedesco ww2 me ne hanno proposto 1 ma non ne ho mai visti ed è difficile essere sicure dell'originalita',visto il prezzo credo che i tarocchi fiocchino,sarei grato se mi forniste piu dati possibili per farmi una idea piu' chiara grazie gian luca
    ravaioli gian luca

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: adrian ww1 russia

    Ciao, usando il tastino cerca sul forum, ho trovato questo topic interessante...
    forse cercando ancora trovi qualcos'altro..(cercando in velocità* mi sembrava ci fossero altri topic)

    viewtopic.php?f=72&t=2461&hilit=adrian+russo

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  4. #34
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: adrian ww1 russia

    Grazie Ado! In effetti ne abbiamo parlato diffusamente. Resta il fatto che e' difficile trovarne di buoni attualmente e comprendo le difficolta' di chi si approccia a questi elmetti i cui fregi sono rifatti abilmente. Tuttavia la vernice ossidata di 90 anni fa' non e' facile ricrearla, per cui e' bene guardare per prima cosa la vernice dell'elmetto e del fregio (spesso il fregio puo' avere un colore piu' chiaro o piu' scuro), ma non si scappa, se non c'è patina, lasciare perdere.Se si incappa in un elmetto dichiaratamente restaurato, la cosa è ancora piu' difficile, ma anche il prezzo deve essere ovviamente piu' basso. Ora non si trovano quasi piu' i Belgi adrian. Ebbene in Inghilterra li taroccano per russi Romanov con l'applicazione dei fregi francesi fatti ad arte. Ma anche qui, occhio ai contorni del fregio e alla patina del fregio stesso!Se i contorni non corrispondono o se la patina esiste solamente sull'elmetto e non sul fregio, allora gatta ci cova...Insomma ancora c'è margine per riconoscerli, pero' bisogna non essere sprovveduti o superficiali.Buona fortuna. PaoloM

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1,625

    Re: adrian ww1 russia

    Questa l'ho scattata al museo di Rovereto e per questo "dovrebbe" essere autentico
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Non conquisterai mai nuovi orizzonti senza il coraggio di perder di vista la riva

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    54

    Re: adrian ww1 russia

    si efettivamente lo stemma repro è molto vicino all'originale se non fosse per alcuni dettagli non precisissimi nel repro il cavaliere nello scudo centrale è poco chiaro come gli scudi imperiali poco dettagliati ,infatti cio' che mi è stato probosto è un color verde marcio vicino al senape tipo belga lo scudo invece è piu' sul marroncino 900 euri sono abbastanza per rischiare,appena posso allego foto,peccato non poterlo valutare bene dal vero,in un sito ne ho visto uno verde scuro proposto a 4000 dollari un po caruccio,ma questo è di stimolo per soggetti senza scrupoli,da un adrian da circa 80/100 euro circa,se si becca il pollo si puo' tirare su una certa cifretta,i tarocchi sono l'incubo di noi collezionisti,mi sa che approfondiro un po di piu la mia conoscenza poi vedro' cosa c'è in giro,grazie comunque cio' che ho visto e letto nel forum sono un ottimo aiuto,mille grazie!!!! A proposito, lo so che non sono nel posto giusto, ma mi confermate che nell'elmo inglese ed americano ww1 ci sono parti in AMIANTO ????????!!!!! questo materiale CANCEROGENO è estremamente volatile ed una volta entrato negli alveoli polmonari il disastro è compiuto,spt dopo 90 anni tale materiale tende a polverizzarsi ed a diffondersi nell'ambiente, ed inalarlo è un attimo,quindi MAX attenzione nel maneggiare questi pezzi meglio conservarli con estrema cautela razzandogli poco attorno,ripeto se la questione fosse così, anche questa info mi è stata molto utile grazie Gian Luca
    ravaioli gian luca

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: adrian ww1 russia

    Citazione Originariamente Scritto da gian_luca
    A proposito, lo so che non sono nel posto giusto, ma mi confermate che nell'elmo inglese ed americano ww1 ci sono parti in AMIANTO ????????!!!!! questo materiale CANCEROGENO è estremamente volatile ed una volta entrato negli alveoli polmonari il disastro è compiuto,spt dopo 90 anni tale materiale tende a polverizzarsi ed a diffondersi nell'ambiente, ed inalarlo è un attimo,quindi MAX attenzione nel maneggiare questi pezzi meglio conservarli con estrema cautela razzandogli poco attorno,ripeto se la questione fosse così, anche questa info mi è stata molto utile grazie Gian Luca
    viewtopic.php?f=72&t=6001&hilit=cancerogeno

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lagorai
    Messaggi
    344

    Re: adrian ww1 russia

    Non pensavo che gli adrian russi potessero raggiungere queste quotazioni, mi limiterò ad andarmi a vedere quello di Rovereto!

    Citazione Originariamente Scritto da gian_luca
    A proposito, lo so che non sono nel posto giusto, ma mi confermate che nell'elmo inglese ed americano ww1 ci sono parti in AMIANTO ????????!!!!! questo materiale CANCEROGENO è estremamente volatile ed una volta entrato negli alveoli polmonari il disastro è compiuto,spt dopo 90 anni tale materiale tende a polverizzarsi ed a diffondersi nell'ambiente, ed inalarlo è un attimo,quindi MAX attenzione nel maneggiare questi pezzi meglio conservarli con estrema cautela razzandogli poco attorno,ripeto se la questione fosse così, anche questa info mi è stata molto utile grazie Gian Luca
    Ho anch'io un mod 1917 ma credo di poter dire con una certa sicurezza che non si corrono pericoli se lo strato di feltro sulla cupola è integro (ovviamente non me lo metto in testa, ma solo perchè preferisco lo stahlhelm )

  9. #39
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: adrian ww1 russia

    Mi raccomando non andiamo off topic perché l'amianto non c'entra con l'adrian russo! PaoloM

  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    54

    Re: adrian ww1 russia

    anche io adoro gli stahelm ne possego una buona tipologia, ed adoro gli adrian, anche se leggeri come 1 lattina e poco balistici,direi forse piu' ornamentali, come paragonare una citroen 2cv ad un piu solido maggiolone ww ,certo parecchi stati adottarono l'adrian con propie tipologie di insegne,certo piu' rare sono piu schizzano le speculazioni,gli elmi us o gb ne posiedo alcuni solo per completare la mia collezione ww1 che personalmente prediligo rispetto al periodo ww2,ed anche il classico adrian blu orizon se ben conservato fa la sua bella figura e grazie a dio non raggiunge quotazioni ancora ecessive,poi ,efettivamente calzare ogetti cosi vecchiotti nel capoccione è un po rischioso, spt se il cuoio delle patte appare un po secchino, potrebbe sbriciolarsi nel testone dando un drammatico efetto forfora, arrecando gravi crisi cardiache!!!!!!!!! ciao Gian luca
    ravaioli gian luca

Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato