Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 53

Discussione: elmetto 33 restauro

  1. #11
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: elmetto 33 restauro

    Ogniqualvolta si interviene sugli elmetti sorgono i soliti dubbi e giustificate preoccupazioni.
    Questi pezzi sono composti da materiali molto differenti ognuno dei quali vuole un suo trattamento, spesso in contraddizione con gli altri elementi...

    A questo punto resta il dilemma se fare un lavoro parziale mantenendo l'integrità* dei montaggi o fare un lavoro profondo e definitivo manomettendo le varie clip ed alette...
    Ogmni casco è un caso a se e và* valutato in modo diverso, alla fine poi è il gusto e la capacità* operativa del proprietario che valutando i consigli raccolti deciderà* come operare.

    E' comunque importante raccogliere sempre le opinioni di chi ha esperienza su questo tipo di oggetti (grazie Piesse, graditissimi interventi i tuoi!) e poi durante e dopo i lavori documentare i risultati per ampliare l'archivio di esperienze.
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    177

    Re: elmetto 33 restauro

    Piesse Centerfire concordo con voi. Un pò di scottex aumenta la velocità* di asciugatura questo non è un problema. Non intendo smontare fermacampioni & co. dall'interno perchè non mi sembra il caso, bisognerebbe con dovuta malizia e manualità* usare un pò di ossalico nella coppa senza ledere il cuoio. Se lo trovo dalle mie parti ci faccio un pensierino più avanti...

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    447

    Re: elmetto 33 restauro

    Ho proceduto al lavaggio con ossalico, reperito grazie a un utente del forum, e a giorni vi mostrerò il mio lavoro. Le mie impressioni? L'elmetto si presenta più pulito con poca ruggine evidente. Il colore mi sembra un pò meno verde di prima ma può esser duvuto all'asportazione di ruggine leggera che lo velava. Secondo me il problema di questi bagni nell'ossalico sono le imbottiture in cuoio. Non voglio dare la colpa all'acido ma una permanenza in acqua per alcune ore, o ben meno, può fare danni. Nelle foto dell'interno dell'elmetto che caricherò non vedrete molte differenze da prima ma vi assicuro che il cuoio già secco prima del bagno non è migliorato. Anzi. E' più secco e rigido di prima specialmente sulle linguette e in linea generale si è come "ritirato" leggermente, come avesse perso una taglia. Come ho letto in altre sezioni di "restauro e conservazione" convien abbondare quando è ancora morbido per il bagnetto con vaselina o creme varie idratante perdendoci qualche ora ma ne varrà la pena. Preso dalla foga ho fatto un bagnetto a un altro elmetto bellico che a dire il vero non ne aveva grosso bisogno ma per pignoleria ho pensato di trattarlo. Buon risultato sul ferro ma ho dovuto asportare e gettare la cuffia in cuoio. Purtroppo è diventata come la plastica quando fonde, si è ritirata e ha assunto una consistenza come gommosa screpolandosi all'inverosimile. Delicatissima è diventato impossibile maneggiarla e ora dovrò sostituirla. Queste son le mie considerazioni ed esperienze sull'uso dell'ossalico, appena posso vi mostrerò i risultati, a proposito, sapete mica dove si può trovare una cuffia del 33 bellica..?

  4. #14
    Utente registrato L'avatar di adriano
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    1,046

    Re: elmetto 33 restauro

    Ognuno delle sue cose fa quello che vuole però a trattare con un bagno acido oggetti che non sono di scavo e per di più con ancora la cuffia originale mi sembra un po' "folle" l'elmo postato da fiammaverde non mi sembra particolarmente arruginito neanche all'interno, è il fondo di un elmetto che ha vissuto, la condensa che si forma per la traspirazione di chi lo ha indossato la polvere e l'umidità che la cuffia in cuoio concentra e trattiene producono quell'effetto; spesso leggo gli interventi relativi agli elmi tedeschi su questo ed altri forum, in quelle pagine una pulitura a fondo è considerata oltre che un'eresia una diminuzione di valore economico, perche i 33 vengono trattati come se dovessero per forza essere tirati a lucido, ingrassati e rivoltati come un calzino?

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    447

    Re: elmetto 33 restauro

    Ho solo voluto inserire le mie impressioni sul lavoro svolto. Leggendo nelle varie stanze come usare l'ossalico ho visto il restauro di un elmetto tedesco che è stato trattato per totale immersione nell'acido. E la cuffia non ha sofferto come scritto anche dal proprietario. Forse i tedeschi usavan altri materiali! Comunque a mio giudizio l'elmetto non presenta male è rimasto meno ruspante diciamo così. Per quanto riguarda l'elmetto che ha irrimediabilmente perso la cuffia, ho sbagliato io. Meglio trattare solo se davvero indispensabile..

  6. #16
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: elmetto 33 restauro

    Citazione Originariamente Scritto da adriano
    Ognuno delle sue cose fa quello che vuole però a trattare con un bagno acido oggetti che non sono di scavo e per di più con ancora la cuffia originale mi sembra un po' "folle" l'elmo postato da fiammaverde non mi sembra particolarmente arruginito neanche all'interno, è il fondo di un elmetto che ha vissuto, la condensa che si forma per la traspirazione di chi lo ha indossato la polvere e l'umidità che la cuffia in cuoio concentra e trattiene producono quell'effetto; spesso leggo gli interventi relativi agli elmi tedeschi su questo ed altri forum, in quelle pagine una pulitura a fondo è considerata oltre che un'eresia una diminuzione di valore economico, perche i 33 vengono trattati come se dovessero per forza essere tirati a lucido, ingrassati e rivoltati come un calzino?

  7. #17
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: elmetto 33 restauro

    Abbiamo sempre parlato di trattare solo e comunque la parte metallica degli elmetti con l'ossalico perchè proprio sui metalli agisce; forse era il caso di rimuovere il cuoio oppure trattare l'oggetto senza metterlo a bagno!.

  8. #18
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: elmetto 33 restauro

    Citazione Originariamente Scritto da Peo
    Abbiamo sempre parlato di trattare solo e comunque la parte metallica degli elmetti con l'ossalico perchè proprio sui metalli agisce; forse era il caso di rimuovere il cuoio oppure trattare l'oggetto senza metterlo a bagno!.
    Condivido. Secondo me l'ossalico va usato solo su elmi molto compromessi. Questo 33 era molto bello e integro. Aveva anche la sua cuffia originale. Certo il tempo aveva lasciato il suo segno ma in maniera molto rispettosa dell'elmetto nel suo complesso. Sono contrario anche a quel "modus" di ungere gli elmi che sinceamente alterano l'aspetto di un elmetto rendendolo poco gradevole alla ista. Ragazzi, se un elmetto e' accettabile con i suoi segni del tempo e' molto piu' bello cosi' che sottoporlo a bagni di ossalico tali da stravolgere il suo vissuto e le sue "vesti" oramai antiche. Ciao.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    447

    Re: elmetto 33 restauro

    Al momento non ho l'elmetto sotto mano per fotografarlo ma appena lo farò giudicherete voi. E' nell'insieme lo stesso elmetto, solo ripulito. Tra l'altro il sottogola non ha sofferto e la cuffia è ancora in buone condizioni.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Messaggi
    447

    Re: elmetto 33 restauro

    Eccolo qui..dopo 2 ore di bagnetto. 15 litri di acqua, 12 cucchiai da minestra di ossalico e ingente vaselina sul pellame. Non mi sembra poi così male. Spero di esser stato utile per chi pensa di usare questi sistemi per la conservazione/restauro di un elmetto. L'elmetto dovrebbe essere stato prodotto tra il 1939 e il 1940 circa e credo sia coerente con la tonalità di vernice che lo ricopre. Che ne dite?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato