Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26

Discussione: Elmetto austriaco postbellico

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    3

    Exclamation Elmetto austriaco postbellico

    bandiera_austriaca.jpg


    Ci riprovo come ho scritto stamattina sono nuovo del forum, l'altro giorno alla fiera di Sempeter ho compreto questo elmetto e mi hanno detto che è dell'esercito tedesco periodo postbellico ma di foggia americana.. qualcuno saprebbe dirmi qualcosa di più in merito?
    ringrazio anticipatamente...
    La parte metallica di colore grigio all'interno riporta in vernice bianca la scritta RM 68 5 più un altro timbro di colore blu racchiuso in un quadrato che non riesco a decifrare, il sottocasco in materiale plastico colore verde militare all'interno della parte in cuoio riporta in inchistro blu la scritta AJ/95, quindi credo sia già evidente che trattasi di due cose diverse ed assemblate per l'occasione...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,295
    ripeto:Elmetto austriaco M.1975 di fabbricazione tedesca. Riconoscibilissimo dall'imbottitura 1° tipo interamente in cuoio.PaoloM

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,483
    Ciao, si tratta di un guscio prodotto dalla RM (Romann di Mureck) in Austria. Questa fabbrica austriaca ha prodotto questi elmetti solo nel 1968 in circa 9.000 esemplari. L'elmo non ha subito il ricondizionamento del soggolo che è il suo originale. I soggoli originali di questi elmetti sono tipo M1. Il timbro illeggibile è un timbro di controllo dell'esercito (HBA ovvero Heeres Beschaffungs Amt). A mio avviso un bel pezzo. Ciao.

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    3
    grazie molte per le precisazioni...

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,295
    Giusta la classificazione di Gertro. (A me non si apre la foto N°2 per cui non ho letto il marchio austriaco).Tipica produzione austriaca. Invece quello qui sotto, con soggolo differente e' di produzione tedesca, ufficializzato in Austria nel 1975: PaoloM CLICCARE SUL LINK PER APRIRE LE FOTO
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    856
    Grazie per la informazione importante "Romann Mureck" che è di grande novità per me. Credo he anchè Baer non ha scritto qualchecosa di questo produttore raro. Fino a oggi sapevo soltanto Ulbrichts`Witwe da produttore unico per questi elmetti. HBA significa Heeresbekleidungsamt Brunn am Gebirge (ex-kuk MDA 5 sic!) I esperti di questo forum non sono sempre infallibile ma molto molto bene....

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,295
    E questo è il Mod.1958 di ispirazione USA, fatto in Germania:
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    856


    Cari forumisti!
    Discussione molto interessante alla quale vorrei supplementare alcuni argomenti. La cosa con “Romanno Mureck” già avevo dimenticato....


    Talvolta qualche delle informazioni relevanti non ci sono restate completamente, qualche sono con sbagli già fatti nel tempo passato o sono stati interpretati con errori etc. etc.

    Ecco ci sono i miei informazioni –anchè a linea con i libri di Baer e i miei pensieri …..forse ci saranno utili per tutti interessati o soltanto per precisare più il tema forse abbia sbagliato anch`io.


    Purtroppo sulle foto non sono visibili tutti i dettagli necessarii per la precisamento degli elmi presentati

    a) primo elmo di cisei
    Inizialmente-da gran`parte concordo con gertro. In linea con Baer e fino 1966 Ulbricht`s Witwe (U.Sch) era stato l`unico produttore. 1967 la fabbrica Romann a Mureck riceva l`ordinativo per 9.000 gusci e 14.000 imbottiture ( per sostituire molte delle vecchie imbottiture vissute amercane….fino l`anni 80 ancora esistevano qualche modificati gusci americani


    Secondo me esistevano soltanto gusci dei “capotipi” M57 e M75 differenti tutti prodotti dopo 1975 (esisteva anchè il M76 ma questo M76 era solo un M57 rinnovato o M75 tutti e due modificati con due “coccodrilli” piccoli i quali sono stati appliccati nell`interno del guscio M75).

    Inoltre spesso tutti i tipi venivano usati composti (ma non in ogni caso-per la gran parte specialmente guscio vecchio con imbottitura nuova o rinnovata) tutti questi i tipi .

    Inizialmente e negli anni 50 e 60 fino 1975 il colore del guscio M57 RAL 7013 apparisce campogrigio diventandosi facilmente lucidoso, l`imbottitura M57 è grigio (è un grigio puro scuro o medioscuro). Dopo 1975 questo colore del guscio diventava più verdastrabruno chiamato “brunogrigio” e la superficie si svilluppa più opaca e ruvinosa.

    Dopo 1975 molti vecchi gusci M57 (30.000?) venivano spruzzati sopra con il colore nuovo più brunogrigio

    Per me questo elmetto si presenta così:
    vecchio guscio M57 “R.M”. con soggolo tessile pre-75, imbottitura M57 rinnovata e modificata al tipo M83 brunogrigio (M83 e l`imbottitura tipo M77 plus nastri tessili incrociati, M77 è il primo tipo della imbottitura da cuoio per i gusci M57 -rinnovati o no- e M75), soggolo da cuoio nero dopo 1962, colore interno della imbottitura è il tipico grigio(campo) M57 con il suo esterno sovrapinto con colore più nuovo brunogrigio anni 75 e dopo.
    .

    b) secondo elmetto presentato di Paolo:
    guscio M57 rinnovato a M75 con soggolo M75 per chiusura doppia (la seconda possibilità della chiusura più`rapida chiamato un`po`scherzoso “ruck-zuck”); imbottitura M83; interessamente esistono anchè soggoli –non sono pochi-nuovi M75 ruck zuck in colore grigio vecchio . Presumo che questi sono stati usati per gusci M57 non modificati per i M75 e M76.
    Forse anchè per questo perchè tutti gusci esistenti M57 non modificati e usati(verosimile anchè no lìmbottiture M57 venivano chiamati nel regolamento “stahlhelm1” , tutti gli elmetti M75 o M57 modificati “stahlhelm2”

    c.) elmetto terzo di Paolo:
    guscio non visibile e del tipo M1, telino colore “erbsentarn K4” all`inizio certamente non regolamentare ma usato e permesso negli anni 80, 90 e quindi regolamentato 1996; rete da elmo M75 con nastrino elastico olivo), nastrino ovviamente non regolare (nastri elastici colore campogrigio sono stati aboliti ca annì 80 e dopo venivano integrati non visibili nel rete. Usando un telino irregolare di nuovo si aveva bisogno di un nastrino elastico …) e imbottitura tipo M57 tessile con il soggolo marrone M57 pre 1962.

    Ma il colore della imbottitura mostrata oggi appare molto strano e molto troppo verdastra (foto ritoccata?) e non tipico austriaco. Conosco soltanto i colori (imbottitura) grigio puro iniziale e il colore nuovo brunogrigio per Límbottitura (eccizionalmente bianco per MP etc).
    Oltre a ciò il resto mi appare completamente M57 con soggolo da cuoio primo marrone m57 fino 1962. Forse un`elmetto esperimentale??

    d.) 1974 apparisceva il primo produttore tedesco Linnemann-Schnetzer (la sua timbratura personalmente non mai visto. Noti sono soltanto 300 gusci campogrigi e 300 imbottiture blu per l`intervento UN).

    e.) Solo 1986 ancora volta 1.000 elmi venivano prodotti da un produttore tedesco con nome “Schuberth” . Ma la sua ìmbottitura già veniva fatto da cuoio come il M83 regolamentare e certamente non da materiale tessile irregolare. Fino oggi ne non ho trovato perciò non conosco i segni o marca nell`interno

    f.) due M1 austriaci postbellici dalla mia collezione modesta
    M57 produzione anno 58 con soggolo ruckzuck grigio vecchio quindi un “veterano vissuto” e l´ímbottitura M57 e un M75/76 anni ottanta moderna produzione tardi con imbottitura M83
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,295
    .
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    856
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Marzetti Visualizza Messaggio
    .
    Giubba mimetica erbsentarn "Tarnjacke M69" combinato con cinturone M75; elmo rinnovato M57/75 o M75 (soggolo M75!) con nastro elastico improvvisato e tela mimetica "permessa" (evventualmente reverso tagliato della stoffa erbsentarn- inizialmente usata per il telo da tenda-non 100% chiaro) , rete M75 originale

    La giubba M69 (M59 0 M57 accorciato ca. 1969/70) era la versione rinnovata del parka M59

    M59 anchè:
    Parka mimetico austriaco postbellico
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato