Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17

Discussione: Elmetto fibra balistica slovacco

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,262

    Elmetto fibra balistica slovacco

    sk.png

    Si, sembra un PASGT americano, ma e' realizzato in Croazia. PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Ci assomiglia parecchio, infatti. Ci sono delle differenze, a parte la Nazione che lo ha prodotto?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,262

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    ...ed il suo telino 'digit' ultima versione. PaoloM
    [attachment=0:1r6kgdxp]D0001.JPG[/attachment:1r6kgdxp]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #4
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,525

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Ciao Marpo, l'elmo e' molto interessante, praticamente una copia dell'elmo PASGT USA. Com'e' evidente gli americani fanno scuola e vengono poi sistematicamente copiati. Non vi e' stata voglia di studiare e sperimentare soluzioni protettive diverse, anche sotto il profilo di un diverso disegno dell'elmo, solo una copiatura integrale. Interessante il disegno mimetico del telino anche questo copiato dal disegno mimetico presentato per la prima volta sempre dagli USA. Mi sono sempre chiesto per quale motivo e' stato elaborato un simile disegno dagli USA, un disegno da computer. Qual'e' la ragione dell'adozione di questo disegno mimetico "elettronico", come lo chiamo io, perche' altro non e' che l'immagine che si avrebbe ingrandendo all'inverosimile una foto. Vi e' una reale efficacia mimetica di questo disegno oppure e' un semplice vezzo stilistico? Ciao e complimenti per l'elmo.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Ciao Gertro, dietro l'adozione dei mimetismi "digitali" esiste in realtà una serie di studi molto complesssi: l'introduzione dei moderni dispositivi di visione optronici (diurni e notturni, a infrarosso o a intensificazione di luminescenza, etc.) ha creato la necessità di adottare dei disegni mimetici in grado di assicurare un livello di mascheramento efficace anche nei confronti di questi strumenti interferendo praticamente con la loro lunghezza d'onda (è utile ricordare che il colore non è altro che la manifestazione visibile di una determinata ampiezza e frequenza ondulatoria elettromagnetica); si è anche verificato attraverso vari tipi di sofisticati esperimenti che un disegno composto da chiazze di piccole dimensioni rende più difficoltoso l'inquadramento e la messa a fuoco di una sagoma, sia fissa che in movimento, rispetto ai disegni mimetici tradizionali "a chiazze" perchè la scomposizione puntiforme dell'immagine fa in modo che l'occhio umano abbia maggiori difficoltà a distinguerla dallo sfondo. Specifici programmi di software e vari test sperimentali hanno permesso di studiare esattamente la disposizione dei diversi "pixel", la distribuzione quantitativa dei colori, il loro diverso "peso" cromatico, etc. etc.: insomma, nulla nelle mimetiche "digicam" è lasciato al caso... Ovviamente, poichè sono state le forze armate degli Stati Unite le prime ad introdurre questo tipo di mimetismo sul campo (ma non dimentichiamo che anche i sovietici avevano tentato qualcosa di simile fin dagli anni '80) e considerando l'egemonia USA a livello mondiale è stao quasi inevitabile che le mimetiche "digicam" abbiano finito per spopolare un po' ovunque diventando "di moda" presso moltissimi eserciti; alcune di esse non sono in realtà altro che delle mediocri imitazioni delle varie ACU e MARPAT statunitensi e dietro di esse, probabilmente non c'è molto di più che un maldestro tentativo di emulazione... Pare comunque che proprio gli USA stiano nuovamente facendo marcia indietro e con la distribuzione delle nuove tenute "multicam" le mimetiche "chiazzate" stanno nuovamente tornando in auge, anche perchè in alcuni teatri operativi (leggi Iraq o Afghanistan) la "minaccia" rappresentata dai sistemi di visione e rilevamento optronici è praticamente inesistente...


    Per quanto riguarda l'elmetto devo ammettere che si tratta proprio di un clone "sputato" del PASGT USA: se non fosse stato per la mancanza dei marchi governativi l'avrei presso tranquillamente per un "Fritz" autentico... Il soggolo mi pare però assolutamente "Made in USA", il numero del lotto stampato sopra mi pare davvero inconfondibile: è probabile quindi che questo PASGT sia stato effettivamente assemblato con accessori e componenti originali americane, cosa non del tutto imporbabile visto che il governo degli Stati Uniti ha ceduto notevoli quantitativi di materiale militare a un po' tutti i paesi dell'area balcanica.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,525

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Ciao Gertro, dietro l'adozione dei mimetismi "digitali" esiste in realtà una serie di studi molto complesssi: l'introduzione dei moderni dispositivi di visione optronici (diurni e notturni, a infrarosso o a intensificazione di luminescenza, etc.) ha creato la necessità di adottare dei disegni mimetici in grado di assicurare un livello di mascheramento efficace su un più ampio spettro che non quello della sola visione umana; si è anche verificato attraverso vari tipi di sofisticati esperimenti che un disegno composto da chiazze di piccole dimensioni rende più difficoltoso l'inquadramento e la messa a fuoco di una sagoma, sia fissa che in movimento, rispetto ai disegni mimetici tradizionali "a chiazze".
    Ciao Spooky, grazie per le preziose e chiarificatrici informazioni che hai gentilmente fornito. Quindi, in sostanza, si tratta di un mimetismo studiato per essere efficace nei confronti dei sistemi elettronici di rilevazione. Quindi un tessuto con quel tipo di disegno rende problematica la identificazione della sagoma a questi sistemi. Sinceramente non mi spiegavo la logica di questo disegno mimetico e grazie a te mi e' stata chiarita.


    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Specifici programmi di software permettono di studiare esattamente la disposizione dei diversi "pixel", l'esatta distribuzione dei colori, la loro scala cromatica, etc. etc.: nulla nelle mimetiche "digicam" è lasciato al caso...
    Quindi sono disegni mimetici elaborati appositamente per questi strumenti elettronici di visione oltre ovviamente ad essere efficaci per l'occhio umano. Disegno, colori, forma, dimensioni, disposizione e cosi' via e' tutto in relazione a questi rilevamenti ottici affinche' vengano ingannati.


    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Ovviamente, poichè sono state le forze armate degli Stati Unite le prime ad introdurre questo tipo di mimetismo sul campo (ma non dimentichiamo che anche i sovietici avevano tentato qualcosa di simile fin dagli anni '80), le mimetiche "digicam" hanno finito per spopolare un po' ovunque diventando un certo senso "di moda"; alcune di esse non sono in realtà altro che delle mediocri imitazioni delle varie ACU e MARPAT americane.
    Come al solito gli americani in fatto di equipaggiamenti all'avanguardia sono sempre i primi poi inevitabilmente vengono imitati da piu' parti spesso anche in pessimo modo

    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Pare che proprio gli USA stiano nuovamente facendo marcia indietro e con la distribuzione delle nuove tenute "multicam" le mimetiche "chiazzate" stanno nuovamente tornando in auge, anche perchè in alcuni teatri operativi (leggi Iraq o Afghanistan) la "minaccia" rappresentata dai sistemi di visione e rilevamento optronici è praticamente inesistente...
    Quindi il ritorno ai disegni mimetici tradizionali ha dimostrato la validita' delle mimetiche tradizionali. Evidentemente il mimetismo elettronico forse e' stato ritenuto superfluo o forse non molto efficace


    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Per quanto riguarda l'elmetto devo ammettere che si tratta proprio di un clone "sputato" del PASGT USA: se non fosse stato per la mancanza dei marchi governativi l'avrei presso tranquillamente per un "Fritz" autentico...
    Condivido pienamente e grazie per la spiegazione sul mimetismo. Ciao.

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Sì, diciamo che l'esistenza primaria è stata appunto quella di "confondere" i sistemi di visione optronici (non so se hai presente le mimetiche notturne da deserto impiegate dall'esercito americano durante la guerra del Golfo che erano proprio "tarate" sulle frequenze dei dispositivi d'intensificazione di luminescenza), ma ovviamente il disegno di una mimetica "digicam" deve assicurare anche delle buone capacità di mascheramento diurno: insomma, si tratta di trovare il giusto compromesso tra diversi tipi d'esigenze, un po' come un'areo "stealth" che deve avere una sagoma tale da ridurre al minimo la propria riflettività ai radar ma deve comunque sempre obbedire in qualche modo alle leggi fondamentali dell'aereodinamica... Il ritorno alle mimetiche "chiazzate" significa che l'esigenza della "furtività" elettronica non è più così poi sentita, per altro anche la "multicam" è frutto di studi molto accurati. Concluderei dicendo che, comunque, non tutte le "digicam" riescono col buco, leggi la ACU USA...

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    35

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Ovviamente, poichè sono state le forze armate degli Stati Unite le prime ad introdurre questo tipo di mimetismo sul campo (ma non dimentichiamo che anche i sovietici avevano tentato qualcosa di simile fin dagli anni '80), le mimetiche "digicam" hanno finito per spopolare un po' ovunque diventando un certo senso "di moda"; alcune di esse non sono in realtà altro che delle mediocri imitazioni delle varie ACU e MARPAT americane.
    Una correzione: i primi a studiare e introdurre il mimetismo digitale nelle uniformi sono stati i canadesi con la loro CADPAT (i primi test sul campo nel 1998 - gli ultimi nel 2001, il passaggio definitivo dalle vecchie uniformi OD a quelle CADPAT, dal tardo 2001). L'USMC si interessò al progetto CADPAT durante gli ultimi stadi dello stesso. Quindi iniziò a sviluppare, con l'aiuto dei canadesi, un proprio distintivo pattern, quello che poi è diventato il MARPAT.

    Citazione Originariamente Scritto da Gertro
    Citazione Originariamente Scritto da Spooky
    Pare che proprio gli USA stiano nuovamente facendo marcia indietro e con la distribuzione delle nuove tenute "multicam" le mimetiche "chiazzate" stanno nuovamente tornando in auge, anche perchè in alcuni teatri operativi (leggi Iraq o Afghanistan) la "minaccia" rappresentata dai sistemi di visione e rilevamento optronici è praticamente inesistente...
    Quindi il ritorno ai disegni mimetici tradizionali ha dimostrato la validita' delle mimetiche tradizionali. Evidentemente il mimetismo elettronico forse e' stato ritenuto superfluo o forse non molto efficace
    Secondo me è un pò prematuro affermare che le uniformi "chiazzate" stanno nuovamente tornando in auge.
    Le uniformi con camo digitale sono ampiamente in uso presso tutte le forze armate USA.
    Anche se le "multicam", il termine corretto dell'us army è OCP, che stà per operation enduring freedom camouflage pattern, sono state distribuite all'Us army e da poco anche all'USAF, bisogna tener presente che sono autorizzate solo ed esclusivamente per il teatro Afghano (distribuzione us army da Agosto 2010).
    In Iraq (fino al ritiro delle truppe) e per le truppe Us Army in CONUS e nel resto del mondo, l'unica uniforme autorizzata era e rimane l'ACU in UCP (che è un pattern digitale).
    Anche l'Us Navy ha da poco introdotto le nuove uniformi NWU type I, II, III che sono tutte in digitale. https://portal.navfac.navy.mil/porta...tal/navfac/nwu
    Poi non dimentichiamoci dell'USAF che da alcuni anni usa l'ABU e della MARPAT nelle sue varianti (woodland, desert e il mimetismo per l'artico) in uso all'USMC.
    "De Oppresso Liber"

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Grazie Matt Mattock, sempre precisissimo!

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,262

    Re: Elmetto kevlar slovacco

    Grazie Spooky, Matt Mattock e Gertro per le vostre precisazioni ed acume in questo
    argomento che e' tra i piu' difficili da descrivere e spiegare.Mi avete sollevato da un
    compito che avete egregiamente portato a termine voi! PaoloM

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato