Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 46

Discussione: Elmetto Irlandese Vickers

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Direi di no.

    TJ era un produttore tedesco della 1gm.
    Poi non credo che fosse 63, magari 62, oppure 68.
    Le taglie sono in numero pari, a parte la mitica taglia 71, che esisteva all'epoca della 2gm, ma non so se esistesse anche nella prima guerra.

    Infine, i Vickers in ogni caso avevano il supporto per il fregio anteriormente e poi come ha detto Paolo, l'acciaio, e il peso, non si possono confondere.

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    __UDINE__
    Messaggi
    811

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Citazione Originariamente Scritto da piesse
    Direi di no.

    TJ era un produttore tedesco della 1gm.
    Poi non credo che fosse 63, magari 62, oppure 68.
    Le taglie sono in numero pari, a parte la mitica taglia 71, che esisteva all'epoca della 2gm, ma non so se esistesse anche nella prima guerra.

    Infine, i Vickers in ogni caso avevano il supporto per il fregio anteriormente e poi come ha detto Paolo, l'acciaio, e il peso, non si possono confondere.
    Bene, grazie Piesse, allora vuol dire che mi sono perso un bel elmo reichswehr ad un prezzo stracciato cest la vie.....

  3. #33
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Vorrei integrare questo topic con un mio recente arrivo.
    Ho fatto un post lunghissimo, direi una sorta di monografia: non mi mandate a quel paese, io vi ho avvertito!
    Chi ha voglia o interesse di leggerlo, per me è un piacere.

    Come potete vedere dalle foto si tratta di un Vickers Mod.27 strettamente in configurazione standard, colore verde scuro.

    Nell'occasione vorrei fare un piccolo sunto delle caratteristiche storico-collezionistiche di questo elmetto.

    Ricordo brevemente che fino al 1922 l'Irlanda faceva parte integrante della Gran Bretagna, così come Galles, Scozia, Inghilterra.
    Nel 1919 il malcontento atavico tra Irlandesi e Governo di Sua Maestà* si trasformò in guerra vera e propria, che portò infine al trattato anglo-irlandese che sancì, tra la fine del 1921 e l'inizio del 1922, la nascita della Repubblica di Irlanda, che comprendeva tutto il territorio dell'isola stessa, ad eccezione dll'Ulster o Irlanda del Nord, che rimaneva sotto il Regno Unito.

    La nascita del nuovo Stato comportò la creazione di un piccolo esercito, che volle distinguersi quanto più possibile dagli odiati Britannici, anche dal punto di vista puramente esteriore.

    Motivo per cui furono accantonate le uniformi portate fino alla fine della Grande Guerra e il tipico elmetto a padella, e si scelse qualcosa di diverso, anzi più diverso era e meglio era.

    Come elmetto, cosa di meglio che adottare addirittura il simbolo del "nemico", ovvero lo stalhelm tedesco, forse il più tipico accessorio dei nemici di pochi anni prima.

    La strada più semplice sembrava quella di acquistarne in Germania, vista la notevole quantità* di surplus oramai inutilizzati; ma il Trattato di Versailles impediva alla Germania di esportare qualsivoglia materiale militare, per cui si dovette cercare un'altra strada.

    Che fu quella di affidare addirittura ad una ditta Britannica la realizzazione dei gusci di questi elmetti, visto che in Irlanda non esistevano fabbriche metallurgiche in grado di eseguire questo lavoro.

    E' controverso se la Vickers, la Ditta incaricata, aveva a disposizione macchinari tedeschi o li realizzò in proprio; quel che è certo che l'elmetto venne fuori come copia fedele del M16 tedesco, persino negli aspetti meno funzionali o addirittura inutili.

    Quello meno funzionale era senz'altro la tipologia di aggancio del soggolo a "baionetta", già* eliminata dai tedeschi stessi nel corso della guerra, per l'evidente non praticità* e estrema facilità* di perdere il soggolo stesso.

    Quella più inutile fu l'adozione, da parte Irlandese, dei famosi "cornetti" di areazione, che nel caso tedesco avevano una logica, in quanto nati per sostenere la corazzetta frontale, nel caso irlandese assolutamente inutili, visto che le corazzette ovviamente non erano previste.

    Va detto ancora che l'acciaio usato dalla Vickers è probabilmente uno dei peggiori acciai mai usati per la costruzione di elmetti, nel senso che è così dolce che secondo me un elmetto in alluminio ha la stessa resistenza.

    Ho letto diverse motivazioni sull'argomento, c'è chi afferma che gli Irlandesi non è che avessero molti soldi da spendere, qualcun altro sostiene che la Vickers ricevette pressioni britanniche per non fare un prodotto troppo "buono", o forse più semplicemente la Vickers non era all'altezza....mah, il risultato è che il Mod. 27 è un elmetto che si coccia a guardarlo, e infatti tutti quelli che si vedono in giro sono pieni di bozze più o meno grandi.

    Da dire, che allo stesso modo, se si vuole, è abbastanza facile riportarlo in forma...

    Torniamo al guscio: la Vickers produsse ufficilmente 10.021 elmetti; questi furono tutti marcati posteriormente con un punzone che riporta la sigla V.Ltd che sta per Vickers Limited; poi abbiamo una H che sta per Helmet e un numero, da 1 a 10021, che appunto identifica il pezzo che abbiamo in mano.
    L'elmetto che vi propongo è il n. 5360, quindi grosso modo a metà* produzione.
    Sotto abbiamo la punzonatura P 407 / °27 che è la denominazione di fabbrica dell'elmetto, ovvero Project 407 anno 1927.
    Qualcuno erroneamente identifica questa punzonatura come relativa al ricondizionamento del 1940, ma non è così.

    L'elmetto usciva di fabbrica in colore verde scuro, piuttosto sottile e semilucido; col tempo detta verniciatura ha assunto tonalità* che vanno dal verde bosco al verde nero, anche sullo stesso elmetto, dando un aspetto diciamo un po' "cangiante", mi si passi il termine.

    L'elmetto rimase ufficialmente in servizio fino al 1939; in concomitanza con lo scoppio della seconda guerra mondiale, pur rimanendo la Repubblica d'Irlanda neutrale, fu deciso di adottare un elmetto un po' più robusto (si ritornò alla padellina britannica, in versione Mk.II naturalmente) e i Vickers passarono praticamente in totalità* alla Difesa Civile, e in questa occasione furono ridipinti di bianco.

    Ho letto che l'amico Paolo Marzetti dice che il colore bianco si riferisce a tinteggiatura per manovre sulla neve; so benissimo che Paolo, oltre che esperto, si documenta sempre prima di fare qualunque affermazione, per cui non intendo assolutamente contraddire, però tutte le fonti che io ho consultato, concordano sul ricondizionamento per la Difesa Civile.

    D'altronde bisogna anche dire che quasi tutti gli elmetti di questi tipo che oggi si trovano hanno questo colore bianco, e anche quelli verdi sono spesso bianchi sverniciati.

    Del resto è una operazione generalmente abbastanza facile, in quanto il bianco usato a suo tempo era una vernice abbastanza scadente e data sulla sottostante vernice liscia semilucida; inoltre, passati più di 80 anni, spesso è divenuta molto friabile e tende a staccarsi col semplice ausilio di una lametta o un taglierino.

    Anche il mio elmetto è un ex bianco.

    Parliamo un attimo degli accessori del guscio: attacchi reggisoggolo e cornetti di areazione: questi pezzi molto probabilmente furono gli unici provenienti dalla Germania, in quanto appiono identici a quelli che si vedono sui M16/18 tedeschi e inoltre, lo si può notare anche dalle foto che allego, il colore di fondo di detti accessori sembra effettivamente il tipico verde tedesco.
    Da notare comne gli areatori non seguissero la "regola" adottata da tedeschi, ovvero areatori con scalino per elmetti di piccola taglia e senza per quelli di taglia grande; questo, come sappiamo, per gli elmetti germanici era dovuto al fatto di dover adattare la corazzetta (in taglia unica) a tutti gli elmetti, cosa come già* detto assolutamente inutile per quanto riguarda gli irlandesi.
    Esempio classico, l'elmetto che vi propongo, con areatori con scalino, nonostante la taglia Large, che è la più grande di quelle prodotte.
    Dirò di più, gli elmetti che mi è capitato di osservare ultimamente, sia dal vero che in foto, portano tutti areatori a scalino. Boh...

    Inoltre i nostri gusci sono corredati, frontalmente, da due asole in ottone, applicate con piccoli rivetti, che servivano per l'eventuale apposizione del fregio tipico dell'Esercito di Irlanda.

    Detto fregio nella configurazione da elmetto (chiamato Mod.27) è oltremodo raro; meno raro quello cosiddetto Mod.24, da cappello, facilmente adattabile; molto diffuse le copie.
    Fortunatamente l'elmetto si può considerare completo anche senza fregio, in quanto le documentaziopni fotografiche d'epoca nella stragrande maggioranza dei casi, mostrano elmetti senza fregio, in quanto questo accessorio fu probabilmente prerogativa degli Ufficiali.

    Infine i rivetti di sostegno della cuffia: sono semplici ribattini in rame, corredati di una rondella dello stesso materiale posta all'esterno, e i ribattini stessi sono ribattuti per mezzo di un punteruolo e martello; sistema semplice ma funzionale, tant'è che tutti gli elmetti visti con ancora la cuffia, portano ancora saldi a distanza di quasi un secolo questi componenti.

    E veniamo alla cuffia: la cuffia è anch'essa fatta ricalcando il primo tipo di cuffia tedesca, quello con fascione in cuoio e tre patelle.
    Benché sia un sistema decisamente obsoleto, anche qui dobbiamo dire che nonostante i molti anni trascorsi, non è difficile trovare queste cuffie ancora in ottimo stato; le cuffie furono confezionate dalla Ditta T. Smith & Son di Dublino, e questo marchio si trova impresso nel fascione stesso, insieme all'anno 1927 e la taglia dell'elmetto.
    Le taglie potevano essere tre, S o M o L.

    Le patelle della cuffia portavano come imbottitura un cuscinetto in stoffa grigia contenente crine di cavallo, anzi di pony "Donegal", come specifica un pignolo appassionato irlandese.
    Detti cuscinetti spesso erano marcati con timbro a inchiostro Hilton Bros 1927, dal nome del produttore, e portavano sempre a inchiostro un grosso numero, 1 o 2 o 3, evidentemente in riferimento alla taglia dell'elmetto, ma tutto sommato inutile, poiché pur essendo stati fatti confronti su molti di questi cuscinetti, risultano tutti inequivocabilmente della stessa misura, al di là* del numero timbrato.

    Non sono riuscito a reperire notizie attendibili sullo stringhetto di unione delle patelle: o non c'è o ce ne sono di varie tipologie, difficile dire quale o quali si possono considerare originali.

    Il soggolo: il soggolo è in cuoio largo circa 15 mm. piuttosto spesso, e può essere con cuoio di diversi tipi, alle volte anche con marchio del produttore, ma più spesso della tipologia di quello che compare sul mio elmetto e che potete vedere dalle foto.

    Quello che deve essere presente sono comunque gli attacchi del soggolo alla tedesca, e la fibbia, tutto in alluminio spesso e al naturale.

    Può capitare di trovare soggoli più lunghi e con due fibbie anziché una; vengono riferiti a ricondionamenti fine anni 30/anni 40.

    Infine una notizia nota, ma di quelle che rappresentano sempre un colpetto al cuore del collezionista: circa 5000 di questi elmetti erano stati accantonati, e dimenticati, fino agli anni 70 in un vecchio capannone; in fase di lavori di ristrutturazione della struttura non si trovò miglior soluzione che demolire tutto con le ruspe, capannone e elmetti, e il tutto andò a formare la massicciata di una strada in costruzione....ben più caro del pietrisco, bisogna dire.....

    Se avete avuto la voglia, la pazienza e l'interesse di leggere questo lungo topic, vi ho detto praticamente tutto quello che so sull'argomento.
    Spero che a qualcuno possa venire utile e passo alle immagini.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #34
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Bellissimo post su questo elmetto, Piesse, sei un grande!

    Mai avrei pensato che un paese anglofono adottasse un modello "fritz"...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  5. #35
    Utente registrato L'avatar di stahlelm16
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,311

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Ottima la tua integrazione Piesse,complimenti,ed anche per il pezzo che mi piace davvero molto....
    Lassù pugnammo. Lassù caddero gli eroi fratelli
    per la grandezza della Patria.
    Il più vasto confine a lei consacrato,
    vigila e difendi con la fede dei forti


    Dal monumento al Vecio e al Bocia sito alla caserma Salsa di Belluno, sede del glorioso 7° Alpini

  6. #36
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041

    Re: Elmetto Irlandese Vickers

    Le mie fonti sono irlandesi e le ho dagli anni '70. A me risulta che la Vickers in breve, si porto' a casa nel 1919-20 un intero impianto tedesco per costruire (nell'intenzione forse erano elmetti non di tipo tedesco) e stampare elmetti.La commessa irlandese arrivo' di rimbalzo alla Vickers che non ebbe difficolta' a stamparli nella vecchia forma, ma utilizzando una lega di ghisa ed acciaio, che nulla aveva a che vedere con l'acciaio al nikel cromo d'origine.
    Si, ho sentito anch'io che dagli anni '90 gli elmetti 'bianchi' (con tinta,lavabile, facilmente asportabile) sono stati considerati per la difesa civile ed accantonati per decenni. Prove irrefutabili non ne ho mai avute, neanche leggendo qualche decina di articoli pubblicati in EIRE e in Inghilterra, riguardo questo strano elmetto.Per me la tinta di quel tipo e' attendibile come di manovra sulla neve in quanto esistono foto di soldati irlandesi (giovani e ben armati, tutt'altro che appartenenti alla Civil Defence),con tale elmetto in testa.Tuttavia la cosa non e'
    che abbia un rilievo particolare, dal momento che esistono sovratinte verde pisello, verde bottiglia,marrone rossiccio, marrone chiaro e per l'appunto bianco e anche nero. PaoloM

  7. #37
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041
    .
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #38
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041
    ..
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #39
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041
    .
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #40
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Relativamente a questa ultima foto, che conoscevo già, è particolarmente interessante, intanto perché è del 1941 e testimonia ancora in quel periodo l'uso del Vickers, e poi perché il MkII indossato dal soldato di sinistra mostra dei rivetti inspiegabili, in quanto notoriamente il MkII aveva solo un bullone cupolare per sorreggere l'imbottitura oltre a due sulla falda per le piastrine reggisoggolo.

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato