Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Elmetto m33, protezione non sufficiente?

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643

    Elmetto m33, protezione non sufficiente?

    Salve ho notato che l'elmetto italiano m 33 lascia in parte scoperta la nuca e il collo sottostante.Molti elmetti progettati in quel periodo risolvono in parte questo problema, nonostante l' M 33 sia un progetto innovativo,dal mio punto di vista ha questo handicap.Vi sarei grato per una vostra opinione.Saluti e a presto Gabriele.
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,091

    Re: Elmetto italiano m33, protezione, nuca, collo non efficenti?

    Prima che venisse approvato l'elmetto M.33, che e' durato, non ce lo dimentichiamo quasi 60 anni, nell'ambito dello studio dell'elmetto cosi' detto 'romano', furono studiati non meno di una settantina di prototipi, con falde più basse, con paranuca e con frontino più pronunciato. Vennero via via scartati gli elmetti con caratteristiche che potevano sbilanciare l'elmetto che doveva avere dei requisiti (chiamiamoli balistici, anche se il termine e' improprio), e che non doveva pesare oltre un certo limite per esigenze logiche dell'utilizzatore. Nei progetti, noti solo alcuni, e pubblicati ancora meno, sono presenti sperimentazioni col 'nuovo' elmo che si avvicina moltissimo a quello che sarà* l'elmetto tedesco Mod. 1942, già* per esigenze di stampaggio, a spigolo vivo. Insomma voglio dire che il team degli ingegneri e del coordinatore, ha realizzato un elmetto che per l'epoca e ben oltre la sua epoca ha rappresentato un design testato, e altamente ricopiato fino in tempi recenti. La protezione che ha offerto, è stata relativamente alta, rapportata ad elmetti coevi: nemmeno paragonabile ad esempio è la qualità* dell'elmetto americano M.1 rapportato al nostro, né tanto meno quello sovietico del '36 ! Il fattore protezione va' semplicemente inquadrato nell'economia di una battaglia che comporta schegge, pallottole dirette di vario calibro e pallottole di rimbalzo: il nostro era forse secondo solo al tedesco, ma bisogna ricordare che colpi diretti, nessun elmetto era in grado di pararli. La validità* e' stata molto alta. Una volta tanto siamo stati tra i primi. PaoloM

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643

    Re: Elmetto italiano m33, protezione, nuca, collo non efficenti?

    Grazie perle tue esaudienti delucidazioni ciao Gabriele.
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Elmetto m33, protezione non sufficiente?

    Non immaginavo neanche che il nostro 33 fosse così "buono". Pensavo che visto la qualità* di altri nostri equipaggiamenti fosse appena "sufficente".
    Non è che per caso conosci e puoi spiegarci le sevizie a cui li sottoponevano per i test?
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •