Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16

Discussione: elmetto modello 16 italiano

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    585
    certamente,ognuno agisce come meglio crede,
    posso però dirti che ho materiale in collezione(anche con ruggine superficiale e non marciti...) realmente trovato in case e soffitte che è con me da più di 25 anni e non si è minimamente alterato,eppure non ho fatto nessun trattamento,
    io usavo trattare solamente quello che trovavo con il metal detector,

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Località
    Veneto
    Messaggi
    189
    Bell’elmo, con la sua patina, parlante da solo senza se e senza ma.

    Personalmente ritengo che i pezzi da casa non abbiano bisogno di particolare manutenzione, se in casa ci restano, sono al sicuro, la ruggine non avanza o avanza di pochissimo in 100 anni, a meno che d’inverno non si lascino i caloriferi perennemente spenti o l’elmetto non finisca in cantina all’umido… perciò vanno trattati diversamente rispetto agli elmi da scavo, non vanno né oliati, nè spazzolati, né lavati, nè puliti in profondità, tanto meno usato l’ossalico o spruzzati con vernici o strati di velo lucido o semilucido, solo una spugnata gentile con acqua tiepida, e se ci sono fregio o il grado laterale o scritte a inchiosto/lapis del proprietario, in quei punti non va bene nemmeno la spugnata.

    Credo non si tratti di pareri ma di doveri del collezionista conservatore che voglia preservare la storicità e l’integrità totale del pezzo, la storia di un elmo della prima guerra mondiale non è limitata ai 3/4 anni di guerra che ha sopportato, ma arriva fino al 2013; la patina dunque è importantissima come già ribadito più e più volte in questo forum, ma ribadire ancora va bene… importantissima per la storicità del pezzo, per la valutazione della sua bontà, talvolta oggigiorno è la sola discriminante per giudicare alcuni pezzi che sono nel Limbo e non ultimo è importante per “appagare” l’occhio di un collezionista storico… poi su elmetti di scavo si possono usare secchiate di ossalico, se si vuol far affiorare qualche traccia di colore o tirarli a ferro lucido.

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    585
    Citazione Originariamente Scritto da dolomitico Visualizza Messaggio
    Bell’elmo, con la sua patina, parlante da solo senza se e senza ma.

    Personalmente ritengo che i pezzi da casa non abbiano bisogno di particolare manutenzione, se in casa ci restano, sono al sicuro, la ruggine non avanza o avanza di pochissimo in 100 anni, a meno che d’inverno non si lascino i caloriferi perennemente spenti o l’elmetto non finisca in cantina all’umido… perciò vanno trattati diversamente rispetto agli elmi da scavo, non vanno né oliati, nè spazzolati, né lavati, nè puliti in profondità, tanto meno usato l’ossalico o spruzzati con vernici o strati di velo lucido o semilucido, solo una spugnata gentile con acqua tiepida, e se ci sono fregio o il grado laterale o scritte a inchiosto/lapis del proprietario, in quei punti non va bene nemmeno la spugnata.

    Credo non si tratti di pareri ma di doveri del collezionista conservatore che voglia preservare la storicità e l’integrità totale del pezzo, la storia di un elmo della prima guerra mondiale non è limitata ai 3/4 anni di guerra che ha sopportato, ma arriva fino al 2013; la patina dunque è importantissima come già ribadito più e più volte in questo forum, ma ribadire ancora va bene… importantissima per la storicità del pezzo, per la valutazione della sua bontà, talvolta oggigiorno è la sola discriminante per giudicare alcuni pezzi che sono nel Limbo e non ultimo è importante per “appagare” l’occhio di un collezionista storico… poi su elmetti di scavo si possono usare secchiate di ossalico, se si vuol far affiorare qualche traccia di colore o tirarli a ferro lucido.
    grazie dolomitico,
    se si conservano per altri 100 anni mi va benissimo..........a me basta anche meno..........

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    19
    Ciao Enrico,
    davvero molto bello, gran bella patina,complimenti credo anch'io che il timbro BA sia un po più difficile da trovarsi, è anche particolare la carta di giornale infilata nell'interno,probabilmente per ridurne un po la circonferenza dato anche che la misura mi sembra bella grande, sbaglio o c'è un nome scritto a matita vicino al timbro interno?....

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    585
    Citazione Originariamente Scritto da marcolino. Visualizza Messaggio
    Ciao Enrico,
    davvero molto bello, gran bella patina,complimenti credo anch'io che il timbro BA sia un po più difficile da trovarsi, è anche particolare la carta di giornale infilata nell'interno,probabilmente per ridurne un po la circonferenza dato anche che la misura mi sembra bella grande, sbaglio o c'è un nome scritto a matita vicino al timbro interno?....
    grazie marco,hai ragione,all'interno dell'elmetto c'è scritto un nome,ma non riesco a decifrarlo bene,quello che vedo è "signor colon....."

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Messaggi
    50
    Sposo in pieno il partito di Enrico....un pezzo di storia come questo merita di lasciarlo così com'è!
    Complimenti per questa tua nuova acquisizione!
    Ciao

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato