Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22

Discussione: Elmetto Staaldak M.64 nell'Africa Australe

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Elmetto Staaldak M.64 nell'Africa Australe

    rodesiaxtt-iw.jpg safrica.jpg


    Il SudAfrica si dotò degli OTAN francesi a partire dal 1961, quando uscendo dal Commonwealth divenne Repubblica Indipendente.
    La neonata Repubblica acquistò dalla Francia la licenza di produzione, che fu avviata dalla ditta C.J.Fuchs Ltd di Alberton, distretto industriale nei dintorni di Johannesburg.

    L'elmetto che però vi propongo, pur di produzione sudafricana, è stato impiegato dall'esercito Rhodesiano.
    Preciso che sto parlando della ex Rhodesia del Sud, che divenne stato indipendente nel 1965, chiamandosi solo Rhodesia.
    La Rhodesia del Nord era diventata indipendente l'anno prima mutando il nome in Zambia.

    Nel 1968 la Rhodesia, sotto la guida di Ian Smith, proclamò la Repubblica, ma fin da subito scoppiò una violenta guerra civile, condotta dallo ZANU, movimento rivoluzionario di ispirazione marxista sostenuto da URSS e alleati, che intendeva rovesciare il regime conservatore e razzista di Ian Smith, che peraltro aveva come unico alleato il Sud Africa dell'allora "apartheid".
    La storia dice che la guerriglia durò fino al 1980, e terminò con la vittoria dei rivoluzionari; lo ZANU prese il potere, con il leader Robert Mugabe a capo del movimento e della nazione, e lo detiene ancora oggi; il nome della nazione divenne Zimbabwe, la capitale da Salisbury divenne Harare.

    Il nostro elmetto si colloca in questo scenario, esempio degli aiuti del Sud Africa al vicino alleato.

    L'elmetto è interessante con la rete che appare (uno dei rari casi) veramente solidale con quest'elmetto, tanto da apparire schiacciata nelle zone di contatto fra guscio e liner e in molte zone oramai tagliata dallo sfregamento sul bordo dell'elmetto.
    Bello il mimetismo; il liner è in plastica spessa ma tenera, piuttosto diverso dai corrispondenti francesi; anche il guscio, osservandolo bene, presente differenze con quello francese.

    Insomma un pezzo interessante inserito in un periodo storico e in un contesto poco conosciuto dalle nostre parti, ma che poco ha da invidiare a campagne e Corpi militari ben più celebri.

    scomparse foto imageshack

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Piesse,che dire,oramai non mi stupisci quasi più,quasi...
    Non capirò mai qual'è la molla che ti fa scattare per acquistare questo genere di elmetti,ma come al solito non posso non complimentarmi con te,sia per l'elmo in se stesso che per lo "spaccato" di storia aggiuntivo.
    Complimenti[]
    P.S.Stavolta cercherò di essere più attento[self]

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    ... Non capirò mai qual'è la molla che ti fa scattare per acquistare questo genere di elmetti....
    Ma, la passione, certo, ma soprattutto direi la curiosità*,
    la curiosità* anche di andare a leggere frammenti di storia meno conosciuta.

    Insomma, non disdegno certamente elmetti tedeschi o americani, ma da un certo punto di vista non c'è il piacere della scoperta, si sa quasi tutto, e poi si parla sempre di quelli....un po' di varietà*!![ciao2]

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Ma, la passione, certo, ma soprattutto direi la curiosità*,
    la curiosità* anche di andare a leggere frammenti di storia meno conosciuta.
    Questo è lo spirito giusto!!!Dovremmo imparare tutti da te,Piesse!Apriamo gli orizzonti,Ragazzi!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    114
    [

    Ma, la passione, certo, ma soprattutto direi la curiosità*,
    la curiosità* anche di andare a leggere frammenti di storia meno conosciuta.

    Sono d'accordo; anche io la penso cosi'. Elmetto interessante, bello il mimetismo ed in particolare a me piace molto la rete mimetica[ciao2]

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    Citazione Originariamente Scritto da piesse


    L'elmetto che però vi propongo, pur di produzione sudafricana, è stato impiegato dall'esercito Rhodesiano.
    ciao Piesse!
    Bellissimo esemplare ma come riesci a stabilire sia stato impiegato dai rhodesiani?
    ciao!

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    20
    scusate la domanda che può sembrare banale:
    ma è un derivato dell'M1 ?

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Mauro: bella domanda.
    In realtà* non c'è niente che lo distingue dai sudafricani se non il mimetismo che è più tipico dei Rhodesiani.
    Diciamo che la classificazione Rhodesiana è dovuta al fatto che il venditore dichiara di averli acquisiti di prima mano in quel Paese; si tratta di un collezionista di quella zona, che se ne intende, e per il quale è abbastanza indifferente classificarli sudafricani o rhodesiani, stesse valutazioni e stesso livello di rarità* e interesse.

    Per MancioCRY (ma che sta per "Mancini piangente"? per caso[8D]): si, possiamo dire che il M51 OTAN (e i successivi M53 e M56) sono parenti stretti del M1 americano; allora perché i francesi decisero di fare un proprio modello e non uniformarsi come quasi tutti gli altri Paesi europei schierati con la NATO, e adottare lo M1 o un "euroclone" praticamente identico? la risposta più attendibile pare sia nello spiccato nazionalismo dei "cugini d'oltralpe" che cercano sempre e comunque, un po' snobisticamente, di distinguersi e conservare la propria individualità* di popolo, anche negli aspetti esteriori.

  9. #9
    Banned
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    759
    Complimenti anche per questo elmo:sono tutti oggetti molto particolari e sconosciuti ai più , quelli che hai postato ultimamente.Ottimo lavoro[]

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    20
    ciao piesse
    ti faccio i complimenti per l'elmo
    sicuramente un pezzo raro per una collezione
    Grazie per la delucidazione tecnica, l'M1 americano è stato utilizzato
    da molti eserciti dopo la guerra e capita spesso di vederlo

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato