Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 57

Discussione: Elmetto USN MK2 Telephone Talker

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    I miei complimenti per l'ottimo esemplare postato.
    E' un elmetto che non possiedo, sono stato diverse volte sul punto di prenderne uno ma, dato che sono elmetti che si trovano abbastanza facilmente, ne avrei voluto uno completo in ottime condizioni come questo, ma non l'ho ancora trovato.

    In quanto alle denominazioni, in effetti è proprio così come indicata da Silent, col Mk.II.

    Sarà* anche insolito, ma gli elmetti nati specificatamente per la US Navy portano spesso questo tipo di denominazione; ricordo per esempio il Mk.IV Gentex Phonetalker in nylon balistico del 1983 usato nelle guerre del Golfo, oppure il Mk.VII Naval Battle in kevlar del 1997.

    Tornando al Mk.II, va ricordato che il progetto fu commissionato addirittura ad uno scultore, B. Edwards, che lo ideò, coadiuvato dalla moglie alla quale sembra si debba il disegno e la comodità* della cuffia, nel 1940.

    Ne furono costruiti durante la guerra circa 500.000, in parte poi ceduti nel dopoguerra a parecchi altri Paesi dell'orbita NATO, tra i quali Spagna, Belgio, Olanda e altri.
    Nel dopoguerra ancora ci furono anche dei "cloni", ad esempio lo svedese Mod.59, costruito in Germania Ovest, o il francese Mod.53 e ancora il tedesco M53 Befehsubermittlerbord.

    Nonostante l'evidente ingombro, l'elmetto pare comunque fosse comodo e leggero, piuttosto gradito perché molto protettivo, tant'è che alcuni reparti non propriamente di prima linea chiesero e ottennero di poterlo usare anche a terra; per esempio gli artiglieri pesanti sbarcati a Iwo Jima e poi in altre operazioni simili nel Pacifico, oppure lo vediamo indossato durante lo sbarco in Normandia da personale sanitario o logistico.

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078
    Il termine Mark (MK) e' generalmente britannico, pero', stranamente, e' stato adottato dall'US Navy per
    la classificazione di questi elmetti e di quelli successivi.In effetti se lo avessero chiamato M.2 vi
    sarebbe stato sicuramente l'equivoco che si potesse trattare dell'elmetto M.1 con ganci semi-lunari.
    La classificazione e le scartoffie, in questo caso hanno vinto sulla praticita'.
    Non credo vi sia nulla di strano.Ciao[8D]PaoloM

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Accetto le vostre spiegazioni circa l'MkII tuttavia osserverei che gli americani in fatto di denominazioni equivoche non mi pare avessero problemi. Cito a memoria M1 per elmetti, fucili, carabine, M3 per mitra o carroarmato... va bene che ogni volta aggiugevano delle specifiche però potevano essere più semplici. A meno che non abbiano voluto confondere il nemico, come i tedeschi con i codici produttori: mi sembra che l'effetto sia quasi lo stesso.
    Ciao
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  4. #24
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078
    Si, ma MK , per quanto riguarda gli elmetti americani lo trovi solamente su quelli della Marina.
    C'è da chiedersi cosa venisse prima dell'MK2:forse l'MK1 ? Ovvero l'M.1 classico?Per il momento
    non e' dato sapere, pero' ho il sospetto che sia cosi', anche se in tutti questi anni , e oltre a documentazione ufficiale ne ho avuti diversi dell'US Navy, bianchi, grigi, grigio azzurri e uno anche OD col grado di comandante, non ho mai trovato il marchio MKI.Comunque il 'talker' e' stato esportato (durante la guerra) all'Australia e alla Nuova Zelanda.Tale elmetto, non era dotazione personale, bensi' dotazione di bordo:con l'acquisto di svariati mezzi navali e terrestri, erano compresi anche gli elmetti di questo tipo (e forse anche gli M.1).Guardate qui: marinai australiani ad un pezzo costiero (1944)il telefonista con l'MK2 sta ricevendo le coordinate per il tiro
    che trasmettera' ai puntatori:


    Immagine:

    50,11*KB
    (Au.Nat.Archives)
    [ciao2]PaoloM

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Grazie Piesse e Marpo per gli interessanti interventi, effettivamente nonostante le dimensioni non è eccessivamente pesante, per quanto riguarda il progetto a me risulta che l'USN contrattò la McCord di Detroit e che poi furono Thomas J. Flinn e Albert Werheimer che ne disegnarono il progetto, la McCord durante il conflitto ne costruì circa 400.000 esemplari.
    Spero che ci siano anche altri nel forum che abbiano un'elmo del genere e che lo postino[ciao2]
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: USN MKII Talker

    Di recente ho acquisito anch'io uno di questi enormi elmetti.
    Sostanzialmente identico all'esemplare postato da Silent, quindi anche questo in ottime condizioni.

    Da notare un particolare che non conoscevo e ho appreso ultimamente: se ci fate caso questi elmetti si trovano molto spesso privi di sottogola/mentoniera; in effetti questo accessorio è fissato all'elmetto per mezzo di due sottili gancetti in filo di ferro che sembrerebbero fuori logica, in quanto lo rendono facilmente rimovibile e quindi perdibile.

    Ma ciò invece pare fosse dovuto al fatto che quest'elmetto, viste le enormi dimensioni e la particolare forma, e visto l'uso navale e quindi la possibilità* di trovarsi vicino ad esplosioni, era soggetto, in caso di esplosione ravvicinata, a comportarsi come un paracadute "alla rovescia" ovvero essere strappato violentemente dalla testa del malcapitato marinaio dallo spostamento d'aria che entrava dal basso verso l'alto; questi gancetti sottili e conformati in modo apposito in questo caso avrebbero immediatamento ceduto consentendo all'elmetto di volare verso il cielo, lasciando la testa dell'utilizzatore sul legittimo collo.

    Tanto per dare un'idea, a chi non ha mai avuto modo di vederli dal vero, allego qualche immagine a confrondo di un normale M1.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: USN MKII Talker

    Complimenti,Piesse,davvero belli tutti e due.Il modello U.S.N. pure se non mi è mai piaciuto come linea lo trovo sensazionale per il discorso di protezione della testa.Ragazzi,ma avete visto come sono spesse e fascianti le imbottiture?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #28
    Utente registrato L'avatar di BERTO
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    927

    M1 MK2 USNAVY helmets

    Visto che da un p'ò di tempo che questa stanza è ferma ho pensato di condividere con voi questi 3 elmetti US NAVY si tratta di :
    M1 ganci fissi Mc Cord quasi sicuramente inusato numero di lotto 231A il liner Westingouse è incompleto.
    Sotto l'M1 c'è un cappello che non ha nessuna targhetta interna tranne per la taglia credo che si chiami DECK HAT correggetemi se sbaglio, non ho informazioni su questo cappello.
    Il secondo M1 è un front seam ganci mobili SCHLUETER numero di lotto 322A S questo è stato riverniciato grigio scuro il liner Firestone.
    Il terzo è un Mk2 anche questo è sicuramnete inusato c'è una descrizione di questo guscio anche su altro post:
    viewtopic.php?f=57&t=7207
    Ogni parere è ben accetto
    Grazie
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Berto

  9. #29
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: M1 MK2 USNAVY helmets

    No, viene definito Deck Helmet, anche se dell' elmetto non ha nulla.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  10. #30
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: M1 MK2 USNAVY helmets

    Ad occhio il "berretto" è roba da portaerei, c'è anche il cinghiolo perchè non voli.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato