Pagina 5 di 44 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 435

Discussione: ELMI ED ELMETTI FARINA (database)

  1. #41
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    I forum esistono anche per questo scopo, per scambiare opinioni ed acrescere con il contributo comune l'esperienza e la cultura dell'appassionato collezionista, esperienza che funziona come parafulmini nei momenti delle tentazioni sbagliate.
    Occhio alla penna
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  2. #42
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    I numeri si possono trovare sulla parte piatta dei rivetti all' interno della falda, lettere sulla falda (mi ricordo un MA) sulla sinistra in basso (a elmo indossato con corazza su viso), oltre lettere sul retro al centro del fascione (solitamente un CF). Quanto ai crestati sarebbe interessante sapere se se ne sono trovati da scavo (dubito) potrebbe trattarsi di adattamenti sperimentali o ritocchi anni venti per sezioni di ex combattenti, comunque i crestini cechi sono più grandi del dovuto, la cosa non depone a favore degli oggetti praghesi, i soggoli poi hanno una parvenza gommosa e sono troppo scuri anche rispetto agli esemplari da scavo che si scuriscono si ma mai diventano di colore nero!, al dettaglio poi le incisioni parallele sui boedi del soggolo stesso non erano così evidenti sugli originali, infatti non erano un' ornamento ma nient' altro che l' incisione della rotellla della guida della taglierina (stessa cosa che si può notare sui soggoli dei berretti m.909)
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  3. #43
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Una domanda:
    - le bruniture sui farina sono generalizzate o esistono degli esemplari privi?
    - ho avuto modo di osservare delle spalline della corazza farina ritrovate di scavo con 5 lamine al posto delle canoniche 4, esistono quindi delle varianti ?
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  4. #44
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    A rigor di logica tutti i farina buoni dovrebbero avere la brunitura questo perchè l'aciaio al cromo era trattato cosi (anche i berni erano prodotti con lo stesso materiale)il trattamento termico deternimava la brunitura lucente, secondo me volutamente prodotta a fini anche protettivi, se si controlla bene poi si nota (in base alla foiritura della ruggine ) anche il senso di laminazione dei fogli metallici, quanto alle corazze se trovate da scavo potrebbero essere prodotte con 5 fogli al posto di 4 come succedeva per gli elmi (purtroppo non ho mai avuto occasione di visionarme una con questa particolarità*) se da scavo comunque non dovrebbero sorgere dubbi sul fatto dell' originalità*! Mi è successo di vederne una anche con una riparazione d'epoca sul rivetto che tratteneva uno spallaccio in fatti la corazza non amatissima non si adattava perfettamente alla fisionomia per cui spesso le laminette (assai deboli di costruzione) venivano sforzate e piegate,e a volte i rivetti cedevano)
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  5. #45
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Si Lafitte, precisamente due esemplari distinti, in due posti diversi ed in epoche diverse, tutti e due di scavo.
    Devo dire che sono anche molto pesanti.
    Preciso ad onor del vero che il ritrovamento è avvenuto nella zona di cima Bocche (Fassaner Alpen) dove sono avvenuti dei furiosi combattimenti nel periodo giugno- luglio del 1916, si potrebbe quasi supporre pertanto che le prime corazza prodotte avessero avuto questa caratteristica delle 5 lamine sulle spalle alle quali si è suplito sucessivamente con la costruzione a quattro lamine ritenendo inutile una eccessiva corazzatura delle spalle ed eccessivo il peso che questa costruzione comportava.
    Ogni ulteriore precisazione o smentita è bene accetta
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  6. #46
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Si potrebbe essere una deduzione valida, purtroppo sarà* molto difficile comporre una cronologia di produzione a seconda dei modelli perchè per l'appunto fabbricati in un breve lasso di tempo, ( fino a quache lustro fa forse a Milano c'era ancora qualcuno che le avera realizzate sarebbe stato interessante chiedergli qualche delucidazione in merito)) potrebbe essere che qualche manifattura producesse corazze a 5 lamine invece che 4 e che nella zona di cima Bocche sia arrivata proprio quella partita, oggetti comunque che presto divennoro arredamenti per trincee dopo i primi disastrosi risultati operativi! Invece gli elmi furono soprattutto utilizzati dai mitraglieri visto l'esposizione in zona di combattimento, in miei vecchi ritrovamenti su una linea del 15' li trovavo a 2 a 2 nelle barracchette vicino alle mitragliere e li lasciati dopo la ritirata del 17.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  7. #47
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Eh, eh.... cosa darei per poter avere la macchina del tempo... eh, eh.
    Interessante osservazione, devo dire che mai mi è capitato di vedere delle fotografie di queste manifatture ai tempi della guerra. Avranno pure fatto qualche fotografia e/o filmato degli stabilimenti durante la produzione a scopo documentario.
    Ti dirò che io in passato qualche giro in Milano, via Ruffini al civico 10 l'ho fatta (speravo di trovare qualche avanzo eh, eh), esiste ancora la struttura dell'antico palazzo all'epoca adibito a manifattura. Ora nell'immobile sono stati recuperati prestigiosi appartamenti ed uffici essendo una zona centralissima a due passi dal cenacolo Vinciano di Santa Maria alle Grazie
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  8. #48
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504

    piastra di elmo farina. buona o copia???

    posto questa sera questa placca frontale di elmo farina alto (o mediano secondo alcuni). secondo voi è buonao copia?
    non intendendomene, ho chiesto a vari collezionisti competenti, ricevendo risposte antitectiche. secondo voi?
    inserite le vostre risposte, positive o negative che siano, possibilmente motivate.

    Immagine:




    Immagine:

    187,81Â*KB

    Immagine:

    94,91Â*KB

    Immagine:

    192,19Â*KB

    Immagine:

    163,18Â*KB

    Immagine:

    176,81Â*KB
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  9. #49
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Difficile dare un parere esaustivo solo dalle fotografie (per quanto chiare) e sopratutto per lo stato di conservazione di questa piastra.
    A mio parere potrebbe essere non genuina in quanto:
    - rivetti di forma e misura non confacenti agli originali per questa serie di motivi: i rivetti interni della piastra sembrano dello stesso diametro del lato esterno; i rivetti del lato esterno piastra hanno un profilo troppo alto e (mi sembra) largo; i rivetti della falda posteriore (quello che rimane) sono rivettati in posizione anomala;
    - le quattro lamine della piastra mi sembrano tutte dello stesso spessore;
    - l'attacco del soggolo mi sembra troppo distante dalla piastra;
    - squadratura o taglio della lamina (falda posteriore) stranamente tagliato male o assemblato in maniera obliqua e non parallela al lato posteriore della piastra.
    Ciao [B)]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  10. #50
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    beh allora siamo messi male!
    se è falso, è fatto bene. son riusciti anche a mettere un pezzettino di soggolo sulla falda che sembra veramente lì da 90 anni! ad occhio, e vista la provenienza (ma non si sa mai) non è un kjv... dopo non capisco chi può essere così fesso da fare la piastra del farina e venderla senza calotta e senza completare l'elmo...
    dico però che le falde ad occhio non sono tutte uguali, le 2 centrali sembrano più spesse.
    le piastre non "cantano" come pezzo unico, ma da lamiera staccata...
    spero di fare una pulitura all'acido entro qualche giorno e allora (forse) scoprirò qualcosa di più...
    aggiungo una cosa che ho appena notato e mi puzza: alcuni rivetti sembrano "inclinati" verso un lato, come si vede dalla foto.

    Immagine:

    107,48*KB
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

Pagina 5 di 44 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato