Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 22 di 22

Discussione: Elmo italo-inglese???

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Localitā
    Trieste
    Messaggi
    1,177

    Re: Elmo italo-inglese???

    Citazione Originariamente Scritto da Gertro
    In mancanza di documentazione ma in presenza di dati innegabili da cui partire le ipotesi sono legittime altrimenti si verificherebbe il paradosso di bollare per falso tutto cio' che non risulta dall'evidenza fotografica. Ciao.
    Questa č una costante nel mondo del collezionismo...
    Ogni volta che salta fuori un pezzo modificato in maniera inusuale si tende a bollarlo per falso o rimontato.
    Il problema č che nel campo del materiale militare molte volte si incontrano elementi dell'uniforme modificati da chi li ha usati sul campo, spesso con personalizzazioni fantasiose, che in un primo momento possono far pensare al rimaneggiamento truffaldino.
    Non mi esprimo sull'originalitā* dell'elmetto oggetto di questo topic, ma non posso fare a meno di concordare con le tue ipotesi, tenuto in considerazione il fatto che gli elmetti, una volta "passati di mano" da un esercito ad un altro, possono subire delle mutazioni non indifferenti...
    <Sleep, my friend, and you will see
    That dream is my reality
    They keep me locked up in this cage
    Can't they see it's why my brain says “rage”>

    Metallica - Welcome home (Sanitarium)




    Photobooks fortificazioni <----- NEW! : Fortezze nascoste


    THOR, ODIN'S SON, PROTECTOR OF MANKIND, RIDE TO MEET YOUR FATE, YOUR DESTINY AWAITS!
    Amon Amarth - Twilight of the thunder god

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Localitā
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: Elmo italo-inglese???

    Ciao Buzz, grazie per la solidarieta'. Sai bollare di falso un oggetto (nello specifico un elmo) solo perche' non rientra nei canoni personalmente codificati e', secondo me, un errore. Nessuno di noi puo' conoscere esaurientemente quello che e' avvenuto concretamente nella vita di un oggetto come l'M33 che ha avuto una lunga vita ed e' anche espatriato. Mi chiedo (tanto per fare un'altra ipotesi con riferimento all'elmo postato) ma gli inglesi che cosa ne facevano di tutti gli M33 che toglievano ai prigionieri italiani??? Li buttavano??? O forse questi elmi avevano altre utilizzazioni presso di loro???? Pertanto, a mio avviso, possono esserci dei generali canoni di riferimento ma questi non rappresentano necessariamente la regola cui tutto deve attenersi perche' la realta' e' stata ed e' ben diversa. Ciao.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB č Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] č Attivato
  • Il codice [VIDEO] č Disattivato
  • Il codice HTML č Disattivato