Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 43

Discussione: Enigma

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Vero, c'è anche li, m'ero dimenticato, e secondo me ne hanno delle altre, insieme ad ogni "ben di Dio" nei loro depositi, ragazzi!!! chi porta il piede di porco??? [innocent]

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    1,986
    l'ultima che ho visto vendere è andata via x 50.000-60.000 €,roba da ricchi[fuga]
    affrontare l'impari lotta contro l'ocupante con tutte le conseguenze di sacrifici e di sangue che comportava, o rinunciare, per un lungo periodo di tempo, alla prospettiva di indipendenza nazionale e alla conquista di un regime democratico

  3. #13
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    [II][II] AZZ
    luciano

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    con quella cifra ci si può comprare un bel tatra cecoslovacco, identico all'SDKFZ 251;
    Cmq ho notato che gli mancano anche dei tasti e che la piastra forata davanti all'alloggio dei rotori appare danneggiata, brutti segni!!![II].

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  5. #15
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re:

    Rispolvero questo topic...

    La sua Storia

    La macchina Enigma fu sviluppata da Arthur Scherbius in varie versioni a partire dal 1918 quando ottenne il brevetto, ispirandosi al disco cifrante di Leon Battista Alberti. La prima versione misurava appena 34 x 28 x 15 cm ma aveva un peso vicino ai 12 kg.
    Egli creò una società*, la Scherbious & Ritter, a Berlino per produrre tale macchina e mise in vendita la prima versione commerciale nel 1923. Sebbene i crittogrammi prodotti fossero effettivamente indecifrabili per l'epoca, molti commercianti e uomini d'affari pensarono che l'alto costo della macchina non giustificasse la possibilità* di avere messaggi sicuri.
    Dopo la scoperta da parte dei tedeschi del fatto che le comunicazioni navali della Prima Guerra Mondiale erano state decriptate dalla Gran Bretagna anche tramite dei codici scoperti dopo l'affondamento di un incrociatore tedesco, il governo tedesco pensò che fosse arrivata l'ora di affidarsi ad un sistema sicuro per criptare i propri messaggi importanti.
    Scherbius realizzò quindi una versione diversa dalla precedente, con i circuiti degli scambiatori modificati per impedire che le macchine già* vendute fino a quel momento potessero cadere in mani nemiche, permettendo così la decodifica dei messaggi tedeschi.
    Diversi esemplari furono acquistati dalla Marina Militare tedesca nel 1926, poi nel 1929 il dispositivo venne acquisito dall'Esercito, e da allora in poi praticamente da ogni organizzazione militare tedesca e dalla maggior parte della gerarchia nazista.
    Versioni di Enigma furono usate per quasi tutte le comunicazioni radio tedesche, spesso anche per quelle telegrafiche, durante la guerra (perfino i bollettini meteorologici vennero cifrati con Enigma).
    Si dice che gli spagnoli (durante la Guerra civile) e gli italiani (nella Seconda Guerra Mondiale) usassero la versione commerciale, non modificata, per le comunicazioni militari. Questo però era sconsigliabile, dato che si trattava della prima versione di Enigma, meno sofisticata e già* decifrabile grazie al metodo scoperto da Marian Rejewski.
    Nel novembre del 1931 Hans-Thilo Schmidt, impiegato tedesco che poteva accedere alla macchina Enigma militare, aveva fornito ai francesi due documenti, chiamati Gebrauchsanweisung für die Chiffriermaschine Enigma e Schlüsselanleitung für die Chiffriermaschine Enigma che erano una specie di manuali di istruzioni della macchina tramite i quali ed altre informazioni recuperate dall'intelligence francese, permisero di ricostruire Enigma.
    La Francia, visti gli schemi e cosa avrebbero dovuto decifrare, decise che il meccanismo era troppo complesso per essere decifrato dai propri crittoanalisti e non si preoccupò neanche di finire la realizzazione di un prototipo della macchina. La Polonia, invece, sapeva che se la Germania avesse iniziato una guerra, essa sarebbe stata la prima ad essere attaccata, e chiese alla Francia i progetti e tutto ciò che era stato recuperato per la realizzazione di un prototipo e per provare a violare il codice. Vista la natura tecnologica di Enigma, il Buro Polacco decise di interpellare gli accademici della vicina Università* PoznaŠ?, sottoponendoli ad un test per trovare le persone più adatte a decrittare Enigma.
    I servizi segreti polacchi riuscirono così a decifrare Enigma, grazie all'unica debolezza del sistema cifrante, e cioè che nessuna lettera poteva mai comparire nel testo cifrato come sé stessa: l'intelligence polacco, guidato dal matematico Marian Rejewski progettò una macchina apposita chiamata Bomba, per estrarre da un messaggio enigma le chiavi di regolazione della macchina che lo aveva cifrato e quindi poterlo decifrare a loro volta. I tedeschi però cambiarono il funzionamento di Enigma introducendo un set di cinque rotori, di cui ne venivano usati tre diversi ogni giorno: questo moltiplicava per sessanta le combinazioni possibili e la bomba polacca non poteva affrontare un tale incremento di complessità*.
    Dopo l'invasione della Polonia, nel 1939, il progetto venne passato agli inglesi, i quali organizzarono un'attività* di intercettazione e decifrazione su vasta scala delle comunicazioni radio tedesche a Bletchley Park e con l'aiuto di grandi matematici come Alan Turing, riprogettarono la Bomba e idearono diversi metodi per forzare le chiavi di codifica tedesche, che davano come prodotto il testo in chiaro noto con il nome in codice Ultra. Nel 1944, un'ulteriore evoluzione della bomba portò all'introduzione del calcolatore Colossu

    Il suo Funzionamento

    La macchina Enigma aveva l'aspetto di una macchina per scrivere con due tastiere: una vera inferiore, e la seconda fatta di lettere luminose che si accendevano ad ogni tasto premuto sulla tastiera: la sequenza delle lettere che si illuminavano dava il messaggio cifrato (o quello in chiaro, se si batteva il testo cifrato).
    Il suo funzionamento si basava su tre dischi cablati, detti rotori, che avevano 26 contatti per lato (uno per ogni lettera dell'alfabeto tedesco): i cablaggi dei dischi mettevano in comunicazione ciascuna lettera su un lato con una lettera sull'altro lato. I dischi erano collegati insieme da un meccanismo simile ad un odometro: il primo disco ruotava di una lettera ad ogni pressione di tasto, il secondo ruotava di una lettera ogni volta che il primo compiva un giro e il terzo ruotava di una lettera quando il secondo finiva un giro. Il terzo e ultimo rotore era collegato a un riflettore che, cablato come un rotore, scambiava il contatto della lettera del terzo rotore e rispediva indietro il contatto attraverso tutti e tre i rotori: quindi la tensione applicata al contatto della lettera premuta dall'operatore sulla tastiera veniva applicata sul contatto corrispondente del primo rotore e usciva dallo stesso rotore attraverso un altro contatto, diretta stavolta verso una delle lampadine di Enigma.
    Oltre a questo, Enigma poteva essere regolata con degli spinotti per scambiare fra loro dieci lettere con altre dieci a scelta, per maggior sicurezza; infine i contatti di ogni rotore da una faccia all'altra potevano venire sfalsati a piacere.


    [center:1f9gz9gr]Sistema virtuale per utilizzare Enigma
    http://enigmaco.de/enigma/enigma.html[/center:1f9gz9gr]
    [attachment=1:1f9gz9gr]Enigma.jpg[/attachment:1f9gz9gr]
    [attachment=0:1f9gz9gr]Tanax Battery.JPG[/attachment:1f9gz9gr]

    Link
    http://www.telecomunicazioni.unicas.it/Mostra_Enigma
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  6. #16
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re:

    Interessante, Viper 4!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re:

    Ottimo lavoro Gigi.
    Qualcuno ha provato ad usare il Sistema virtuale per utilizzare Enigma?
    Per me.....è proprio un'enigma

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re:

    Sì, ci ho provato io. A grandi linee ho capito come si fa per l' assegnazione delle corrispondenze nelle lettere, ma le tre rotelle non riesco a capirle.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #19
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,730

    Enigma

    Ieri pomeriggio, dopo un paio di mesi di latitanza, sono andato a trovare un carissimo amico. Definirlo collezionista è veramente riduttivo....ma trovare un'aggettivo che lo possa rappresentare è altrettanto arduo.....
    Mi ha fatto vedere alcuni pezzi da infarto e quando credevo ormai di essere al termine dei miei giorni mi fa..."Ma l'Enigma te lo mai fatta vedere???..."....e io incredulo rispondo di no...., beh mi ha portato nel sottoscala, dove tra vasetti di conserva e e marmellata fatta in casa, aspirapolvere e altri oggetti ameni è conservata la preziosa macchina teutonica. Mi disse di averla acquistata ormai tanti anni fa da un signore di Reggio Emilia che l'aveva venduta come "una strana macchina da scrivere..." ad un prezzo in lire e al giorno d'oggi in euri ci compri varamente poco...
    La macchina fu prodotta nel 1942 ed è a tre cifre, ma mi ha detto che ne furono costruite a 4 e 5 cifre. Le foto putroppo nn rendono onore e merito a contanta macchina, ma sono state fatte direttamente nel sottoscala...giuro che quando ci torno ne scatterò di migliori!!!...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Enigma

    Orca....questo si che è un pezzo "per palati fini"!
    Fortunato te a poter vedere/toccare una cosa del genere....non voglio nemmeno immaginare tutto il resto....e già* che ci sei, fai anche qualche altro scatto proprio anche al resto

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato