Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 65

Discussione: Fiction TV: Eroi per caso

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Catania
    Messaggi
    677

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    condivido quanto scritto da curioso..............non mi aspettavo niente di più di quello che hanno fatto vedere.
    meglio che niente............ma invece di cercare tutte le inesattezze apriamo una discussione su quanto di buono è stato fatto vedere

    dai ringraziamenti presumo che è stato girato in Umbria......altro che Isonzo
    NUMMERI
    di Trilussa 1944
    Conterò poco, è vero, diceva l'Uno ar Zero
    ma tu che vali?Gnente!
    Sia ne l'azzione come ner pensiero rimani un coso voto e inconcrudente.
    lo invece, se me metto a capofila de cinque zeri tale e quale a te,lo sai quanto divento? Centomila.
    È questione de nummeri.E' quello che succede ar dittatore che cresce de potenza e de valore
    più so' li zeri che je vanno appresso.

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di enrico62
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    447

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    ciao

    io mi sono fermato alla prima puntata...........sempre la stessa superficialità*.

    enrico

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Toscana ( Gotenstellung ) Mugello
    Messaggi
    4,175

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Citazione Originariamente Scritto da milit73
    a tutti,

    giocherellando con il telecomando sono capitato su Rai1 quando nella fiction c'era l'assalto austriaco : non sapevo che nella Prima Guerra Mondiale avevamo in dotazione i K98 tedeschi

    E a Terni ne hanno distrutti a migliaia,di 91 e di tutti i tipi.

    Non è polemica ma solo una triste realtà*,amara fin che vogliamo ma è così.

    Ciao
    Michele
    Magari erano dei Gewehr 1898.

    Qualche numero:
    Meccanica di ripetizione: Mauser
    Date di produzione: dal 1898 al 1918
    Lunghezza: 125 cm
    Canna: 74 cm
    Peso: 4,09 kg
    Rigature: 4 destrorse
    Caricatore: integrato a 5 colpi

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    veneto
    Messaggi
    627

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Citazione Originariamente Scritto da jeijei
    speravo in qualcosa di meglio. à? stato girato in friuli?
    su internet dicono che è stato girato qui:
    "Vallo di Nera, un comune di 419 abitanti della provincia di Perugia posto su una collina in apertura della Valnerina. à? inserito tra i Borghi più belli d'Italia.à? un borgo interamente cinto da mura, che conserva intatta la sua struttura urbanistica medievale, con stretti vicoli sormontati da archi.
    Per le scene fuori dal paese non sono andati molto lontano dal paese
    ."

    su internet si trovano foto in cui è facile riconoscere i luoghi di alcune scene della fiction.

    ciao Pinuccio.

  5. #35
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,178

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    scusate, ma qualcuno ha scritto "meglio di niente". Non sono d'accordo. Con i soldi che la RAI si prende dal nostro canone potevano anche chiedere la consulenza di qualche storico e coinvolgere magari qualche gruppo di reenactors. La storia è comica e inverosimile, gli attori (Marcorè in primis) hanno l'espressività* e la recitazione di una triglia, Insinna tenta l'imitazione di Sordi (che era un'altra cosa, come lo era Monicelli), l'ambientazione è da agriturismo, per non parlare delle divise, buffetterie, armi, ecc... sforzandomi ho visto metà* della seconda parte ma me ne sono pentito. Ma perchè, mi chiedo, dobbiamo sempre accontentarci in tutto: se non hai i soldi per girare un film bellico decente, fai altro, Insinna è un bravo attore quando recita nelle commedie giallo-rosa. E poi, la sciantosa napoletana con a seguito impresario con mandolino, la giovine mammetta con pupo, la muta traumatizzata che, insieme a quattro panzoni sudati tiene in scacco un nutrito gruppo di nemici sono elementi se non ridicoli .... imbarazzanti. Non è con simili scempiaggini che si onora il ricordo dei soldati italiani o si cancella il fatto di aver vinto una guerra solo perchè l'hanno persa gli altri (che come è noto è diverso dal vincere e basta). Ma questo è ..... il 150° che è arrivato e bisogna pur spendere i soldi del contribuente .... visto poi di che parrocchia è l'amico Marcorè. Scusate lo sfogo e buona giornata a tutti.
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    46

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Come disse Fantozzi "Una cagata pazzesca"

  7. #37
    Utente registrato L'avatar di alpi-adria
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    461

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Citazione Originariamente Scritto da tonle
    scusate, ma qualcuno ha scritto "meglio di niente". Non sono d'accordo. Con i soldi che la RAI si prende dal nostro canone potevano anche chiedere la consulenza di qualche storico e coinvolgere magari qualche gruppo di reenactors. La storia è comica e inverosimile, gli attori (Marcorè in primis) hanno l'espressività* e la recitazione di una triglia, Insinna tenta l'imitazione di Sordi (che era un'altra cosa, come lo era Monicelli), l'ambientazione è da agriturismo, per non parlare delle divise, buffetterie, armi, ecc... sforzandomi ho visto metà* della seconda parte ma me ne sono pentito. Ma perchè, mi chiedo, dobbiamo sempre accontentarci in tutto: se non hai i soldi per girare un film bellico decente, fai altro, Insinna è un bravo attore quando recita nelle commedie giallo-rosa. E poi, la sciantosa napoletana con a seguito impresario con mandolino, la giovine mammetta con pupo, la muta traumatizzata che, insieme a quattro panzoni sudati tiene in scacco un nutrito gruppo di nemici sono elementi se non ridicoli .... imbarazzanti. Non è con simili scempiaggini che si onora il ricordo dei soldati italiani o si cancella il fatto di aver vinto una guerra solo perchè l'hanno persa gli altri (che come è noto è diverso dal vincere e basta). Ma questo è ..... il 150° che è arrivato e bisogna pur spendere i soldi del contribuente .... visto poi di che parrocchia è l'amico Marcorè. Scusate lo sfogo e buona giornata a tutti.


    Non sono d'accordo!!!!!!! MA D'ACCORDISSIMO!!!!!

    Mi permetto di aggiungere 2 righe alla esaustiva spiegazione di tonle...

    quando vedo film americani, la meticolosità* nel ricostruire una battaglia o un avvenimento, la precisione nel curare divise, ambienti ecc e sopratutto la recitazione completata da una trama avvincente resto meravigliato...
    Poi penso a noi italiani che siamo pieni di meravigliose storie e racconti di reduci delle 2 guerre, abbiamo saputo farci valere anche nel campo di battaglia più duro che sia mai esistito (RUSSIA) e mi dico:

    "Caxxo" (perdonate l'espressione)!!!! Possibile che non ci sappiamo raccontare?!?!?!?
    Possibile che non riusciamo tramite un film decente a raccontare ai nostri figli quello che i nostri nonni e bisnonni hanno passato nel bene e nel male!?!?!?
    Perchè dobbiamo sempre ridicolizzarci invece di rivalutare la nostra storia e le nostre imprese!!!!!

    Chissà* dove finiremo....
    Ciao a tutti

    Alessandro - alpi-adria

  8. #38
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,178

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    caro Alessandro, non so se per indole innata all'autolesionismo o per un preciso calcolo politico, la nostra storia militare è sempre stata raccontata o in burletta o in modo superficiale o in maniera esageratamente agiografica o, ancor peggio autocompiacendosi degli errori commessi. Sta di fatto che ad oggi non esiste in Italia un film serio (non che quello di Monicelli fosse fatto male ... anzi ... ad averne) su quello che è stato, lo ripeto, il più grande sforzo militare nazionale. Il dibattito è aperto. Un caro saluto a te e a tutti gli amici intervenuti. Tonle
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,815

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Citazione Originariamente Scritto da alpi-adria
    Citazione Originariamente Scritto da tonle
    scusate, ma qualcuno ha scritto "meglio di niente". Non sono d'accordo. Con i soldi che la RAI si prende dal nostro canone potevano anche chiedere la consulenza di qualche storico e coinvolgere magari qualche gruppo di reenactors. La storia è comica e inverosimile, gli attori (Marcorè in primis) hanno l'espressività* e la recitazione di una triglia, Insinna tenta l'imitazione di Sordi (che era un'altra cosa, come lo era Monicelli), l'ambientazione è da agriturismo, per non parlare delle divise, buffetterie, armi, ecc... sforzandomi ho visto metà* della seconda parte ma me ne sono pentito. Ma perchè, mi chiedo, dobbiamo sempre accontentarci in tutto: se non hai i soldi per girare un film bellico decente, fai altro, Insinna è un bravo attore quando recita nelle commedie giallo-rosa. E poi, la sciantosa napoletana con a seguito impresario con mandolino, la giovine mammetta con pupo, la muta traumatizzata che, insieme a quattro panzoni sudati tiene in scacco un nutrito gruppo di nemici sono elementi se non ridicoli .... imbarazzanti. Non è con simili scempiaggini che si onora il ricordo dei soldati italiani o si cancella il fatto di aver vinto una guerra solo perchè l'hanno persa gli altri (che come è noto è diverso dal vincere e basta). Ma questo è ..... il 150° che è arrivato e bisogna pur spendere i soldi del contribuente .... visto poi di che parrocchia è l'amico Marcorè. Scusate lo sfogo e buona giornata a tutti.


    Non sono d'accordo!!!!!!! MA D'ACCORDISSIMO!!!!!

    Mi permetto di aggiungere 2 righe alla esaustiva spiegazione di tonle...

    quando vedo film americani, la meticolosità* nel ricostruire una battaglia o un avvenimento, la precisione nel curare divise, ambienti ecc e sopratutto la recitazione completata da una trama avvincente resto meravigliato...
    Poi penso a noi italiani che siamo pieni di meravigliose storie e racconti di reduci delle 2 guerre, abbiamo saputo farci valere anche nel campo di battaglia più duro che sia mai esistito (RUSSIA) e mi dico:

    "Caxxo" (perdonate l'espressione)!!!! Possibile che non ci sappiamo raccontare?!?!?!?
    Possibile che non riusciamo tramite un film decente a raccontare ai nostri figli quello che i nostri nonni e bisnonni hanno passato nel bene e nel male!?!?!?
    Perchè dobbiamo sempre ridicolizzarci invece di rivalutare la nostra storia e le nostre imprese!!!!!

    Chissà* dove finiremo....
    GIUSTISSIMO
    CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

    CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO

  10. #40
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810

    Re: "Eroi per caso" RAI 1. Fiction sulla Grande Guerra

    Credo, anzi sono assolutamente sicuro, che gli oltre 650 mila nostri soldati caduti sui fronti della Grande Guerra, si siano rivoltati nella tomba come un sol uomo.
    Non meritavano questo affronto, anni di sofferenze, patimenti inauditi, privazioni di ogni genere (della vita innanzitutto) ridicolizzati in tre ore di fiction....quando poi è spuntato pure il mandolino mi sono caduti del tutto i maxxoni...anche il mandolino... ...
    Non oso pensare, nel proseguimento dei 150 anni di unità* di questa nostra (...povera...) Italia cosa vorranno propinarci.....
    Almeno noi, nel nostro piccolo, continiamo a raccogliere, a fotografare, a catalogare, a postare, a discutere, è il minimo che possiamo fare per i nostri morti. Continueremo così a tenere vivo il loro ricordo, senza mai ridicolizzarli
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

Pagina 4 di 7 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •