Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Film:20 Sigarette

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    23

    Film:20 Sigarette

    Salve a tutti,qualche giorno fā* ho visto sulla televisione satellitare il film di Aureliano Amadei "20 Sigarette" film tratto dal suo romanzo "Venti sigarette a Nassiriya",il film racconta la storia in cui si č trovato coinvolto l'autore-regista durante e dopo l'attentato subito dalle nostre Forze Armate il 12 Novembre 2003.
    Non sono un critico cinematografico ma al di lā* delle personali e tragiche vicende che l'autore ha subito a me questo film non ha entusiasmato retorica a parte,alcuni dettagli potevano essere costruiti un pō meglio,in alcune scene si vedeva l'attore che interpreta la parte del Maresciallo Olla imbracciare un M16 A1,e lo stesso attore indossa una mimetica tipo desertica quando invece in quel contesto i militari della Brigata Sassari indossavano una mimetica tipo Woodland e sopratutto (ma questo perchč sono Sardo) ancora ci si ostina a caratterizzare l'accento Sardo in una maniera esagerata,magari mettiamo qualche doppia in pių ma noi non parliamo cosi!
    Cunservet Deus su Re sarvet su Rennu Sardu et gloria a s'istendardu cunzedat de su Re

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Localitā
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078

    Re: Film:20 Sigarette

    A me e' piaciuto.E' uno di quei film new generation che non deludono, sia per interpretazione(Vinicio Marchioni e tutti gli altri) sia nella trama incalzante.Il tempo di un pacchetto di sigarette ed č accaduto di tutto a Nassiryia.Si respira il clima d'attesa di qualcosa di incombente, non facile da riportare sullo schermo, eppure e' stato fatto.
    [attachment=0:3grv0lzh]1.jpg[/attachment:3grv0lzh]
    Si, qualche uniforme ed arma fuori posto, tuttavia qui l'interessante č proprio la trama.
    Il fatto degli accenti, su film di questo tipo, assai vicini alla realta' dei fatti, non puo' essere che un plus del film.Accento sardo troppo marcato? Mah, io ho avuto compagni di universita', compagni di naja e compagni di lavoro sardi e debbo dire che, chi piu', chi meno,aveva il proprio accento, non offensivo per nessuno, anzi, simpatico e spontaneo come pochi altri. Il film ha vinto un premio particolare a Venezia, proprio per la spontaneita'
    dei dialoghi, per la fotografia e per quant'altro.Lo consiglio a chi non lo ha visto. PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •