Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Film: Concorrenza sleale

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Film: Concorrenza sleale

    Foto di scena del film Concorrenza sleale, di Ettore Scola, nella quale si vede una buona ricostruzione dell' uniforme da "Metropolitano"...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Concorrenza sleale č un film del 2001 di Ettore Scola, pur non essendo un film di guerra in senso stretto - č incentrato sul trauma creato dsalle leggi razziali del 1938 - č interessante per l' ambientazione ed i costumi molto curati, cosa non usuale in Italia.
    ______________________
    Genere drammatico
    Regia Ettore Scola
    Soggetto Furio Scarpelli
    Sceneggiatura Furio Scarpelli, Giacomo Scarpelli, Ettore Scola, Silvia Scola
    ______________________________
    Premi
    Festival di Mosca: miglior regia
    David di Donatello 2001: miglior scenografia

    _____________________________

    Cast:
    Diego Abatantuono: Umberto Melchiorri
    Sergio Castellitto: Leone Della Rocca
    Gérard Depardieu: Professor Angelo Melchiorri
    Antonella Attili: Giuditta Della Rocca
    Elio Germano: Paolo Melchiorri
    Sabrina Impacciatore: Matilde
    Rolando Ravello: Ignazietto Paspinelli
    Gioia Spaziani: Susanna Della Rocca
    Anita Zagaria: Margherita Melchiorri
    Simone Ascani: Lele Della Rocca
    Walter Dragonetti: Pietruccio Melchiorri / voce narrante
    Jean-Claude Brialy: Nonno Della Rocca
    Augusto Fornari: Zio Peppino
    Claude Rich: Conte Treuberg
    Paola Giannetti:
    Fabio Ferrari:
    Claudio Bigagli:Ispettore polizia
    __________________________________________________

    Trama:
    Roma, 1938: Umberto Melchiorri e Leone Della Rocca sono due commercianti di stoffa che lavorano sulla stessa via. Il primo, un milanese cattolico, prepara abiti su misura mentre il secondo, un ebreo romano, vende capi confezionati.
    I due commercianti sono perennemente in concorrenza. Essi adottano continuamente svariate strategie per attrarre i clienti nei propri negozi e molto spesso litigano per futili motivi. Il loro pessimo rapporto subisce una radicale svolta, dopo la promulgazione delle leggi razziali in Italia. Umberto comincia dunque a trattare con pių rispetto il "rivale", consapevole del tragico periodo che quest'ultimo sta attraversando, costretto a chiudere anche il suo negozio. Il film si conclude con la partenza della famiglia di Leone verso il ghetto di Roma, con i due che nel frattempo hanno stretto amicizia: lo stesso Umberto era andato a trovare Leone, quando costui, a causa delle continue vessazioni a suo danno, si era ammalato. Questo finale lascia intuire che Leone non farā pių ritorno nella sua cittā, essendo destinato probabilmente ad un campo di concentramento nazista.
    __________________________________________________ ___________
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •