Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Film: Due lettere anonime

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Film: Due lettere anonime

    "Due lettere anonime" film del '45 di Mario Camerini, č ambientato nella resistenza romana e piuttosto fiacco rispetto a "Roma cittā Aperta". In pratica fu un tentativo del regista-simbolo dei telefoni bianchi del ventennio di riciclarsi col nuovo corso.
    Interessantissime perō le sequenze dei combattimenti tra italiani e tedeschi l' 8 settembre, nei luoghi e con materiali originali!
    Italiani in grigioverde, con carri e semoventi M, Ab41 e Camionette Sahariane, persino la batteria da 100/17 davanti all' Ostiense, tutto materiale originale.
    Tedeschi in kaki con autocarri Opel Blitz, Kettenkrad, Kubelwagen e blindo inglesi Humber "travestite" da tedesche!
    Interessante la scena di massa nei cantieri dell' E42 davanti al Colosseo Quadrato...
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Localitā
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,091
    due lettere anonime.jpg
    Trama

    Bruno torna a casa in licenza dal fronte russo e scopre, dopo aver ricevuto una lettera anonima, che Gina, la ragazza che voleva sposare, si č messa con Tullio, il quale gestisce una tipografia in collaborazione coi tedeschi.
    Dopo il proclama Badoglio dell'8 settembre 1943, Gina inizia a collaborare con la Resistenza italiana contro l'occupazione nazista. Lo stesso fa Bruno, che viene assunto nella tipografia dietro indicazione del vecchio proprietario, che ora guida un gruppo di partigiani. Ma Tullio, che si sente estraneo alle questioni politiche, non esiterā a tradire la fiducia dei vecchi amici.
    La seconda lettera anonima č quella inviata al covo dei partigiani, dopo la cattura di Bruno, per chiedere un riscatto. Gina capisce che questa lettera, come la prima, č opera di Tullio, quindi va a chiedergli spiegazioni ed infine gli spara. Finita la guerra, Gina č ancora in prigione, ma Bruno le dice che, se c'č giustizia, potrā uscire presto.
    f9e3d.jpg f_e6s.jpg

    Buon film che si puo' inserire tra quelli del neo-realismo- Ottima scenografia.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •