Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Film: I lunghi giorni delle aquile (Battle of Britain)

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Film: I lunghi giorni delle aquile (Battle of Britain)

    [attachment=0:3p1qcm2b]imm.jpg[/attachment:3p1qcm2b]
    I lunghi giorni delle aquile Titolo originale: Battle of Britain
    Anno 1969
    Regia: Guy Hamilton
    Soggetto: James Kennaway
    Interpreti e personaggi :
    Laurence Olivier: Sir Hugh Dowding
    Hein Riess: Hermann Göring
    Trevor Howard: Sir Keith Park
    Robert Shaw: capo squadriglia Skipper
    Christopher Plummer: capo squadriglia Colin Harvey
    Michael Caine: capo squadriglia Canfield
    Edward Fox: uff. pilota Archie
    Susannah York
    Ian McShane: sergente pilota Andy
    Kenneth More: Caporale Baker
    Ralph Richardson: ambasciatore inglese in Svizzera
    Patrick Wymark: Trafford Leigh-Mallory
    Michael Redgrave
    Curd Jürgens: ambasciatore tedesco in Svizzera
    Nigel Patrick: Caporale Hope
    Wilfried von Aacken: generale Theo Osterkamp
    Karl-Otto Alberty: generale Hans Jeschonnek



    Trama Wikipedia :1940, dopo la caduta della Francia il comandante tedesco Hermann Göring, maresciallo dell'aria della Luftwaffe, invia 2 500 aerei sull'Inghilterra: inizia la storica battaglia d'Inghilterra. Il titolo originale, Battle of Britain, è stato cambiato in quanto nello stesso anno uscì un film italiano diretto da Enzo G. Castellari e chiamato proprio La battaglia d'Inghilterra.Le scene aeree, piatto forte della produzione, costarono 12 milioni di dollari.Decine di vecchi aerei da guerra furono rimessi in condizioni di volo appositamente per le riprese: non solo Spitfires e Hurricanes, recuperati con l'aiuto della RAF, ma anche diversi Junkers Ju 52, Heinkel He 111 e Messerschmitt Bf 109 costruiti su licenza in Spagna (rispettivamente CASA 352, CASA 2.111 e Hispano Aviación HA-1112). Come piattaforma per le riprese fu invece utilizzato un B-25 Mitchell. Molti piloti veterani che avevano partecipato in prima persona alla vera Battaglia d'Inghilterra fecero da consulenti storici per il film: fra questi Adolf Galland, Robert Stanford Tuck e Peter Townsend. Anche molte comparse utilizzate nelle scene dei bombardamenti su Londra erano superstiti del Blitz.
    Una delle prime scene, che rappresenta la spiaggia di Dunkerque, è stata girata a Huelva dove, nella realtà storica, lo spionaggio inglese mise in atto l'Operazione Mincemeat. Questa è stata rappresentata da un altro film di guerra, che si intitola L'uomo che non è mai esistito (1956).Le scene ambientate al RAF Fighter Command di Bentley Priory sono state girate in quella stessa base militare utilizzando persino l'ufficio di Hugh Dowding con i mobili originali.Un cast eccezionale per un film nato e prodotto come eccezionale, ma che non ebbe, all'epoca un riscontro particolarmente alto sia in Inghilterra che in USA.
    La parte dominante del film sono le riprese delle battaglie aeree , ripetitive e forse troppo lunghe dove si sprecano famosi attori, spesso irriconoscibili sotto caschi e occhialoni. I nazisti chiamarono Adlertag (giorno dell'aquila) il 13-8-1940 quando partì il primo, massiccio attacco della Luftwaffe (1485 aerei tra caccia e bombardieri). Sulla lavorazione del film e i suoi retroscena c'è un divertente libro di Leonard Mosley. Fu un grosso fiasco commerciale: un deficit di 10 milioni di dollari. Battle of Britain è anche il titolo del 4° documentario (1943, BN, 52 minuti) della serie USA Why We Fight con la supervisione di Frank Capra.Onestamente va' detto che la produzione non ha lasciato nulla al caso ed i patiti aeronautici hanno avuto modo di apprezzare notevoli combattimenti del tutto plausibili.Va' anche ricordato che la pellicola non ha subito alcuna manipolazione al computer visto che non fu minimamente adoperato.Direi senz'altro un film da vedere, ma armarsi si pazienza, perché e' lungo davvero. PaoloMNever-was-so-much-owed-by-so-many-to-so-few-poster-595x888.jpg
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Franz56
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Trieste ("Uciolandia")
    Messaggi
    2,976

    Re: Film: I lunghi giorni delle aquile (Battle of Britain)


    Visto più d'una volta e sempre molto volentieri...!!!
    La vita è un temporale... prenderlo nel .... è un lampo...!!!
    El vento, el ... e i siori i gà sempre fato quel che i gà voludo lori...

    "Se un bischero dice 'azzate vorti'osamente può apri' un varco spazio temporale, in cui può incontrassi po'i se'ondi prima, generando 'osì un'infinita e crescente marea di 'azzate"... Margherita Hack

  3. #3
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: I lunghi giorni delle aquile (Battle of Britain)

    Per aggiungere qualcosa all' argomento, segnalo che nel 1969 Longanesi & C. pubblicò un volumetto con lo stesso titolo del film, probabilmente il primo esempio di instant-book in Italia, che illustrava il making-of del film, con la cronistoria del girato dagli attori e dalla troupe aeronautica dei velivoli storici recuperati in GB e Spagna, la compresenza sul set di numerosi assi della 2^G.M. (Galland, Bader, ecc.) le scene di combattimento, nonchè un accenno al gossip anglosassone dovuto al fatto che sia il marito della principessa Martgaret, Lord Snowdon che l' ex- amante Col. Townsend partecipavano alla produzione del film. Se interessa potrei postare qualche curiosa foto dal libro - e ve ne sono molte !
    Aspetto riscontri...
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •