Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Film: Indigènes

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,788

    Film: Indigènes

    INDIGENES è un film del 2006 diretto dal regista francese di origine algerinaRachid Bouchareb.

    Presentato in concorso al Festival di Cannes 2006, ha ottenuto un premio per l'interpretazione maschile collettivo, per Jamel Debbouze, Samy Naceri, Sami Bouajila, Roschdy Zem e Bernard Blancan.

    È stato presentato anche al 27º Festival del Cinema Africano di Verona, dove ha vinto il premio dell'Associazione degli Studenti Africani di Verona (ASAV).

    Combattere per la madrepatria. Morire per una terra lontana, mai vista. Questa l'avventura vissuta da migliaia di abitanti delle colonie francesi durante la Seconda guerra mondiale. Il film presenta la dura e sofferta esperienza di quattro soldati nord-africani (tre algerini ed un marocchino), arruolati nell'esercito francese per combattere contro l'occupazione nazista.Un ufficiale francese dispone il diritto di razzia ai suoi soldati nordafricani nel territorio italiano, invitandoli - un invito che suona di retorica ridicola sul film - a non sottoporre la popolazione femminile locale a violenze.Cio', alla luce dei fatti e' notoriamente falso infatti le violenze in Italia furono tali e tante che inglesi ed americani si vergognarono cosi' tanto dell'accaduto, che chiesero ed ottennero di spostare tali truppe, in altro settore operativo.Quattro giovani, ognuno con la propria vita: Messaoud l'innamorato, Yassir il mercenario, Said il povero che cerca fortuna all'estero e Abdelkader l'idealista. La celebre battaglia di Montecassino risoltosi in un carnaio, la licenza in Provenza e la spedizione nell'Alsazia, all'inseguimento delle truppe naziste in ritirata. Vittime della discriminazione da parte dei soldati francesi, vittime della Storia che non ricorderà il loro sacrificio e quello delle migliaia di coloni morti per l'interesse del colonizzatore. Un film che denuncia e riporta alla luce un aspetto trascurato del conflitto mondiale, riconoscendo il giusto tributo a ogni vittima dell'assurdità della guerra.

    Il film termina ai giorni nostri, dove l'ultimo superstite Messaoud, oramai anziano e povero, residente in Francia, fa visita alle tombe dei suoi compagni. I titoli di coda rammentano come le autorità francesi avessero sospeso la pensione di guerra per i reduci, una volta che i loro paesi di origine proclamarono l'indipendenza, fino allo sblocco deciso dal presidente francese Chirac.Tra alti e bassi e' un buon film, ma estremamente amaro e triste.E' conosciuto anche col titolo inglese Days of Glory.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    267
    Be in Italia i mercenari al soldo dei francesi ne hanno commesse di atrocità!

  3. #3
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,705
    Film visto un po' di tempo fa e che mi è piaciuto abbastanza. Non sono sufficientemente ferrato sulla uniformollogia specifica per dare un giudizio tecnico.
    sven hassel
    duri a morire

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •