Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Film: Lawrence d' Arabia

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Film: Lawrence d' Arabia

    Rivisto oggi il cd dell' edizione restaurata da 218 min. trovato in edicola da pochi giorni, sempre bellissimo come lo ricordavo da ragazzino.
    Mi ha fatto venir voglia di realizzare finalmente il figurino di Lawrence in 120 mm che dorme nella mia cantina da una ventina d' anni...
    E poi le scene di massa, l' assalto al treno turco, le blindo inglesi, attori straordinari e dialoghi entati nel mito...
    _________________

    "Hai gli occhi azzurri, sei circasso?"
    "Si effendi..."
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Cav e cosa aspetti a farlo?????????? Vogliamo il post appena finito eh? Io non mi ricordo se l'ho visto intero e restaurato bisogna che cerco un po', mi hai fatto venire voglia di rivederlo...............

    Christian M.
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Lawrence d'Arabia (Lawrence of Arabia) è un film kolossal del 1962 diretto da David Lean, vincitore di sette Premi Oscar, tra cui quelli per il miglior film e la miglior regia.

    [attachment=0:25p1zjza]Peter_OToole_in_Lawrence_of_Arabia.jpg[/attachment:25p1zjza]

    Trama da Wikipedia.In Gran Bretagna nel 1935, un uomo esce di casa e a bordo di una motocicletta percorre una strada della campagna inglese e procede a velocità mano a mano maggiore con suo divertimento. All'improvviso si trova di fronte ad alcuni ciclisti che procedono in senso contrario; frena bruscamente per evitarli ma la moto si impenna in un dosso uscendo di strada e la caduta gli causa la morte. Una numerosa folla composta da importanti personalità militari, della politica e della stampa, unita alla gente comune, partecipa commossa ai suoi funerali che si tengono nella Cattedrale di Saint Paul: l'uomo perito nell'incidente è Thomas Edward Lawrence ed un giovane giornalista chiede ai presenti notizie su di lui. Tutti gli intervistati concordano sulla straordinarietà del personaggio ma nessuno osa sbilanciarsi sulle sue qualità umane e sulla sua interiorità.


    Il Cairo, sede dell'Ufficio arabo, il reparto dove prestava servizio Thomas Edward LawrenceLa storia prende a quel punto il via al Cairo, in Egitto, dove, durante la prima guerra mondiale, il tenente Lawrence, ricopre l'incarico di cartografo e corrispondente nello stato maggiore del generale Archibald Murray, in quel periodo a capo dell'Ufficio arabo. Egli è molto interessato ai movimenti delle tribù arabe, tanto da riportare sulla rivista dell'Armata il loro tentativo di attacco alla città di Medina, occupata dai turchi, che è passato quasi del tutto inosservato al comando inglese; è inoltre un uomo dotato di una grande preparazione umanistica ed è affascinato dalla cultura e dalla civiltà arabo-islamica, tanto da ritenere che le tribù, se accorpate, possano costituire un prezioso alleato nella guerra contro i turchi.

    L'occasione arriva nel momento in cui, su richiesta di Mr. Dryden, consulente politico e diplomatico degli inglesi, Lawrence è convocato dal generale Murray, il quale, non senza reticenze e con un certo scetticismo, gli affida l'incarico di raggiungere il colonnello Harry Brighton che in quel momento sta svolgendo l'incarico di consulente del principe arabo Faysal, per capire e valutare le sue intenzioni sul ruolo degli arabi nella guerra e nel quadro politico che potrebbe delinearsi in futuro. Dryden, al pari di Lawrence, ha ricevuto le stesse impressioni dal loro tentativo di attacco a Medina, ed intende scoprire se ed in che modo essi possano essere utilizzati contro i turchi, alleati degli Imperi centrali.

    Lawrence, in sella ad un cammello, intraprende il viaggio nel deserto accompagnato da un beduino che gli funge da guida ed insieme attraversano le terre delle varie tribù che vivono ancora come l'Antico Testamento le ha descritte[senza fonte]; durante la traversata stringono amicizia ma durante la sosta presso un pozzo di acqua il nomade viene ucciso dallo sceriffo Alì in quanto ha bevuto senza permesso dal pozzo di proprietà della sua tribù. Il duro scambio di opinioni che segue tra i due fa capire in modo diretto al tenente quanto vivi siano ancora gli attriti tribali in Arabia e lo costringe a proseguire da solo ma per sua fortuna l'accampamento di Faysal è ormai vicino e, dopo avere incontrato il colonnello Brighton che, avvertito, gli è andato incontro, vi arrivano mentre è in corso un attacco aereo turco.

    La sera stessa Alì raggiunge Lawrence, il colonnello e il principe nella tenda di questi e tutti espongono le loro valutazioni sulle possibilità degli arabi di condurre una guerra contro un esercito moderno: il colonnello insiste perché l'armata araba ripieghi a Yenbo, al riparo dalle incursioni turche, mentre Lawrence suggerisce, suscitando i rimproveri di Brighton, la creazione di unità mobili che possano colpire velocemente nel deserto, utilizzando la tattica che i beduini da sempre osservano, e che possano in questo modo arrivare a conquistare Damasco. Il principe rimane favorevolmente impressionato sia dalle parole del giovane ufficiale sia dal suo atteggiamento apertamente filo arabo, nonché dalla sua conoscenza del Corano ma prudentemente accoglie il consiglio del colonnello.


    La fortezza di Aqaba, conquistata dall'armata araba dopo l'attraversamento del deserto di NefudDopo un breve ritiro solitario nel deserto, Lawrence ha un lampo di genio: bisogna prendere Aqaba, la celebre roccaforte marittima degli Ottomani, imprendibile dal mare a causa dei cannoni costieri da 305 mm montati a sua difesa; lo comunica ad Alì ma egli sa che per raggiungerla via terra l'unica strada è il deserto del Nefud e gli fa presente che l'impresa sarebbe in ogni caso impossibile con i soli 50 uomini che il principe è disposto a concedere al tenente ma questo non lo scoraggia ed è disponibile a rischiare contando sul fatto che al di là del deserto vi è il territorio degli Howeytat, una tribù di predoni ma allo stesso tempo guerrieri di grande valore e coraggio e che certamente si uniranno a loro per la conquista della città.

    L'attraversamento del Nefud, a fronte di enormi difficoltà, è un successo, e Lawrence, divenuto agli occhi di chi ha condiviso l'impresa con lui una sorta di profeta con il nome di El Orens o semplicemente Orens, trova in Auda abu Tay, indomabile guerriero e condottiero degli Howeytat, il proprio cavaliere ideale. Aqaba viene conquistata con un attacco a sorpresa da terra ma la sera prima accade un fatto che segnerà profondamente Lawrence: un appartenente alla tribù degli Arif uccide un uomo appartenente agli Howeytat e, per evitare uno scontro ma soprattutto per evitare l'affossamento del piano per conquistare la città, egli si offre di giustiziare il colpevole scoprendo all'ultimo che l'uomo è il medesimo che lui aveva in precedenza salvato nel deserto durante la traversata.


    Peter O'Toole, El OrensPer portare la notizia della conquista di Aqaba a conoscenza del comando inglese, Lawrence deve velocemente fare ritorno al Cairo e per farlo deve attraversare il deserto del Sinai. Così potrà dare modo ai superiori di studiare una nuova strategia e corrispondere ad Auda il premio che gli aveva promesso per la conquista di Aqaba. Durante il viaggio accade un altro fatto che lo segnerà; uno dei suoi due giovani servi che lo accompagnano perde la vita sprofondando nelle sabbie mobili, e quando, stremato ed ormai senza forze, arriva al Canale di Suez raggiunge il quartier generale inglese e viene ricevuto dal nuovo comandante dell'Ufficio arabo, il generale Allenby. Egli si mostra entusiasta per la sua impresa, lo promuove al grado di maggiore ed acconsente a fornirgli tutto l'equipaggiamento necessario per formare un'armata araba che affiancherà le forze regolari inglesi nella guerra per la conquista dell'Arabia. A sua insaputa però il generale è già al corrente, informato da Dryden, che il governo inglese ha già deciso che l'Arabia diverrà un protettorato britannico appena i turchi saranno scacciati.

    Tornato tra gli arabi, Lawrence è ormai una figura altamente carismatica ed alla loro guida intraprende la lotta con i metodi che aveva in precedenza suggerito al principe, dimostrandosi particolarmente efficiente ed efficace nel colpire la ferrovia turca che collega Medina a Damasco, fondamentale per il trasporto nelle zone desertiche, ed è sempre più conquistato dallo spirito di indipendenza arabo e dal fascino di quella terra. Le tribù arabe sono unite saldamente a lui nel nome del principe Faysal e combattono sempre più tenacemente per la propria indipendenza tanto che le sue gesta attirano l'attenzione della stampa mondiale, affascinata dall'idea di un eroe romantico alla guida di un popolo che sta insorgendo, ed infatti da quel momento Lawrence sarà seguito dal reporter del Chicago Tribune Jackson Bentley, il quale è in cerca di un personaggio suggestivo capace di convincere gli Stati Uniti d'America, fino a quel momento tendenti ad una politica di non intervento, a scendere in guerra.

    Le azioni proseguono con successo ma l'armata lentamente inizia a dissolversi poiché le tribù, terminata la loro "stagione" di caccia, rientrano una dopo l'altra ai loro campi invernali e Lawrence, rimasto con una ventina di uomini, punta verso Deraa ma i pochi rimasti sono naturalmente scettici sulla possibilità di conquistarla. Egli, solo in compagnia di Alì, vi si reca con l'intenzione di sollevare una rivolta tra gli abitanti ma viene fermato da una pattuglia di soldati turchi e condotto al comando locale. Non viene riconosciuto ma, tentando di ribellarsi alle lusinghe sessuali del comandante, viene dapprima frustato e successivamente subisce la violenza. Rilasciato durante la notte, Lawrence è ora un uomo distrutto ed umiliato ed abbandona Alì ed i suoi seguaci per fare ritorno al Cairo, coltivando la speranza di ricevere un altro incarico che non lo ponga più all'attenzione dei suoi superiori e dell'opinione pubblica.


    Thomas Edward Lawrence nei pressi di Jedda nel 1917Rientrato in Egitto, apprende che il governo inglese e quello francese, tramite i ministri Sykes e Picot, hanno stipulato un accordo per spartirsi l'impero turco alla sua caduta e l'Arabia è compresa in quell'accordo; sdegnato dalle rivelazioni di Dryden, ed ancora sconvolto per quanto gli è successo durante la breve prigionia, richiede l'assegnazione ad un altro incarico chiedendo addirittura il trasferimento ma il generale Allenby, dopo averlo persuaso ad aprirsi su quanto gli è accaduto, lo convince a rimanere in zona di operazioni in quanto è prevista a breve l'offensiva contro Damasco ed un'armata araba che tenga impegnati i turchi è assolutamente preziosa per la riuscita del piano, tanto che egli è disponibile a fornire a Lawrence qualsiasi somma di denaro occorra a riunire tutte le tribù per realizzare l'impresa.


    Peter O'Toole ed Omar Sharif nel dialogo che precede la strage della brigata turcaLawrence, tornato tra gli arabi, riesce nel tentativo di radunarli ed a prometter loro Damasco ma il suo atteggiamento è ora differente: crea una sua guardia del corpo, composta da fuorilegge ed assassini, suscitando le perplessità di Alì e degli altri capi, la sua offensiva è tanto brutale quanto veloce tanto da suscitare la preoccupazione nel comando inglese che l'armata araba possa arrivare a Damasco prima dell'esercito. Allenby, conscio del nuovo modo di combattere di Lawrence, per cercare di rallentarlo gli fornisce informazioni su una brigata turca in ritirata ed infatti, nonostante le suppliche di Alì per proseguire verso Damasco, attaccherà le truppe turche non facendo prigionieri[2]; tuttavia, nonostante il ritardo, riuscirà comunque ad arrivare a Damasco per primo.

    Allenby e Dryden raggiungono dopo pochi giorni la città dove nel frattempo Lawrence, insieme ai capi tribù, ha costituito un Consiglio arabo che governi in nome di Faysal, in attesa della sua incoronazione quale primo re arabo; la politica tuttavia è purtroppo ancora sconosciuta ai seppur valorosi beduini e gli antichi odi tribali, mai sopiti, hanno la meglio tanto che, impossibilitati a gestire una città in preda al caos dopo la fine della battaglia, la abbandonano gettando Lawrence nello sconforto; sconforto che diventa crisi nel momento in cui si reca in un ospedale militare dove si trovano migliaia di soldati turchi feriti, senza acqua e senza assistenza, e dove viene anche schiaffeggiato da un ufficiale medico inglese che non lo ha riconosciuto.

    Il colpo di grazia avviene nella riunione tra Allenby, Dryden ed il principe Faysal, nel frattempo sopraggiunto, dove Lawrence, promosso al grado di colonnello, viene sacrificato in nome della politica venendo scaricato anche dallo stesso principe che lo ritiene un personaggio ormai scomodo per le trattative che seguiranno, suscitando una silenziosa ma ferma reazione da parte del colonnello Brighton che ne ha seguito e stimato le gesta e che non condivide l'atteggiamento ipocritamente accondiscendente dei militari e dei politici. Abbandonata frettolosamente la riunione, corre cercando di raggiungere Lawrence ma egli si è già allontanato e, accompagnato da un autista, percorre in auto a ritroso la strada che lo aveva visto dirigersi verso la vittoria a dorso di cammello e con sguardo assente osserva per l'ultima volta il deserto.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #4
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Appena avrò abbastanza tempo (e incoscienza) mi cimenterò nell' impresa... documentando il misfatto nell' apposita sezione, naturalmente!


    ____________

    "Questa è una cicatrice, sei un disertore, ma di quale esercito?"
    "..."
    "Non che abbia importanza, senza l' uniforme siamo tutti uguali, non è vero?"

    ____________
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  5. #5
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Citazione Originariamente Scritto da squalone1976
    Cav e cosa aspetti a farlo?????????? Vogliamo il post appena finito eh? Io non mi ricordo se l'ho visto intero e restaurato bisogna che cerco un po', mi hai fatto venire voglia di rivederlo...............

    Christian M.
    ______________


    Quando vidi per la prima volta il film negli anni '80, non passò molto tempo che cercai di riprodurre Lawrence partendo dal Meharista Heller e dall' immondo SAS Tamiya con kefiah, stendo un velo pietoso sul risultato...
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  6. #6
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Stendendo un velo sulle abitudini di vita e le preferenze di Lawrence (peraltro ben note), mi permetto di ricordare che alla sua morte ebbe larga diffusione la diceria che l' "Aviere Ross" si fosse avvicinato al movimento fascista inglese di Lord Mosley. Da ciò la sua eliminazione da parte degli 007 di Sua Maestà in un falso incidente stradale. Comunque la fama di Lawrence d' Arabia non accennò a diminuire, neanche in Italia se, addirittura nel 1944 una vignetta apparsa su un quotidiano lo immaginava vivo e - sotto mentite spoglie - ancora operante contro il militarismo nazista... che dite la posto?
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    perché no? Postala. PaoloM

  8. #8
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    perché no? Postala. PaoloM
    OK ! Grazie Dr. M...
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  9. #9
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    Oltretutto il film originale suscitò una esilarante parodia, quel "Totò d' Arabia" girato in Spagna a basso costo! E pieno di dialoghi sfavillanti...
    _____________
    "Hai gli occhi azzurri, sei circasso?"
    "Circa, casso!"
    _____________

    "Ohè, dico, non sono mica coccinello io, sai?"
    "A me questo turco mi puzza di abbruciaticcio!"
    _____________
    Ma il mio preferito resta il surreale colloquio sotto la tenda tra l' Emiro del Kuwait (il caratterista spagnolo Fernando Sancho, che nel film originale interpreta il sergente turco che frusta Peter O' Toole) e Totò, 007 anglo/napoletano con licenza di rubare...

    *********************************
    "Quanti anni mi dà?"
    "Mah! Settanta? Ottanta?"
    "Ne ho trentasette!"
    "Ma se li porta maluccio sa?"
    "Capirà, le preoccupazioni, gli strapazzi..."
    "E le 40 mogli!"
    "Piuttosto le 39 suocere!"
    "E perchè proprio 39?"
    "Vuoi che tra 40 ragazze non ci sia un' orfana?"
    "Ho risolto il problema: adottami, che alle tue mogli ci penso io..."
    "Davvero faresti questo per me?"
    "Papà! Babboooo!"
    ********************************
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  10. #10
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Film: Lawrence d' Arabia

    A giorni aprirò un topic sulla costruzione passo-passo del Lawrence in 120 mm... naturalmente nella sezione modellismo.
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •