Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Film: NESSUNO HA TRADITO

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Film: NESSUNO HA TRADITO

    Laura, giovane maestrina, viene inviata in un piccolo paese, a prendere il posto del vecchio maestro Colombo, che va in pensione. Alla fine della sua ultima lezione, Colombo presenta alla scolaresca la nuova insegnante, poi, rimasto solo con Laura, le racconta una tragica storia, della quale un banco, in un angolo dell'aula, evoca per lui il ricordo. A suo tempo, quel banco era occupato da Bruno e Sandro, due dei suoi scolari e tra i pių cari. Diversi per temperamento e per carattere, i due ragazzi erano legati da un'intima, profonda amicizia, alla quale erano rimasti fedeli. Bruno, dopo la scuola media, s'era iscritto all'universitā, mentre Sandro s'era fatto agricoltore come suo padre. Alla guerra Bruno aveva partecipato come ufficiale, Sandro come soldato: dopo l’ armistizio Bruno s'arruola nelle forze della RSI, mentre Sandro s'unisce ad un gruppo di partigiani. Bruno muore durante un'azione di sabotaggio. Sandro č catturato e fucilato dai tedeschi. In paese s'č sparsa la voce che la cattura e la fucilazione di Sandro siano dovute a delazione da parte di Bruno: la madre e la sorella di Bruno sono perseguitate. Solo il parroco e il maestro Colombo non hanno voluto prestar fede alla diceria: risulterā infatti che si tratta di una calunnia. Bruno non ha tradito l'amicizia.
    ____________________


    GENERE: Romantico
    REGIA:
    Roberto Bianchi Montero
    SCENEGGIATURA: Carlo De Sanctis, Fulvio Palmieri, Vittorio Nino Novarese
    ATTORI:Rita Livesi, Lilly Marchi, Paola Molesini, Gisella Monaldi, Rio Nobile, Lia Murano, Vincenzo Musolino, Virginia Belmont, Renato Chiantoni, Fedele Gentile, Marco Guglielmi, Alvaro Nicoloso, Roberto Risso, Roswita Schmidt, Adalberto Roni, Rino Salviati, Aldo Silvani, Leopoldo Valentini, Sandro Ruffini, Laura Redi
    FOTOGRAFIA: Giovanni Pucci
    MUSICHE: Carlo Innocenzi
    PRODUZIONE: DAUNIA FILM - C.I.F.E.S.
    DISTRIBUZIONE: CEIAD
    PAESE: Italia 1954
    DURATA: 93 Min


    SOGGETTO: DAL ROMANZO "IL PONTE DELLA CONCORDIA" DI CARLO DE SANCTIS


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Film inusuale per il periodo (siamo alla metā degli anni '50) data la tematica. Affronta infatti la guerra civile in maniera non manichea, descrivendola come evento drammatico per entrambe le parti in lotta, ed evidenziando attraverso il racconto di personaggi "apolitici" (il professore e il prete) la sostanziale buonafede dei due amici protagonisti - Bruno e Sandro - che vivono la loro opposta scelta di campo come contributo alla salvezza della Patria. Gli stessi occupanti tedeschi sono dipinti come spietati in combattimento ma non macchiettisticamente crudeli, sostanzialmente indifferenti alla guerra civile tra italiani che disprezzano, siano essi fascisti o partigiani. Da notare anche che costumi e ambientazione sono di un livello di molto superiore alla media dei films italiani soprattutto per quel che riguarda le uniformi RSI (vi si distinguono uniformi dell' ENR, GNR e SAF, con gli attributi appropriati).
    "Chissā a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •