Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Film:Prima linea(Attack! )

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    378

    Film:Prima linea(Attack! )

    http://it.wikipedia.org/wiki/Prima_linea_%28film%29
    Link Wikipedia in bianco e nero.Divise tedesche e carri armati "patchwork" però
    la storia plausibile del graduato inetto contrapposto ad un granitico Jack Palance e la scena iniziale dei G.I. americani falciati
    dai tedeschi dentro la casamatta attraggono lo spettatore,i dialoghi pregni di censura e bacchettonismo del periodo sono ancora attuali
    e rendono godibile la visione di questo film che consiglio spassionatamente.
    Marco

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078

    Re: Film:Prima linea(Attack! )

    E' un film del 1956 diretto da Robert Aldrich, con Jack Palance, Eddie Albert e Lee Marvin: è tratto dal racconto Fragile Fox di Norman Brooks.
    Titolo originale Attack! [attachment=0:15u1edfq]prima-linea-163134.jpg[/attachment:15u1edfq]
    Paese di produzione USA
    Anno 1956
    Durata 107 min
    Soggetto Norman Brooks
    Sceneggiatura James Poe
    Nell'inverno del 1944, nella zona delle Ardenne, al confine tra Francia e Belgio, la compagnia della fanteria americana "Volpe fragile" si trova in una difficile situazione: il suo comandante, il capitano Cooney che si è arruolato per volere del padre, un importante uomo politico a cui serve un figlio "eroe di guerra" per la sua carriera politica. Appoggiato dal colonnello Bartlett, Cooney che credeva di imboscarsi in qualche ufficio di Washington, ha più volte manifestato in prima linea di essere un vigliacco e di non avere capacità di comando; per colpa sua infatti, durante l'attacco a un bunker tedesco su una collina, avevano perso la vita alcuni soldati del plotone del tenente Costa, un duro ed esperto ufficiale, molto affezionato ai suoi uomini.
    Il tenente Costa, con l'aiuto del tenente Woodruff, cerca di far togliere a Cooney il comando della compagnia, senza riuscirci.
    Il colonnello Bartlett incarica la compagnia "Volpe fragile" di perlustrare una piccola cittadina che, non si sa se sia occupata dai soldati tedeschi. Cooney pensando di sbarazzarsi del tenente Costa lo incarica della pericolosa missione.
    Quando il plotone sta per entrare nella cittadina i tedeschi, che sono numerosi, aprono il fuoco facendo molte vittime fra gli americani; si salvano solo Costa e quattro soldati, che si rifugiano in una casa alla periferia del paese. Usando la radio chiedono inutilmente al capitano Cooney d'intervenire con dei rinforzi per potersi sganciare.
    Intanto i soldati di Costa catturano due militari tedeschi delle SS, tra cui un ufficiale, che si erano rifugiati nella cantina della stessa casa occupata dagli americani. Costa uccide l'ufficiale per spaventare e per costringere a parlare il soldato che fornisce preziose informazioni sulle forze asserragliate nel paese. Intanto il tenente Woodruff fa sparare dall'artiglieria americana delle granate fumogene per favorire la fuga di Costa, che pur ferito ad una gamba insieme ai suoi uomini riesce a raggiungere le linee americane con il prigioniero.
    I tedeschi intanto hanno scatenato un contrattacco impiegando due carri armati che erano nascosti nel paese; nella città in mano americana, arriva Bartlett che ordina a Cooney, che terrorizzato e in preda al panico vorrebbe ritirarsi, di resistere fino all'arrivo dei rinforzi.
    A questo punto riappare Costa, che vorrebbe uccidere Cooney, ma il legalitario Woodruff lo ferma e lo fa calmare. Nello scontro con i tedeschi Costa riesce a mettere fuori uso entrambi i carri tedeschi, ma il secondo mezzo gli schiaccia un braccio con il cingolo.
    Nel frattempo Cooney ha praticamente perso il controllo, va in una cantina in cui si sono rifugiati Woodruf e i superstiti del plotone di Costa, e comincia a urlare di voler arrendersi senza combattere rischiando di farli scoprire dai tedeschi che hanno quasi occupato la città.
    Costa gravemente ferito, arriva nella cantina deciso a uccidere Cooney, ma muore prima di farlo; il capitano ora vorrebbe uscire e arrendersi ai tedeschi ma viene ucciso dal tenente Woodruf con la complicità degli uomini di Costa.
    Finalmente arrivano i carri americani, che respingono i tedeschi; il colonnello Bartlett vorrebbe mettere a tacere tutta la faccenda, e in cambio del silenzio promuovere Woodruf a capitano, ma questi si rifiuta e il film si chiude con Woodruf che chiama il quartier generale per raccontare al comandante della divisione la verità.
    Buon film anche se a tratti esso risulta prolisso a causa di dialoghi troppo lunghi. Fine dei protagonisti, abbastanza scontata sin dall'inizio.PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •