Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Film: SESTA COLONNA

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Film: SESTA COLONNA

    Subito dopo Pearl Harbor il capo di una banda di gangster si mette a indagare sull'uccisione di un amico. Scopre una potente organizzazione di spie naziste e sventa un attentato.
    _____________________

    GENERE: Spionaggio
    REGIA:
    Vincent Sherman
    ATTORI:
    Humphrey Bogart, Karen Verne, Charles Veidt

    PRODUZIONE: WB
    DISTRIBUZIONE: WB - PANTMEDIA
    PAESE: USA 1941
    DURATA: 107 Min
    FORMATO: B/N

    __________

    Da un racconto di Leonard Q. Ross (Leo Rosten) e Leonard Spigelgass.


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  2. #2
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Il film uscì nelle sale USA solo nel tardo 1942 dopo essere stato pesantemente censurato, a due riprese, sia nelle immagini che nei dialoghi.
    Se la censura civile, che seguiva i restrittivi canoni del "Codice Hayes", puntò il dito sulla rappresentazione troppo positiva delle figure di gangsters "patriottici e antinazisti" ciò è comprensibile: data l' esaltazione da parte di Hollywood dei G-men come personaggi positivi contrapposti ai gangsters per tutto il decennio precedente, ciò avrebbe disorientato il pubblico.
    Ma ancora più interessante è la motivazione dei censori militari: per motivi di sicurezza nazionale non si possono rivelare nemmeno parzialmente operazioni militari in corso.
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  3. #3
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Infatti nel 1942 Antonio Marzullo, alias Anthony Marsloe, ufficiale italoamericano del U.S. Naval Intelligence si era rivolto segretamente al detenuto Lucky Luciano per avere collaborazione nella guerra all' Asse, promettendo in cambio la scarcerazione a guerra finita per un certo numero di eminenti mafiosi, nonchè la sostanziale immunità sul territorio americano, che sarebbe durata fino agli anni '60.
    Con ciò piccoli e grandi mafiosi collaborarono con Marsloe per:
    1) Sgominare la estesa rete di spie italotedesche operante negli Usa.
    2) Bloccare il rifornimento di carburante agli U-Boot tedeschi che avveniva tramite i pescatori greci della costa atlantica, retribuiti dall' Ammiraglio Canaris in sterline-oro.
    3) Rendere sicuro il porto di New York dai sabotaggi di agenti nemici, uno fra tutti, l' incendio del transatlantico francese Normandie, appena trasformato in nave trasporto truppe.
    4) Trovare appoggi in loco in vista dello sbarco in Sicilia, che se per Patton fu una passeggiata militare, costò molto in perdite di uomini e mezzi ad Alexander, sprovvisto di agganci con gli "amici degli amici".
    5) Creare un governo amico su base mafiosa, cosa che influì pesantemente sulla storia dell' Italia postbellica.
    6) Trattare con i capi della X^ MAS (Borghese e Wolk principalmente) la cessione agli Alleati del know-how in tema di guerra subacquea (incursori, siluri pilotati, minisommergibili, barchini) messo a punto dagli italiani.
    Ultimo momento di gloria di Marzullo nel dopoguerra prima di fare la vita del pensionato e morire dimenticato negli anni '70 fu il rientro negli Usa da Cuba in yacht alla vigilia della vittoria di Castro, importando clandestinamente grazie ai suoi appoggi nella Marina USA un centinaio di ballerine cubane ed un numero sconosciuto di milioni di dollari in contanti ed in banconote da 100, soldi sporchi "ripuliti" nei casinò dell' Havana. Le une e gli altri appartenevano al boss italoamericano Sam Giancana.
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  4. #4
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Tornando al film, a differenza di altri film bellici di produzione statunitense, fu importato in Italia solo quasi vent' anni dopo la fine della guerra, ed ebbe una distribuzione carente.
    Forse spiaceva al' Onorata Società...
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •