Pagina 9 di 38 PrimaPrima ... 789101119 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 377

Discussione: Österreicher Stahlhelm 1917

  1. #81
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Vittorio
    nella stragrande maggioranza dei casi il numero della taglia viene riportato solo sullo scafo dell'elmo unitamente alla sigla del produttore oppure con timbro ad inchiostro (su alcuni germanici). Il liner normalmente ne è sprovvisto
    Il liner dell'elmo che ho postato sopra, essendo il modello allegerito stranamente lo riporta stampato, ma ritengo essere una "futures" solo di questo modello per quanto riguarda gli A.U.
    Ciao
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  2. #82
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ehhh esistono anche con il cerchio pieno marcati , (solitamente sempre i 64) i timbri a punzone conosciuti sono:
    K
    64 in negativo
    64 in positivo (solitamente in quelli allegeriti)
    i cerchi di per l'imbottitura cerara solitamento poi sono ruptati, cioè la giunzione non cade in prossimità* del foro posteriore!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  3. #83
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    E' inutile, c'è sempre da imparare....... non mi sono mai capitati, oppure non ho fatto caso...... interessante davvero.
    Bene
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  4. #84
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    706
    Citazione Originariamente Scritto da Lafitte

    Quel che mi preoccupa di più è invece il fatto che spesso pelli bianche si trovano su elmi au postbellici (guardie rurali , esercito nazionale) o su elmi ricondizionati dei paesi ex impero. A tale proposito in qualche fiera non vi è mai capitato di contrattare con qualche venditore che spergiurava la bontà e l' originalità di elmi au di colore verdone marcio (un caki tipo inglese)e pelle bianca? A me si gli ho fatto notare che l'elmo in questione potesse essere stato destinato all' esercito finlandese o persiano!!
    Con ciò non escludo a priori che possano esistere elmi bellici con tali accessori,
    cia ragazzi !
    Leggo con qualche mese di ritardo questi post [][] meglio tardi che mai....
    A questo proposito una ventina di anni fa uscì dalla val d'Aosta/piemonte in zona walser (ora non ricordo bene ma un mio amico ha i riferimenti certi), uscì, dicevo, una cassa con una cinquantina, forse 70, di questi elmi: verdino opaco talcato, con interni bianchi, soggolo corto. Ne vidi personalmente una ventina e ne presi un paio, poi negli anni li mollai per cambi vari non perchè avessi dubbi, quanto perchè l'elmo Au non è che mi interessi particolarmente. Io credo, anche perchè riuscirei a recuperarne uno per controllare, che fossero sicuramente del periodo, cosa ci facessero da quelle parti è un mistero, e non credo, ma scrivo non credo, che fossero stati destinati per forniture estere. Mi sembra poi di ricordare date sui cuscinetti (nessun timbro quadro sulla falda) del 17 e 18....
    boh []

  5. #85
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    69
    Volevo sfruttare questo topic per una domandona : ma sono realmente mai esistiti elmetti AU con il guscio verde ? La domanda è molto semplice. E' nata da un mio dubbio dovuto a totale ignoranza in materia che non ho risolto spulciando sul forum. Ovviamente l'elmetto è un M16 ed ha si il guscio verde, ma i rivetti alti di un AU e cerchione e ganci interni sono marroni. Ma ?

    Ciao

  6. #86
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao Sterno, grazie per lo spostamento di topic!!
    Da quel che ho capito devi aver visto un 17 au (questa è la giusta denominazione in quanto l'elmo di produzione nazionale au, quello con il rivetto reggisoggolo alto, viene iniziata a metà* circa del 17) con colorazione verde ma con ganci e accessori in nocciola.
    A questo punto nasce una domanda, il verde del guscio è il classico tedesco in verde mela o il verde marcio caki simile ai colori utilizzati dall' esercito britannico?
    Con quali marchi è punzonato? per caso stellina 66 (Gebruder Bohler & Co Kapfenberg)?
    Se fosse con queste caratteristiche si dovrebbe trattare di un elmo au prodotto per i paesi esteri nel I° dopoguerra, il fatto che utilizzi piastrine in colore originale non deve stupire perchè l'uso di accessori degli elmi bellici era comune viste le rimanenze dal periodo bellico, anzi addirittura se ne sono visti di questi tipi con ritocchi a pennello sugli accessori (tipo linguelle dei rivetti e piastrine per il soggolo) in tipica vernice nocciola bellica.
    Ti dico ciò perchè a quantoi pare da scavo non sono mai stati trovati gusci timbrati Stellina 66 da ciò si presume possa trattarsi di una produzione post bellica per forniture estere.
    Per maggiori valutazioni però è meglio discutere con delle foto dell' oggetto.
    Questo a grandi linee, poi si potrà* scendere più sul particolare!!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  7. #87
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    69
    Allora : l' elmo non presenta marchi sul metallo interno (domanda : ma ci devono sempre essere ?). C'è un timbro su un cuscinetto.
    Posto qualche foto per poter capire meglio, speriamo.

    Ciao []

    Immagine:

    186,63*KB

    Immagine:

    148,71*KB

    Immagine:

    190,7*KB

  8. #88
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao Sterno, a mio parere si tratta di un ricondizinamento post I guerra direi che se lo spolveri la colorazione è del tutto simile a quello della prima foto postata in questa pagina, un verdone che nulla ha a che vedere con il nocciola classico au utilizzato durante la I guerra della stessa tonalità* del cerchione del tuo.
    No non sempre gli elmi au sono timbrati a punzone, spesso erano mal impressi e con la verniciatura spariscono (esempio tipico sono i BGB 66 che in passato hanno tratto d'inganno anche vari studiosi in merito all' attibuzione del fabbricante), anche i Csapel spesso erano marcati con il solo timbro ad inchiostro che sovente svanisce nel corso degli anni.
    L'elmo postato ha queste varianti che fanno propendere per una datazione più recente:
    1) colorazione simile a quelli per la Finlandia e poi giunti anche in Afganistan
    2) accessori in color nocciola che fanno presumere che questi siano comunque precedenti all' utilizzo del verdone altrimenti sarebbero stati dello stesso colore del resto.
    3) rivetto di ritensione della piasatrina del soggolo, è esattamente contraria rispetto agli elmi m.17 bellici, testa grossa all' interno ribaditura piccola all' esterno.
    Queste sono considerazioni per la datazione dell' elmo, però alcuni particolari presentano caratteristiche perlomeno strane:
    A) Soggolo: troppo nuovo rispetto all' elmo, non presenta segni di usura ne utilizzo, pare una delle riproduzioni provenienti dagli USA
    B) pelle: è troppo ben conservata rispetto al cerchio, in merito a questo si possono fare delle considerazioni, il cerchio è sicuramente originale ma pare abbia subito delle martellature lungo il bordo forse per richiudere lo stesso dopo aver sostituito le vecchie patelle in pelle.
    Questa particolarità* spesso si vede sugli elmi da riparazione (che alcuni presentano i timbri viola o blu), spesso tali elmi presentano anche pattelle completamente diverse nel colore della stesse o nel tipo di fodera utilizzata (alcuni esemplari originali presentano addirittura 3 pattelle con tele delle taschette completamente diverse).
    C'è da dire però che le pattelle di questo in esame sono ancora stranamente morbide con gli occhielli particolarmente ben conservati e ancora bruniti, cosa che raramente accade per gli elmi bellici che spesso ahimè perdono proprio gli occhielli o addirittura presentano strappi o secchezze tali da comprometterne la solidità*. Mio parere (ma solo di questo si può parlare senza vedere il pezzo) è che si tratti di un elmo postbelico successivamente, in epoca molto recente restaurato in modo da farlo assomigliare quanto più possibile ad un elmo bellico.
    Ovviamente la colorazione è impossibile da riprodurre con credibilità* per cui sono stati sostituiti solo gli accessori mobili.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  9. #89
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Uh uh []..... guarda chi si rivede, cavoli il mondo allora è veramente piccolo.
    Solo che da quando lo avevo visto ha ripreso un paio di occhielli che erano staccati.
    A parte tutto, condivido completamente le esaurienti osservazioni che ha già* esposto in maniera meticolosa e precisa il mitico e bravo Lafitte con la sola precisazione che il soggolo non è di quelli americani rifatti, è buono, seppur stranamente in ottime condizioni.
    Per il resto veramente uno strano "pourpuri" di accessori che lo rendono quantomeno anomalo e fuori dai consueti canoni.

    [ciao2]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  10. #90
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Siiiii il mitico Walzi è tornato tra noi tutto abbronzato e presumo che tra poche ore anche Mauro sarà* nuovamente dei nostri!!!!!!
    Ma l'hai già* visto?
    Uhmmmm su quel soggolo non metterei la mano sul fuoco sembra fatto con la giusta tela diagonale e le 4 cuciture ma gli occhielli non mi convincono, anche i rettangolini di rinforso sembrano troppo freschi!!!
    Da dove è uscito? non saranno mica i soliti "piemontesi"" che girano da anni?
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

Pagina 9 di 38 PrimaPrima ... 789101119 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato