Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 35 di 35

Discussione: Foto ufficiali austriaci in Venetia, Lombardia tra 1862-1866

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891
    Non da credere che hai trovato ancora dei moltissimi detagli---tante grazie alviano!!
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26

    leggi e regolamenti sulle forze armate austriache

    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal Visualizza Messaggio
    Si, per gli ufficiali era tollerato il porto dell'uniforme precedente, visti gli stipendi da fame.

    Per i sottufficiali e la truppa no, ma la mod. 1861 venne abolita ancora prima di essere distribuita a tutti...

    Tutti, sottufficiali, volontari per un anno e truppa, potevano farsi confezionare un'uniforme dal sarto, bastava avere i soldini...

    Vorrei dare un piccolo contributo con la pretesa di migliorare alcune conoscenze sull'esercito austriaco e magari sfatare alcuni luoghi comuni di metà Ottocento che spesso impropriamente lo avvolgono.
    E' indubbio che chi aveva dovuto entrare, volente o nolente, nell'esercito imperiale, nella stragrande
    maggioranza dei casi aveva migliorato la propria condizione sociale, addirittura il benessere fisico e spesso anche economico, rispetto ad un lavoratore civile o ad un contadino del suo tempo. Il soldato austriaco era ben vestito, ben equipaggiato e ben nutrito e poteva anche accrescere la sua cultura se dimostrava di averne la voglia. Gli ufficiali non ricevevano una paga tanto diversa dai colleghi degli altri eserciti europei. E' vero che un sottotenente di prima nomina, cioè di 2ª classe con paga inferiore, doveva vivere con 36 fiorini al mese (432 all'anno), che non erano poi molti, ma gli permettevano di condurre una vita dignitosa, se non li sperperava in gioco ecc., grazie anche ad alcune agevolazioni a cui aveva diritto come il supplemento di alloggio o ricevere, d'inverno, le cosiddette “porzioni di legna da ardere” ecc. Di certo stava meglio del soldato semplice che comandava. Quest'ultimo, che ad ogni modo non stava male, riceveva, oltre a vitto, alloggio, vestiario, tutto gratis, 6 carantani di nuova valuta austriaca al giorno che, tra l'altro, alimentavano il fondo per il conteggio delle sue spettanze. La tunica militare (Waffenrock) aveva una durata legale di 2 anni e 5 mesi dopodiché veniva classificata “consumata” (ausgetragen) e sostituita da una nuova. Dalle tuniche dismesse si ottenevano altri effetti di abbigliamento in dotazione al soldato, in particolare con due tuniche si ricavavano 3 giubbetti senza maniche più le fodere di tre paia di manopole (CV 24 nov. 1850 n. 6666/M.K. l.).
    In questo modo la nuova tunica poté rimpiazzare il precedente modello entro tre/quattro anni al massimo dalla sua adozione, mentre gli ufficiali potevano farsi confezionare il modello nuovo solo se assolutamente necessario, questo anche per evitare di possedere contemporaneamente due modelli diversi.
    Perché poi i sottufficiali avrebbero dovuto farsi fare dai sarti degli effetti personali che sarebbero stati fuori ordinanza e perciò proibiti? Tutti i militari e i funzionari, dal semplice soldato all'imperatore, dovevano essere “adjustirt” cioè vestiti ed equipaggiati nella corretta tenuta, erariale per la truppa, prescritta dai regolamenti. Tutto ciò in funzione di una sostanziale tendenza all'economia come appunto descritto in ogni minimo dettaglio nel corposo “Das Öconomie-System und die Gebühren der k.k. öst. Armee”, periodicamente aggiornato.
    In conclusione:
    1) gli ufficiali dovevano portare la tunica precedente al 1861 fino al limite della consumazione, come l'imperatore aveva sempre precisato nelle sue sovrane decisioni, perciò non era “tollerato” bensì prescritto
    2) gli ufficiali dovevano provvedere personalmente all'approvvigionamento dell'intera uniforme; non esistevano perciò depositi erariali di uniformi da ufficiale
    3) tutto il personale dal sergente in giù doveva usare esclusivamente la prescritta uniforme erariale i cui ricambi avvenivano secondo precise scadenze stabilite da apposite tabelle
    4) nel periodo considerato non esistevano ancora i volontari di un anno (istituiti con la legge sulle forze armate del 1867 né le nuove gerarchie sorte a partire dal 1867; il regolamento per l'ammissione dei volontari e il corso di studi da svolgere è contenuto nel “Foglio delle ordinanze” del 4 feb. 1869 (CV 4. feb. 1869, Presid. n. 503/40)
    5) la tunica militare a falde intere del 1849 subì l'accorciamento delle falde una prima volta nel 1854 (sovrana decisione del 27 feb.) e poi nel 1860, (CV 24 set. 1860, dip. 13 n. 4947/196 e CV 2 set. 1860 dip. 13 n. 4406/178; dunque non chiamerei questa tunica modello 1849 ma 1854 e poi 1860.

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    26
    Citazione Originariamente Scritto da Doppeladlerkorb Visualizza Messaggio
    Allora--eccoli......

    I reversi delle foto:

    1.) DOMIDE Leo 11 03 1838-13 07 1888

    1858 lascia l`accademia militare da sottotenente per il kk IR50

    Le informazioni nuovi dietro sono da me (matita). Derivano p.e. ("Theresianische Militätakademie u. ihre Zöglinge 1796-1896" J.Svoboda pag.322, Schematismus 1885 kuk Heer IR 5).
    Scritto da mano storica giù (inchiostro nero): "Domide"

    2.) LUCUTZA Pantaleon Da mano storica (probabilmente la stessa! Inchiostro nero):
    "Lucutza"
    Non ho trovato altri informazioni salvo questo (Schematismus 1885):

    1885 (probabilmente già anchè prima... tutti e due ufficiali si trovavano insieme al kuk IR5 (Domide da maggiore, Lucutza da capitano--forse fossero amici??) e --tutte le due foto sono state trovate insieme da me molti anni fa.....inoltre le nomi non sono molto frequenti nel questo tempo e in combinazione con la carriera militare pensabile degli ufficiali Lucutza e Domide

    3.) Josef Heger Oberleutnant 1868 ---qui non ho altri informazioni

    Non è sempre facile trovare qualchecosa dei ragazzi storici e lo Schematismus non sempre ci dice tutto......anchè al Kriegsarchiv mancano molti CV dopo 1918 se si farebbe qualcuno la fatica di cercarli....

    Se trovi degli errori o hai informazioni di più---dimmi per favore...
    Delle prime tre foto postate all'inizio chi è Lucutza e chi è Domide? Nuovamente grazie.

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Sei più pignolo di me... grande!
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  5. #35
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    891
    Signori--non c'e' nessun problema.....faccio molto volentieri--allora:
    Il primo sottotenente e la prima foto (con la riga in mezzo) 'e Lucutza, il secondo Domide....
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •