Posso solo dire che circa un lustro fa una ditta che confeziona uniformi della mia zona rilevō i fondi di magazzino di un'altra ditta-chiusa da decenni- dalla ultima anziana proprietaria dei muri.
In numerose scatole di cartone c'erano un numero notevole di bottoni per mod. '34 delle varie Armi e fregi di ogni tipo, militari e civili (tramvie, societā elettriche, ferrovie private, ecc. di un pō tutta l'Italia) che erano vere opere d'arte realizzate credo a mano dalle sartine del tempo il filo di canuttiglia.
Purtroppo per me la "dritta" mi giunse tardi (dopo che erano stati venduti a una cifra davvero irrisoria rispetto al valore reale) e, prima che il fortunato collezionista se le portasse a casa, potei solo vedere i fregi, le cordelle, ecc. di nostro interesse, moltissimi della Milizia e del PNF che erano in condizioni impeccabili, direi quasi imbarazzanti talmente erano belli e lucenti, esattamente come nuovi.
Lo stato di conservazione dipende dal luogo (assenza di umiditā e di luce diretta).
Ad esempio, ho in collezione un '909 in cordellino da s.ten Alpino che probabilmente č stato sempre in un armadio e il fregio e il gallone di grado in lana g.v. letteralmente brillano alla luce diretta....