Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: garand "il danese"

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: garand "il danese"

    Citazione Originariamente Scritto da RubinSchmidt
    Vallo a far capire in giro!!!
    Lo so, è dura

    Credo che in parte l'errata convinzione nasca (perlomeno all'estero, tipo negli USA) dalla confusione esistente sui Garand "italiani":
    in Italia sono stati utilizzati Garand convertiti in 7,62mm NATO => la Danimarca ha utilizzato Garand prodotti in Italia => la Danimarca ha utilizzato Garand in 7,62mm NATO.

    Il sillogismo è parecchio zoppo, ma tant'è.

    Ciao!
    Kilroy

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: garand "il danese"

    Nell'armeria dove ho comprato il mio, ce ne sono altri due, entrambi marcati "FKF" sulla culatta, e se non ricordo male, uno in calibro 30/06 e l'altro in .308......
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: garand "il danese"

    Citazione Originariamente Scritto da silent brother
    Nell'armeria dove ho comprato il mio, ce ne sono altri due, entrambi marcati "FKF" sulla culatta, e se non ricordo male, uno in calibro 30/06 e l'altro in .308......
    Ricapitoliamo: i Garand con i marchi danesi sulla culatta furono costruiti dalla Breda e dalla Beretta nel 1954-1955 in calibro .30-06 (o meglio, 7,62x63 mm); la Danimarca comprò e ricevette in prestito dagli USA, sempre negli anni Cinquanta, altri 60.000 Garand circa.
    Tutti i Garand delle forze armate danesi (sia di fabbricazione italiana che americana) sono stati radiati dal servizio a partire dalla metà* degli anni Novanta. Tali fucili erano tutti in calibro .30-06.

    Negli anni scorsi, una nota ditta italiana ha utilizzato un certo numero di culatte provenienti da fucili "danesi" (sia italiane che americane) per riassemblare ex novo degli M1, parte in calibro .30-06, parte in calibro .308W. Nell'allestire tali ultimi Garand in calibro .308W, la ditta ha seguito il sistema adottato dall'Esercito Italiano negli anni Sessanta con i fucili "Tipo 2", scorciando l'arma di circa mezzo centimetro per adattarla al nuovo calibro (canna, cassa e asta di armamento accorciate, aggiunta di un tassello guida cartucce, tutto il resto idem al fucile in .30-06), utilizzando anche parti (soprattutto casse) di provenienza ex E.I.

    Tali fucili riallestiti, tanto in .30-06 che in .308W, non hanno nulla a che vedere con i Garand utilizzati dalla Danimarca o dall'Italia in ambito militare, a parte il riutilizzo di pezzi. Ove abbiano calibro .30-06, si riconoscono comunque con facilità* dagli originali, perché sono stati rifiniti, montano canna e calciatura nuove, etc.

    Sono fucili privi di valore collezionistico, ma offrono in genere prestazioni di tiro eccellenti!!!

    Saluti.
    Kilroy

  4. #14
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: garand "il danese"

    Grazie Kilroy, chiara e interessante spiegazione!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046

    Re: garand "il danese"

    ...consentitemi di dissentire un attimo dalle affermazioni di Kil. il Concetto di collezionismo non necessariamente deve riferirsi al pezzo originale uscito dalla fabbrica con le caratteristiche di capitolato tecnico da contratto, anzi ritengo che anche le varianti per esigenze economiche di mercato, per adeguamenti tecnologici, per riadattamnenti di natura pratica ma pur sempre riferibili alle esigenze di un esercito debbano completare la panoplia collezionistica di un pezzo, anzi ne aumentano il valore storico a prescindere da quello economico.
    Tutto questo non perchè posseggo sia un buon originale dell'arma in argomento ma anche una, buon tentativo della nostra industria armiera di stato di ridurne il calibro a 7,62. Ciao Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: garand "il danese"

    Savoia, sono d'accordo che tutto ciò che esiste può essere oggetto di collezione, dipende solo dall'intento e dall'interesse del collezionista. Preciso meglio il mio pensiero: volevo dire che i Garand commercialmente rimaneggiati dei quali si parlava non hanno valore alcuno dal punto di vista del collezionismo di armi militari.

    Se invece uno vuole collezionare il Garand in tutte le sue possibili varianti esistenti, militari e civili, vecchie e nuove, allora certo anch'essi hanno il loro posto in panoplia, così come ci può stare un M1 di produzione commerciale della ditta Springfield Armory, Inc., di Geneseo, Ill.

    Però è giusto chiarire che non si tratta in alcun modo di fucili con una storia alle spalle, a parte quella della loro recente messa in commercio per riassemblaggio di parti surplus o prodotte a nuovo.

    Ciao!
    Kilroy

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di cipolletti vincenzo
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    1,862
    complice la pioggia mi sono rivisto qualche vecchio post,ho notato che il mio garand danese nell'originale calibro 30-06 ,per disguidi e' stato "trasformato" in 308,ho messo altri allegati per l'onor del vero.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    130

    M1 rifle in 30-06

    Buongiorno a tutti dopo aver esposto un enfield no.4 e dopo un periodo di assenza vorrei mostrarvi questa arma per condividere così con tutti il mio ultimo acquisto , in realtà è stato costruito a fine guerra dalla Beretta (quindi produzione italiana ) utilizzando macchinari per le parti exnovo e componenti bellici per il resto (mirini manetta otturatore , otturatore e gruppo scatto sono di produzione s.a. ) il suo impiego come L'enfield sarà prettamente venatorio , (la testa dellla presa di gas l'ho sostituita con una regolabile ) ecco qualche foto :
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #19
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,563
    Più che fine guerra ben dopo la guerra.
    Rimane in ogni caso un bel ferro. Complimenti.
    Max
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Citazione Originariamente Scritto da maxtsn Visualizza Messaggio
    Più che fine guerra ben dopo la guerra.
    Concordo. Tra l'altro Beretta Roma, non Gardone.
    Visto che lo vuoi usare a caccia come ti sei regolato per la limitazione dei colpi?
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato