Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    forte :P perchè non è la prima volta che mi "richiami" quando non ti chiamo col nome giusto (vedi quella volta del fante 71 sempre su questo forum) sai bene che non lo faccio apposta

    piccola parentesi: ti do ragione sul discorso che bisognerebbe leggere anche gli annali per essere totalmente sicuri di ciò che si afferma; tutttavia sono cmq convinto che le armi in origine in dotazione alla G.I. nel '59 fossero ditribuite anche ad altri reparti della fanteria comune (forse per esaurimento scorte etc). Ripeto per esperienza diretta e indiretta trovare palle M54 sparate in zone di scontri dove qualsiasi fonte storica (ad esclusione degli annali ovviamente) esclude la presenza categorica della G.I. rafforza in noi che cerchiamo sul campo la convinzione che la ns. teoria con altissima probabilità* non si discosti molto dalla realtà* dei fatti.

    un caro saluto
    sturmesser

  2. #12
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ... aspettavo questa domanda

    secondo me non sono le armi della GI, costruite molto meglio (= selezionate) ad essere state distribuite anche ad altri reparti ma più semplicemente i pacchetti di cartucce, della M.le 1854, ad essere state distribuite ad altri reparti... Ne convieni ? Dopotutto si trattava di armi dello stesso calibro .

    Arrivo a ipotizzare che anche le carabine da cacciatore caricate con le M.le 1857 o le Nessler, perché trovate o distribuite, le sparavano tranquillamente. Non credi ?

    Certo sarebbe stato più facile per tutti sapere dove agì la GI se questa avesse avuto in dotazione ad esempio gli Enfield P 51 in .577 ( = 14,6) invece che la solita 17,2 che si ... infilava in tutte le canne.

    Un caro saluto

    F.M.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    innanzitutto voglio complimentarmi per le tavole e anche per le foto delle armi della mail di ieri, da che libro provengono? l'osprey non ha mai pubblicato nulla di simile sul periodo (se non guerra franco-prussiana come ben saprai) ed in rete si trova pochissimo.

    quanto al

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    secondo me non sono le armi della GI, costruite molto meglio (= selezionate) ad essere state distribuite anche ad altri reparti ma più semplicemente i pacchetti di cartucce, della M.le 1854, ad essere state distribuite ad altri reparti... Ne convieni ? Dopotutto si trattava di armi dello stesso calibro .

    Arrivo a ipotizzare che anche le carabine da cacciatore caricate con le M.le 1857 o le Nessler, perché trovate o distribuite, le sparavano tranquillamente. Non credi ?
    non posso fare altro che convenire al 100%; ammetto che, scioccamente, non avevo notato che il calibro fosse pressochè identico, ovvio che era possibile caricare di tutto. Direi che la tua teoria fila liscia come l'olio e ci dà* la certezza quasi assoluta che fosse proprio così.

    Però noto che non ti sbilanci sulla palla Nessler francese io conosco solo quella in uso per fucili ad anima liscia piemontesi (credo i vecchi M.43 ed M.44 della fanteria convertiti a luminello), che è quella della foto in alto. Sulle Nessler per fucili francesi 1822 T alle quali ti riferisci non ho informazioni tangibili, di certo sui campi di Solferino non se ne trovano, ma solo le classiche M.1857 a base tiangolare ben più moderne.

    ...dì che ti aspettavi anche questa domanda :P

    Sturmesser

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ... da mie informazioni la Nessler francese era di calibro 17,2 mentre la piemontese/italiana lo era di 16,6. Mentre la francese fu adottata nel 1853 in Piemonte lo fu nel '56/57.

    Pertanto è la palla utilizzata dai piemontesi nel '59 per gli attrezzi della serie 1844.

    Ciao

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ciao Furiere Maggiore,

    confermo calibro 16,6 mm per la Nessler piemontese da me postata. Quanto alla Nessler francese guarda cos'ho trovato in rete. E' simile alla piemontese ma ha la testa piatta e come giustamente dicevi è di diametro superiore. La didascalia dice:

    "French Nessler - It weighs 453 grains, is .675 in diameter, and is .580 long "

    Mica male no? certo .675 parrebbe superiore a 17.2 mm.

    Buona serata :P

    sturmesser
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #16
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ... confermo calibro 16,6 mm per la Nessler piemontese da me postata.
    ... che dire, anche stavolta ci ho azzeccato

    Per quanto riguarda la francese il .580 corrisponde a 14,73 mm in altezza. Mentre il .675 corrisponde a 17,15 di diametro come peso i 453 grani corrispondono a 22,87 grammi ...

    Aggiungo che la nostra era alta 15 mm ed era spinta da una carica di polvere nera di 5,3 grammi nei fucili e 2,25 nelle pistole e nei pistoloni...

    Basta ?

    Un caro saluto

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ...sai bene che non mi basta mai

    un caro saluto e alla prossima

    sturm

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ciao
    in riferimento alla carabina d'artiglieria M 1829 T ho letto che sparava popò di meno che...la minié 1854 detta della G.I. ma con carica ridotta a 3 g anzichè 4,5. Ecco una soluzione plausibile al perchè è possibile trovarle anche dove la G.I. non ha messo piede.

    Poi, da quello che so, dell' M1829 ne esistevano però due versioni, un M1829 T senza stelo (quello sopracitato con palla minié 1854) ed uno a stelo, tale M 1829 T a tige (con palla Tamisier a 3g di carica), che nel 1859 perde lo stelo e diventa M 1829 T bis. Fin qui tutto bene, ma il dilemma è un altro: 1) se l' M1829 senza stelo ad anima liscia diventa T (nel 1841) cioè a percussione, come la mettiamo con la rigatura, cioè come poteva sparare una palla minié 1854? E poi, visto che esistevano appunto due versioni di questa carabina, 2) chi usava quella con lo stelo e chi quella senza?

    ringrazio chi potrà* aiutarmi a capire di più.

    un saluto
    sturm :P

  9. #19
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    ... dalle Sacre Scritture non risulta quello che hai asserito tu ma:

    - nel 1846 si decise di trasformare a percussione, dalla pietra, i moschetti d'artiglieria e contemporaneamente rigarli, inserire lo stelo e dotarli della baionetta m.le 1842. Le armi così ridotte presero il millesimo M.le 1829 T;

    - nel 1856 la costruzione dei moschetti M.le 1829 T continuò - ma senza stelo - per utilizzare la palla mod. 1854 della G.I.;

    - dal 1860 furono utilizzate le palle mod. 1857 e 1863, fu modificato l'alzo e, soprattutto, fu tolto lo stelo a tutti i pezzi che ancora lo avevano. Questo fu il modello classificato M.le 1829 T bis.

    Quindi in Italia furono utilizzati i " T " con e senza stelo. Anche qui, però, sarebbe interessante sapere a quali reggimenti d'artigliera erano assegnati i primi o i secondi...

    Ok ?

    Saluti

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691

    Re: Garde Imperiale di Napoleone III,urge chiarezza su armamenti

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    ... dalle Sacre Scritture non risulta quello che hai asserito tu ma:.
    in effetti c'è qualche piccola discrepanza, ma siamo qui per confrontarci no? :P

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    - nel 1846 si decise di trasformare a percussione, dalla pietra, i moschetti d'artiglieria e contemporaneamente rigarli, inserire lo stelo e dotarli della baionetta m.le 1842. Le armi così ridotte presero il millesimo M.le 1829 T;.
    perfetto, infatti :

    MODELE 1829 TRANSFORME A TIGE (transformation de 1846). - Le màªme, transformé au système à* tige. Calibre de réception, 17 mil,6; de rebut en manufacture, 17 mil. ; de rebut en service, 18 mil,1. 4 rayures progressives de 0 mil,5 à* 0 mil,2, tournant de gauche à* droite; pas de 2 mètres. Hausse mobile à* charnière, graduée de 150 à* 600 mètres. - Baguette à* tàªte cylindro-conique, avec évidement tronconique et trou pour la broche. Longueur, sans sabre-baà¯onnette, 962 mil. ; poids, sans sabre-baà¯onnette, 2 kil555. Sabre-baà¯onnette modèle 1842. Nota : Dans l'origine, la planche de hausse n'avait point de curseur; elle était percée de 3 trous à* crans, et portait, en outre, 2 crans de mire. Le talon du ressort était fixé dans le pied par une goupille. L'inclinaison des rayures était de 1 tour sur 1 m,10 seulement; la progression en profondeur était la màªme. Par décision ministérielle du 22 avril 1855, la crosse est allongée de 26 mil. pour faciliter le viser. Cette modification doit àªtre appliquée à* toutes les armes qui reà§oivent une monture neuve.

    solo non sapevo avessero rigato le canne allo stesso momento dell'introduzione della percussione.

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    - nel 1856 la costruzione dei moschetti M.le 1829 T continuò - ma senza stelo - per utilizzare la palla mod. 1854 della G.I.;
    pensavo il 1829 T senza stelo fosse stato trasformato precedentemente al 1846, ovvero:

    MODELE 1829 TRANSFORME A PERCUSSION ( transformation de 1841 ). Le màªme, transformé au système à* percussion. Tenon sur le canon; guidon en fer. Hausse fixe, sur la queue de culasse; cran de mire en embrasure.


    ..dove non si fa accenno alla rigatura della canna e si parla di una prima trasformazione nel 1841.

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    - dal 1860 furono utilizzate le palle mod. 1857 e 1863, fu modificato l'alzo e, soprattutto, fu tolto lo stelo a tutti i pezzi che ancora lo avevano. Questo fu il modello classificato M.le 1829 T bis
    apparentemente già* dal 1859...

    MODELE 1829 TRANSFORME BIS ( transformation de 1859 ). - Le màªme , dont on a supprimé la tige. Hausse graduée de 200 à* 650 mètres.



    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    - Quindi in Italia furono utilizzati i " T " con e senza stelo. Anche qui, però, sarebbe interessante sapere a quali reggimenti d'artigliera erano assegnati i primi o i secondi...

    ...è probabile che nalla campagna del '59 fossero utilizzati quelli senza stelo visto che come dici tu già* dal '56 non erano più in produzione..ma la certezza assoluta credo sarà* diffcile averla...

    ti ringrazio per il contributo fino ad ora, vuoi aggiungere qualcosa F.M.?

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •