Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 35

Discussione: Ghiacciaio del Mandrone Luglio 2007

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    Citazione Originariamente Scritto da franz
    quella che hai chiamato bomba a mano modello Carbone non è ne quella che hai detto tu ne la Ballerina ma bensì una bomba a mano austro-ungarica (anche io ne ho una uguale) della quale adesso mi sfugge il nome(non sono ancora molto ferrato con il tedesco)
    quella lì E'UNA BALLERINA, senza se né ma!
    per la precisione il modello italiano, costruito dal 16 in poi, con la carbone centra come i cavoli a merenda così come con materiale austriaco. vedere per credere pg 122 di "le bombe a mano e da fucile italiane" Offelli-Cappellano Rossato Ed
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    691
    Citazione Originariamente Scritto da davide987

    Citazione Originariamente Scritto da franz
    quella che hai chiamato bomba a mano modello Carbone non è ne quella che hai detto tu ne la Ballerina ma bensì una bomba a mano austro-ungarica (anche io ne ho una uguale) della quale adesso mi sfugge il nome(non sono ancora molto ferrato con il tedesco)
    quella lì E'UNA BALLERINA, senza se né ma!
    per la precisione il modello italiano, costruito dal 16 in poi, con la carbone centra come i cavoli a merenda così come con materiale austriaco. vedere per credere pg 122 di "le bombe a mano e da fucile italiane" Offelli-Cappellano Rossato Ed
    ben detto davide987 [nero] !

  3. #23
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Quanti caricatori del '91!!!![Panic2]
    Ma quello è un patrimonio!!!!
    I possessori di Carcano li cercano come l'oro ed in poligono sento gente che paga cifre assurde per averne qualcuno.....
    C'era da mettere sù un mercatino in internet!

    Che ben di Dio!!
    Hai provato a venirtene giù con un paio do 75 nelle tasche ed il 400 sulla spalla?[]

    Ripensandoci, se quello è un proiettile cal 400 deve essere lungo almeno 1 metro e 20!!
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    1,758
    Scusate, mea culpa, avevate ragione voi.(Però non scaldiamoci troppo he???)
    [ciao2][ciao2]Franz
    scavare è bello!
    E’ un mondo difficile: vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto...

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    nessuno si scalda, però le identificazioni cerchiamo di farle esatte e se non si è sicuri consultare un po' di bibliografia....[vedo]
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  6. #26
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    complimenti! bellissimi ritrovamenti un po rischioso, ma sicuramente è molto emozionante ritrovare quelle importanti testimonianze dopo 90 anni, conoscendo quale è stata la storia di quei posti e di quei reperti...
    [ciao2][ciao2] Silent
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    1,758
    Per dire la verità* prima di rispondere avevo consultato "Bombe a mano italiane" di Nevio Mantoan ma non avevo trovato nessun accenno alla questione e poi il ragazzo che me la ha venduta me la aveva spacciata come bomba austriaca (dicendomene anche il nome che adesso non mi ricordo). In più tutte le altre che ho visto e che ho anche trovato probabilmente erano quelle di produzione francese. Comunque appena ne avrò l'occasione non mancherò di comperare il libro che hai citato tu.
    P.S.:non era rivolto a te quel "non scaldiamoci troppo".
    [ciao2][ciao2] Franz
    scavare è bello!
    E’ un mondo difficile: vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto...

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    126
    Citazione Originariamente Scritto da Centerfire

    Quanti caricatori del '91!!!![Panic2]
    Ma quello è un patrimonio!!!!
    I possessori di Carcano li cercano come l'oro ed in poligono sento gente che paga cifre assurde per averne qualcuno.....
    C'era da mettere sù un mercatino in internet!

    Che ben di Dio!!
    Hai provato a venirtene giù con un paio do 75 nelle tasche ed il 400 sulla spalla?[]

    Ripensandoci, se quello è un proiettile cal 400 deve essere lungo almeno 1 metro e 20!!
    beh "qualche" lastrina me la sono portata a casa....[innocent][innocent][innocent].......ma io volevo un elmetto....[]

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    126
    riapro il post per segnalare cosa hanno ritrovato in zona Cresta Croce:


    ---------------------------------------
    "CARISOLO - Il ritiro dei ghiacciai porta sempre più frequentemente al ritrovamento di resti combattenti la prima guerra mondiale sul fronte dell'Adamello. Ieri, sono stati rinvenuti i resti il teschio e alcune ossa di un soldato. Accanto uno scarpone dell'esercito austriaco, in pelle, con suola in legno e con chiodi di metallo. Nei primi giorni di settembre, una squadra della Soprintendenza ai beni archeologici della Provincia si era imbattuta in ossa ai piedi del Crozon di Lares, mentre alcuni escursionisti avevano avvistato le spoglie, probabilmente di due soldati, vicino al Corno di Cavento. Non è stato poi possibile raccogliere questi reperti a causa dei circa 20 centimetri di neve caduta e già* trasformatasi in ghiaccio. Ma le squadre salite per il recupero hanno trovato ieri ulteriori resti, non precedentemente segnalati. Giunti in mezzo alla Vedretta della Lobbia con due elicotteri, del servizio 115 della Provincia e l'AB 412 del 3° nucleo elicotteri dei Carabinieri di Bolzano, i recuperanti si sono divisi in due squadre di ricerca. Una ha perlustrato la zona tra il Corno di Cavento e Crozon di Lares, mentre l'altra si è recata presso Cresta Croce. Proprio sotto questa cima, dedicata a Papa Giovanni Paolo II, a quota 3100 è avvenuto il ritrovamento, sul versante ovest della vedretta della Lobbia. Dapprima i Carabinieri del Soccorso Alpino della Compagnia di Riva del Garda, di stanza a Carisolo e Madonna di Campiglio, hanno rinvenuto il teschio, quindi rimuovendo con cautela neve e ghiaccio sono affiorate ossa e scarpone. Queste ultime potrebbero essere anche di un secondo soldato, ma solo gli esami sul dna potranno rivelarlo. Sul ghiacciaio c'erano anche l'antropologo Daniel Gaudio che opera all'unità* di Medicina necroscopica dell'Ussl 6 di Vicenza e al Laboratorio di antropologia forense dell'Istituto di Medicina legale di Milano, gli esperti della Soprintendenza dei Beni archeologici della Provincia, il Soccorso alpino di Pinzolo e Val Rendena -Tione. Gaudio spiega che sarà* effettuata «un'analisi antropologica per restituire il profilo biologico (sesso, età*, statura), la causa di morte, le patologie. I resti presentano lesioni che saranno studiate in laboratorio». Quali strumenti si utilizzano? «I principali sono calibri per misurare le ossa e lo stereomicroscopio, un microscopio che vede nelle tre dimensioni». Si tratta del primo studio di questo tipo in Italia, su resti della prima guerra mondiale. Iniziato nel 2006, della durata di un anno e mezzo, si basa sul progetto dell'antropologo forense Andrea Galassi . In sinergia con le forze dell'ordine permette un corretto recupero degli scheletri, secondo un preciso protocollo. à? stata avviata una preziosa collaborazione con la Provincia di Trento, su casi specifici, che potrebbe portare ad un accordo più generale. Cosa fare se ci si imbatte in resti umani? «Non spostarli per non far perdere informazioni importanti, lasciare un segnale che permetta di ritrovarli, avvisare i Carabinieri», spiegano i ricercatori. «In provincia di Vicenza sono stati finora studiati 35 casi, per dieci dei quali è stato possibile effettuare rilievi archeologici sul luogo del ritrovamento». Gli studi proseguono poi in laboratorio e ci si avvale anche delle competenze dello storico Siro Ofelli di Arsiero (Vicenza) e del professor De Guoi dell'Università* di Padova. In un mese si dovrebbero avere così maggiori informazioni sul ritrovamento di ieri. I resti del soldato saranno tumulati in un sacrario militare, probabilmente quello di Asiago.
    Gianluca Leoni"

    --------------------------------------------

    BRESCIA -- "Storica" scoperta per un escursionista bresciano sul ghiacciaio dell'Adamello. L'uomo si è imbattuto nei resti dei corpi di due soldati della Grande Guerra, restituiti uno dopo l'altro dai ghiacci dove sono rimasti custoditi per quasi un secolo.

    E' stato Pietro Uberti, bresciano originario di Gardone Valtrompia, a scoprire le ossa dei due soldati. Martedì pomeriggio si trovava tra il Crozzon e il Passo Lares, a 3000 metri d'altitudine, quando ha visto spuntare dai ghiacci le ossa di uno scheletro umano. Il corpo era intatto, ma senza la testa. Probabilmente, si tratta di un soldato ucciso e abbandonato sul posto, situazione non insolita per i tempi.

    Il secondo ritrovamento è avvenuto il giorno seguente, quando Uberti è partito dal rifugio Lobbia Alta per salire la Cresta Croce, sul pendio sinistro del monte. Questa volta dai duri ghiacci è emerso il cranio di un soldato asburgico, riconosciuto per alcuni bottoni della divisa austriaca con l'aquila imperiale. Accanto ai resti è stato ritrovato anche uno scarponcino.

    Probabilmante, i due cadaveri appartengono a soldati che hanno partecipato alla sanguinosa battaglia che nel 1916 si svolse sull'Adamello. Lo scontro si concluse con la vittoria degli italiani, guidati dal capitano Calvi, che conquistaorno la linea austriaca Lobbia-Dossòn di Genova.

    Si tratta del secondo ritrovamento in pochi giorni di resti umani seppelliti sotto i ghiacci alpini. Il ritiro dei ghiacciai, infatti, sta riportando sempre più spesso alla luce reperti della storia passata.


    ---------------------------------------

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Finalmente avranno degna sepoltura.
    Grazie della segnalazione!

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato