Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 38

Discussione: giustizia : ogni tanto funziona

  1. #1
    Banned
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vP006496
    Messaggi
    1,253

    giustizia : ogni tanto funziona

    dal sito dell' adnkronos
    http://www.adnkronos.com/IGN/Esteri/?id=1.0.1880767965

    La vita canadese di 'Misha' e il suo terribile passato

    Dagli orrori di Bolzano alla tranquilla esistenza a Vancouver. Nella poesia di un sopravvissuto il racconto della tragica sorte di due prigionieri

    Roma, 15 feb. (Adnkronos) - A vedere oggi l'84enne Michael Seifert, assiduo frequentatore della chiesa di Vancouver ed irreprensibile inquilino di un'elegante abitazione a Commercial Street, si stenta a riconoscere o anche solo a immaginare il lugubre passato del sanguinario 'Misha', l'ex Ss di origine ucraina che a soli 20 anni seminò morte e dolore tra i prigionieri del campo di Bolzano insieme al connazionale Otto Sein.

    Nato a Landau (Ucraina) il 16 marzo 1924, Seifert è stato condannato all'ergastolo in via definitiva per i crimini e le torture compiuti tra il 1944 e il 1945. Una volta giunto il via libera all'estradizione, 'Misha' sarà* preso in consegna da funzionari dell'Interpol e successivamente consegnato all'autorità* giudiziaria militare del nostro Paese.

    Michael Seifert riuscì a trovare rifugio nel 1951 in Canada, dove è vissuto per tutti questi anni. Dai capi d'accusa nei confronti del 'Boia di Bolzano' emerge un vero e proprio inferno di orrori: nel campionario di violenze di cui Seifert è stato riconosciuto responsabile figurano giovani ebree violentate, strangolate o seviziate, prigionieri torturati con l'acqua gelata, finiti a bastonate, squartati o lasciati morire di fame. Tra i deportati sopravvissuti c'è chi, come l'intellettuale veneto Egidio Mereghetti, pensò di scolpire nel tempo, per sempre, l'atroce ricordo dell'incubo vissuto nel campo di detenzione di Bolzano consegnando alla memoria la poesia in dialetto 'Bartolo e l'ebreeta', semplice e allo stesso tempo agghiacciante nella sua terribile potenza descrittiva, in cui ripercorre le sofferenze di due prigionieri-simbolo: il primo si chiamava Bartolo Pezzutti, che Seifert uccise squarciandogli il ventre. La seconda era una giovane ebrea violentata da Misha e chiusa in una cassa, poi inchiodata al suono di una sinistra litania dallo stesso sottufficiale delle Ss.

    Da un sopravvissuto una poesia in dialetto sulla tragica sorte di due prigionieri

    La poesia 'Bortolo e l`ebreeta' fu pubblicata da Meneghetti con lo pseudonimo di Antenore Foresta e raccolta poi nel volume 'Cante in piassa', pubblicato a Venezia nel `55. Con queste parole l'autore descrive il dramma di Bartolo Pezzutti, che venne riacciuffato dopo un tentativo di fuga e rinchiuso in cella prima di andare incontro ad una morte atroce: ''un furlà*n magro biondo co' 'na bocheta rossa da butina: l'avea tentà* de scapà*r via dal campo e l'é finido nela cela nera. Tri giorni l'à* implorado Missa e Oto, tri giorni l'à* sigà* 'No voi morìr', tri giorni l'à* ciamado la so mama''.

    Così, invece, viene ricordata la sventurata giovane ebrea, che si consumò 'come una candelina' dopo le sevizie patite e poi venne chiusa dallo stesso Seifert in una cassa: ''stanote s'è smorsada l'ebreeta come 'na candeleta de seriola consumà*. Stanote Missa e Oto ià* butà* nela cassa du grandi oci in sogno e quatro pori osseti sconti da pele fiapa. E adesso nela cassa ciodi i pianta a colpi de martèl e de bastiema (drento ale cele tuti i cori trema e i ciodi va a piantarse nel servèl). E a cavà*l dela cassa adesso i canta esequie e litamie: 'heiliges Judenschwein ora pro nopis, zum Teufel Schweinerei ora pro nopis'''. La poesia che inchioda 'Missa' (Misha) al suo passato ha avuto una notevole eco anche in Canada. Rick Ouston, il giornalista canadese che ha seguito di persona tutto il processo di primo grado a Verona, ha sollevato nella sua città* lo scandalo della presenza a Vancouver di un criminale di guerra. ''Rick - si legge sulle pagine web 'deportati.it' dell'Aned (Associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti) - ha scritto al nostro sito, e in pochi giorni abbiamo trovato la soluzione''.

    Nel 2001 un giornale di Vancouver rivelò gli orrori del campo di detenzione

    La poesia 'Bortolo e l`ebreeta', di Egidio Meneghetti è stata tradotta in inglese dalla traduttrice italo-americana Mary Rizzo. Il giornalista Rick Ouston ha accompagnato la traduzione con una lunga e dettagliata presentazione per i suoi lettori, ricordando il processo di Verona e la condanna inflitta a 'Misha' per i delitti. L`11 novembre 2001 la poesia tradotta da Mary Rizzo e i testi di corredo di Rick Ouston sono usciti con molta evidenza sul Vancouver Sun, rievocando la terribile vicenda di Bolzano e facendo luce sugli inconfessabili trascorsi di Seifert. E' stato così che anche l'opinione pubblica canadese ha avuto la possibilità* di conoscere una vicenda italiana a lungo dimenticata e rimasta per troppo tempo impunita. Sempre nel 2001, la parrocchia di cui è assiduo frequestatore Michael Seifert, a Vancouver, ha stanziato la somma di 2.000 dollari per partecipare alle spese di difesa dell'ex criminale nazista, che era stato condannato nel novembre 2000 all'ergastolo dal Tribunale Militare di Verona. ''Interrogato sulle ragioni del suo appoggio - si legge su 'deportati.it' - il parroco della chiesa dedicata alla Sacra Famiglia ha risposto candidamente che 'Anche Cristo fu condannato da un tribunale. Vuol dire forse che era colpevole? Sono passati 55 anni, le accuse contro Seifert sono incredibili', ha aggiunto serafico. La decisione del parroco ha suscitato vibrate reazioni di protesta tra i superstiti dello sterminio nazista''.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Mah!!!, io francamente non capisco il dover estradare, processare e mandare in galera un Ottantaquattrenne, se si voleva fare tutto sto caso bisognava farlo trenta/quarant'anni fà*, quando ancora poteva avere un senso, adesso mandare in galera degli anziani, che se va bene scampano ancora dieci/quindic'anni mi pare una cosa inutile.
    Al momento attuale nel nostro paese ci sono mille e mille problemi, (l'immondizia campana, i rincari di ogni bene di consumo primario, la malasanità* continua, la lotta alla malavita, ecc.), il dover dare la caccia a un vecchietto, che avrà* anche fatto quel che ha fatto per carità*, mi sembra uno spreco di tempo.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vP006496
    Messaggi
    1,253
    e' vero , lo si doveva ingabbiare 50 anni fa' , ma lasciarlo libero voleva dire , secondo me , " fate quello che volete , massacrate , violentate , torturate , poi trovate qualcuno che vi dia una mano a sparire e andate a vivere tranquilli , tanto la giustizia non vi punira' mai!"
    non si puo' lasciar correre solo perche' e' un povero vecchio malato , le sue vittime non ci sono mai arrivate alla vecchiaia .
    con lo stesso concetto , nel 94 quando il famoso armadio e' stato aperto , visto che la guerra era finita da 40 anni , lo si poteva richiudere e bruciare , tanto erano tutti vecchi !

  4. #4
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953
    ma almeno le persone morte avranno un minino di giustizia e secondo me è giusto che questo "signore" la paghi anche negli gli ultimi anni della sua vita
    xo comu dici tu il nostro paese ha tanti problemi ma almeno un segno che nn si è dimenticato mi sembra giusto.
    questo è il mio parere (sicuramente alcuni lo condivideranno e altri no)[ciao2]
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Questi sono sempre temi spinosi....quel che da fastidio è che questa giustizzia è sempre univoca!
    Per me è giusto che paghi,anche se vecchio,ma vorrei vedere marcire in galera anche tutti quelli che hanno fatto finta di niente con gli Alpini prigionieri in Russia,letteralmente e volutamente dimenticati.....e chi ha fatto questo,ha fatto pure carriera.
    Per cui,o pagano tutti,o nonpaga nessuno.
    1-1 palla al centro.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Quoto Mulon
    Devo dire che non sono d'accordo, non è un fattore "fate quello che volte, ecc." è che semplicemente oramai ciò che non ha fatto la giustizia dell'uomo ci penserà* a breve quella Divina, dato l'età* a cui sono arrivati gli accusati.
    Qui non è una questione di non ricordarsi o meno, (perchè per dimenticare ciò che è accaduto ce ne vorrà* di tempo e poi ci sarà* sempre qualcuno che lo dovrà* far ricordare a tutti), è che tra dare la caccia a un vecchio che ha commesso dei crimini, per quanto efferati possano essere stati, sessant'anni fa e passa e l'immondizia campana preferirei dare la precedenza a quest'ultima in quanto comunque è un problema che attanaglia un pò tutti e che da e darà* delle conseguenze in futuro alle persone che ci convivono ADESSO con questo problema.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Fritz,parliamo di militaria dai,molto meglio.
    Questi sono temi troppo importanti e pesanti da trattare su du un forum con la dovuta serenità*,per cui andiamo a parlare di militaria nelle apposite stanze,è meglio[]

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Quando ho sentito la notizia ho sorriso mi sono detto per fortuna che è campato sino ad ora perchè se moriva prima non avrebbero potuto fare """giustizia""".
    Non mi piace una giustizia che arriva quando vuole e se vuole.
    luciano

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Per cui o pagano tutti o nessuno!!!

    Vabbene ogni tanto qualcuno lo acchiappano.......un pò in ritardo.....ma pazienza!

    Ma i nostri stinchi di santo........non li viene mai nessuno ad acchiappare!?

    Ehhh! lo stellone della Repubblica...... e la fortuna.... che nel villaggio di Basciu Basciu o 'Ngoru'Ngoru sono troppo occupati a difendersi dalla malaria, dalla fame, dalla guerra civile e dai mercenari del clan avverso piuttosto che preoccuparsi di rintracciare quel giovane italiano che più di 60 anni fà* sterminò quel clan, bruciò quella chiesa coopta, distrusse quella serie di villaggi, deportò ammazzò, gassò etc etc etc

    Speciamente poi se quello stesso italiano qualche anno dopo divenne paladino di libertà*.......
    O fedele ufficiale di sua maestà*......perchè c'è n'è per tutti gusti!!

    Ma giustamente stai a fà* caso a i morti procurati da te in casa d'altri quanno devi rintraccia chi ha ammazzato a casa tua!

    Oppure te stai a preoccupà* de fà* rintracciare e fare un processo a qualche vecchio sclerotico italiano quanno invece poi rompe er cu....pardon! la schiena a tutta la nazione con la benzina che gli vendi a caro prezzo!!


    Ragazzi miei......lo sapete come la penso...e non mi stancherò mai di ripeterlo!!!

    Comunque! Mischa Mischa mo cazzi tua!! hai voglia mò a pregà*!!!!
    Intanto te portano a Roma........

    Un saluto!!
    Il vs scassacazzi!
    Ivano

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Temo che non si farà* neanche un giorno nelle nostre patrie galere.
    luciano

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato