Pagina 4 di 19 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 187

Discussione: Glisenti 1910

  1. #31
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275
    Axel, se non lo trovi fammelo sapere: i numeri di Magnum li ho tutti
    Oscar

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di Holster
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    83
    Non ho più avuto vostre notizie... []
    Why us? Because we're 'ere lad! Nobody else. Just us.

  3. #33
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275
    Holster: le copie anastatiche erano fornite dalla TFC.
    Verso metà* mese un armiere che conosco va in TFC e potrebbe chiede se ne hanno ancora qualche copia. Fammi sapere se ti interessa e quanto voresti spendere
    Ciao

  4. #34
    Utente registrato L'avatar di Holster
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    83
    Ciao Oscar, grazie. Ho contattato pochi giorni fa la TFC e mi hanno confermato l'indisponibilità* del libretto in questione. Piuttosto sui numeri di Magnum c'è qualcosa di interessante? Riesci a farmi uno scan?
    Why us? Because we're 'ere lad! Nobody else. Just us.

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    Citazione Originariamente Scritto da Holster

    Ciao Oscar, grazie. Ho contattato pochi giorni fa la TFC e mi hanno confermato l'indisponibilità* del libretto in questione. Piuttosto sui numeri di Magnum c'è qualcosa di interessante? Riesci a farmi uno scan?
    scusami ma sono stato un po' preso... lunedì vedo di scannerizzare Magnum , mandami in PM la Tua email e specificami le eventuali dimensioni massime dei file che puoi ricevere

    ciao

    axel 1899

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    Esploso

    http://lapetoire.free.fr/public/mod%20p ... -M1910.jpg

    ricordati di :

    - sfilare il traversino (12)

    - svitare l'appendice (15) se ben rammento filettata in senso contrario al normale passo delle viti , quindi non forzare

    - ora puoi svitare la sicura (19) in quanto avendo rimosso l'appendice "15" il percussore è libero di ruotare... diversamente rischi di danneggiare il dentino della sicurezza "19 " che impegna il percussore ...

    axel 1899

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275

    Glisenti

    Salute a tutti!
    Mi inserisco in questo forum relativo alle armi corte anche se il principio ispiratore della mia partecipazione a worldwar.it era e rimane quello delle fortificazioni costiere e dei bunkers di entrambe le guerre mondiali. Il motivo di questa mia intrusione è un ricordo che mi è rimasto in mente sin da bambino. Un caro amico di famiglia, Ado Sandri, che era stato CM nell' artiglieria CCNN in AOI come responsabile di una sezione da 77/28n (Skoda, prede belliche AU) si lamentava della scarsa affidabilità* della Glisenti mod. 1910 e concordava con chi la denominava "la Luger dei poveri".
    E' mai possibile che la nostra industria bellica fosse in grado di sfornare esclusivamente modelli di sott' ordine?
    Parimenti elogiava la qualità* costruttiva dei pezzi succitati con i quali durante la Battaglia di Cheren il suo Reparto aveva fatto fuoco sinchè erano stati costretti a sospendere per arroventamento delle canne e i serventi avevano provveduto ad adeguato trattamento a suon di secchiate di vaselina liquida, per poi riprendere una volta ripristinata la normale temperatura.
    Inoltre, con munizionamento adeguato, detti pezzi non figuravano male nemmeno contro i tanto decantati carri britannici.
    Leggerei volentieri qualche pro-e-contro.
    Bruno
    "baffobruno"

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Mediolanum
    Messaggi
    648
    Ciao Baffobruno,effettivamente la Glisenti non godette mai di grande fama,soprattutto per alcune caratteristiche strutturali che la rendevano insicura,se non addirittura pericolosa,se non veniva utilizzata con le cartucce originali,che pur se dimensionalmente identiche alle 9 parabellum erano meno potenti di queste.Inoltre,anche strutturalmente non nasceva particolarmente robusta,e tra i componenti figurano particolari minuti e fragili che mal si addicono ad un'arma per uso militare. Ciao. Dan.
    Stai attento, stai bene attento, oh Dim, se della vita la continuazione a cuor ti sta.

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275
    Ciao Dan e grazie per le gradite precisazioni.
    Mi risulta che un' arma analoga e del tutto simile nell' aspetto, tranne forse le guanciole dell' impugnatura, venisse commercializzata anche con il marchio "Brixia" (che mi ricorda il complicato e cervellotico mortaietto da 45, arma impiegata in Jugoslavia nel 1943 da mio suocero, caporalmaggiore mortaista); non è che per caso si trattasse di un modello "migliorato"? Vana speranza?
    Infine, dato che continuo a non riuscire a uploadare immagini come allegati ai messaggi, ti informo, se fossi interessato a quest' ultimo tipo di arma, che ne esiste un esemplare in ottime condizioni come "gate guardian" davanti al monumento ai Caduti che si trova presso la chiesa parrocchiale dedicata a San Mauro, frazione Castagnole CAP 31040 del Comune di 31038 Paese (Provincia di Treviso) e le fanno buona compagnia una Fiat 1914 modificata 1935 cal. 8 e ad un 47/32 anticarro Boehler, anch' essi in discrete condizioni. Se interessato ad avere le foto,le spedisco come allegati ad e_mail, se mi contatti all' indirizzo
    brfanton@alice.it
    dato che con il sistema ordinario di inoltro non mi ci trovo affatto.
    Dimenticavo: mi costa poca fatica anche ritrarle "così come sono al momento attuale" dato che distano 5' di macchina da casa mia.
    Baffobruno ti saluta.

  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    196
    Credo che il termine luger dei poveri sia una delle tante affermazione tipiche degli italiani, cioè lamentarci del made in italy... la glisenti se sparava la sua munizione non dava problemi...sarebbe come sparare con una c96 il 7,62 tokarev.
    In secondo luogo la luger anche se piu'precisa e potente alle basse temperature si inceppava al contrario della nostra 1910.
    In conclusione fu una delle tante armi adottata in modo sbagliato.

    [ad]

Pagina 4 di 19 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato