Pagina 8 di 10 PrimaPrima ... 678910 UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 94

Discussione: hitler inusuale

  1. #71
    Banned
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    490
    aggiungo anche un altro commento: guardate la foto a colori di hitler con eva ed i bambini...
    sembra una foto degli anni sessanta più che degli anni 40!!!
    è semplicemente illuminante...si può apprezzare la modernità* della società* nazista. guardate ad esempio le scarpe di eva, il taglio del suo vestito, quello dei suoi capelli...
    questo spunto mi induce a riflettere sul fatto che nel resto d'europa, qui in Italia per primi, una tale modernità* era ancora di la a venire.
    mentre in germania, nel periodo nazionalsocialista ogni cittadino (mi riferisco alla classe operaia)possedeva almeno un radio (l'arcinota bocca di goebbles), una macchina fotografica (e molto spesso una telecamera -da qui l'enorme mole di documentazione che abbiamo sul nazismo rispetto al fascimo o al comunismo-), comperava regolarmente libri e giornali, aveva vestiti di buona qualità*, curava almeno un hobby, ed era in procinto di avere un'automobile popolare personale (la kdfwagen), in gran parte dell'europa erano conquiste ancora lontane (forse solo gli u.s.a. sono paragonabili).
    in italia di certo erano pura fantascenza.
    si dovette aspettare appunto gli anni 50/60 ed il boom economico per avere questi minimi benefici.
    questi sono aspetti che la storiografia contemporanea tende a minimizzare/banalizzare dove non proprio a non menzionare, mentre invece spiegano molto bene il perchè di consensi pazzeschi in larghi strali della popolazione tedesca.
    il perchè un paese che era letteralemnet alla fame agli inizi degli anni 30, era una potenza avanzatissima ed in grado di inginocchiare l'europa negli anni 40...
    fabio

  2. #72
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    175
    caro fabio, mi sorprendi sempre.
    Lasciamo per un momento da parte il lato mistico-religioso del III reich.
    Quello che mi ha sempre colpito, nella Germania nazionalsocialista è proprio il lato che metti in risalto nella seconda parte del tuo intervento. Come è stato possibile che una nazione che comperava un kilo di pane con un kilo di marchi sia, in pochi anni (esattamente dal '33 al '36-'3 a diventare una nazione potente, ricca e in grado, teoricamente, di dominare economicamente il mondo. Ricordiamo che non possedeva colonie, che l'accesso alle materie prime era stato chiuso d'imperio e che sopportava nel suo territorio l'occupazione delle truppe francesi. Aveva un sistema politico al collasso, una guerra civile che negli anni venti aveva diviso ferocemnte la sua popolazione. Ricordiamo che le conquiste economiche sono avvenute prima della guerra, e che, semmai, l'enorme afflusso di uomini, territori e materie prime abbia creato grandissime difficoltà* organizzative.
    Molti storici dicono che la crescita economica portasse inevitabilmente alla guerra. Ma per me è solo un aspetto. Il vero motivo va ricercato altrove.

    ps: la tua affermazione "hitler era solo un megafono" è tanto straordinaria quanto interessante. Magari in altro luogo, ma meriterebbe approfondimenti.

  3. #73
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    E' interessante quello che dicono Rev. e Giampaoli.
    In effetti ci si sofferma poco sul fatto che il III Reich in conclusione, guerra compresa , è durato soltanto dodici anni, poco più di due legislature italiane.
    E appunto in campo socio-economico ha fatto i passi da gigante che avete ricordato.
    Tant'è che sembra che sia durato molto di più, considerando come ha potuto cambiare così radicalmente, anche negli aspetti più puramente esteriori, un Paese di circa 80 milioni di persone, nel cuore dell'Europa.

    Ora sarebbe interessante sapere, al di là* di qualsiasi propaganda, quanto il fenomeno di ammodernamento e benessere fosse diffuso capillarmente tra la popolazione, se le immagini che ci danno il senso di questo benessere sono appunto solo propaganda, magari fenomeni limitati a certe zone e a certe categorie di persone, o rispecchiano fedelmente il livello raggiunto dalla media della popolazione.
    Inoltre se la conquista di questi obiettivi che costo aveva avuto, ovvero se in effetti portava con se i geni della guerra di conquista, per risanamento dei bilanci, per dirla in maniera cruda.
    Dove magari si innesta anche il problema ebraico, dove la giustificazione sociale-razzistica altro non sia stata che una cinica scusante per l'opinione pubblica in realtà* mero espediente per depredare indispensabili ricchezze saldamente in mano all'aristocrazia ebraica.

    Una cosa è certa, resta uno dei fenomeni socio-economico-politici più eclatanti nella storia del mondo; anche il fascismo riuscì in tempi abbastanza brevi in obiettivi simili, ma la società* italiana era comunque più "frugale", più contadina, di quella tedesca; l'idea che tutte le famiglie potessero avere un auto, negli anni 30/40 in Italia, era più o meno come immaginare l'uomo sulla Luna.

    Possiamo pensare che i regimi dittatoriali hanno giuoco più facile a perseguire gli obiettivi rispetto ad una democrazia parlamentare, dove anche chi rappresenta lo 0,3% ha voce in capitolo e talvolta è determinante, però bisogna dire che le dittature comuniste, non una nella storia, è riuscita a conseguire obiettivi socio-economici apprezzabili, quando non hanno portato le nazioni al collasso vero e proprio, ad eccezione forse oggi della Cina, ma pagando un prezzo altissimo in quanto a dignità* e rispetto dei diritti dei lavoratori e qualità* della vita in genere.

    Insomma, un altro dei motivi per cui oggi si dovrebbe cercare non di cancellare ciò che di brutto nazismo e fascismo hanno lasciato nella storia, ma affiancare lo studio serio e non pregiudiziale dei molteplici altri aspetti, molti dei quali come vediamo davvero sorprendenti e la cui conoscenza sarebbe probabilmente utile anche nella realtà* attuale.

    p.s. la faccenda di Hitler possibile "portavoce" di qualche manovratore occulto ha incuriosito molto anche me.

  4. #74
    Banned
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    490
    argomento mooolto spinoso e davvero complesso da spiegare a chi non è ben ferrato nella storia del nazionalsocialismo (infatti ai più quanto scrivo sembra mero neo-nazismo/revisionismo privo di qualità*). mi conforta trovare ancora persone interessate a capire, a conoscere. in ultima istanza interessate alla verità*, qualunque essa sia.

    come ho detto molte volte, esistono vari modi di vedere la realtà*. ed inquesto la storia è ancora peggio del peggio, poichè è sempre e comunque filtrata da "chi vince". io sono convinto che l'unica chiave di lettura degna sia occulta. nel senso di nascosta.
    cercherò di fare un esempio...niente è quel che sembra, e noi diamo spesso significati sbagliati a tutto, alle parole in primis.
    "religione" significa re-ligere, riscrivere...la religione è una riscrittura della realtà*...forse banale, ma pochi ci pensano.
    per chi non sapeva questo dettaglio, io ora ho fatto una rivelazione...
    ma "rivelazione" deriva da rivelare che significa proprio nascondere due volte, ri-velare.
    ma come?
    altro esempio...
    può uno di noi, un uomo della strada, un uomo normale, occidentale, dialogare con qualche pigmeo di qualche tribù sperduta e spiegargli internet? o il g.s.m? o. più semplicemente, l'automobile?
    la risposta è chiaramente NO.
    in questo esempio noi siamo quelli che ri-velano a loro. il nostro mondo per i pigmei è la re-ligione.
    dopo questo "scambio" loro sapranno dell'esistenza dell'automobile, ma ne ignoreranno storia, scopo, funzionamento ecc..ecc..ne faranno quello che gli antropologi chiamano "culto-cargo"...adoreranno l'automobile, ci balleranno intorno e, se servirà*, scateneranno guerre nel nome di essa. ma non sapranno mai davvero cos'è un automobile.
    altro esempio...un quadro di Leonardo daVinci...un uomo normale vede delle immagini che rappresentano delle cose (la sua viene definita infatti arte figurativa), prendiamo ad esempio la famosissima rappresentazione dell'ultima cena...per un uomo comune rappresenta l'ultima cena di Gesù Cristo con i suoi discepoli...un prete vi vedrà* la raffigurazione del tradimento e del dono di sè, una persona appassionata di occultismo ed introdotta ai simbolismi esoterici vedrà* molto di più, anche se non acora il tutto...vedrà* ad esempio Gesù come rappresentazione del sole e gli apostoli come rappresentazione dei 12 segni dello zodiaco divisi a gruppi di 3 :terra/acqua/fuoco/aria (ri-guardare per credere)che gli girano intorno...ma solo un "illuminato" vedrà* il sol-invictus, coincidendo il cristianesimo (semita) sovrapposto dall'"illuminato" davinci con il culto antico ed arcaico (nonchè pagano) di Mithra...(e qua mi è davvero impossibile spiegare oltre)...culto di mithra dicevo, che è quello che l'autore (leonardo da vinci era un uomo davvero inserito negli ambienti mistici/occulti del suo tempo) voleva davvero raffigurare, facendosi beffe dei religiosi e degli uomini della strada.
    figuriamoci dei pigmei...
    il mondo è una piramide, chi sta sotto non può vedere chi sta sopra (che pure esiste) e nessuno, per quanto in alto, riesce a vedere chi sta al culmine della struttura.
    se adesso state ascoltando radio deejay, ciò non toglie che, in un'altra frequenza che voi ignorate, stia trasmettendo anche radio maria.
    ora mi rendo conto che verrò scambiato per un pazzo farneticante, proprio in virtù degli esempi sopracitati, pure il buon galileo galilei fu incriminato e fatto morire perchè sosteneva una teoria che oggi noi tutti sappiamo vera...
    è solo una faccenda di tempo...ahimè per noi che siamo mortali.
    per ora mi fermo qui, aspettando un bel pò di missili terra-aria da parte dei forummisti meno elastici. tornerò sull'argomento per cercare di dimostrare che a studiare solo la "materia" delle leggi e della cronologia storica, non si capirà* mai quale fu il fiammiferò che incendiò l'europa.

    aggiungo solo un ultimo dettaglio:
    Hitler dedicò il Mein Kampf, la bibbia del nazionalsocialismo, ad un certo Eickhart...curioso come quasi nessuno conosca quest'uomo...come non sia quasi mai nominato dagli storici.
    un uomo, ripeto, a cui è dedicato il mein kampf. un uomo che come già* scrissi, dichiarò ai suoi parteigenosse sul letto di morte "ora Hitler balla, ma sono io ad aver scritto la musica"...
    Eickart, Viligut, Von List, Haushofer, von Liebelfels...tutti uomini "occulti", "segreti", "massoni"...che usarono il loro simbolismo, fatalità*, in tutti gli angoli del Reich...
    Hitler era sì quindi un megafono, ma non solo, come vuole la storia ufficiale, del malcontento post-versailles, della crisi dei tedeschi, dell'antisemitismo da lungo tempo latente nei popoli germanici, ecc...ma anche e soprattutto di quanti, nell'ombra, LO ADOTTARONO, LO ALIMENTARONO IDEOLOGICAMENTE, LO FINANZIARONO (interessanti, per chi è interessato, i rapporti economici tra i massoni americani e il terzo reich... http://www.disinformazione.it/adolf_hitler.htm) ed infine LO SCATENARONO.

    scusate la prolissità*.
    fabio

  5. #75
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    SONO SBALORDITO!
    E scusate il maiuscolo....quanta cultura,quanta conoscenza,quanta proprietà* di linguaggio,quanta voglia di confrontarsi e mettere,se serve,anche in discussione le propie idee...non ho parole.Veramente.
    Signori,ancora una volta i miei più sentiti ringraziamenti per la vostra così "passionale" partecipazione.

  6. #76
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    175
    devo dire che si sta facendo mooolto interessante il tutto.
    Di eickert parlerò, ne vale la pena davvero.
    A proposito di rapporti tra massoni e III reich: vi porterò qualche bell'esempio tra i rapporti tra l'IBM e i finanziatori del reich, e del fatto che mentre i due stati si combattevano la hollerith (non ricordo come si scrive, rimedierò) perforava le schede per la contabilità* delle munizioni prodotte. La hollerith era nientemeno che l'IBM tedesca. I padroni del vapore? immaginate dove stavano.
    Ma ne parleremo presto.

  7. #77
    Banned
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    490
    già*, e parliamo anche della benzina sintetica? []

  8. #78
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Caro Rev. assolutamente non sei pazzo, anzi....
    Logicamente ognuno siamo portati a vedere le cose da una certa angolazione, ma quando incontri qualcuno che ti porta a cercare di guardarle anche da un'altra, non può essere che molto positivo e istruttivo.
    Mi spiace sinceramente ci separino fisicamente molti km perché qualche bella chiacchierata magari con una bella birra in mano la farei proprio volentieri!

    Ora, per stare in tema, non ho tempo, ma prossimamente ti farò qualche altra osservazione-domanda cercando di essere breve, cosa non facile per me.

    Ciao a tutti per ora.

  9. #79
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Immagine:

    61,74*KB



    Immagine:

    87,68*KB

  10. #80
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Immagine:

    73,56*KB



    Immagine:

    63,24*KB

Pagina 8 di 10 PrimaPrima ... 678910 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato