Pagina 9 di 10 PrimaPrima ... 78910 UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 94

Discussione: hitler inusuale

  1. #81
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Immagine:

    87,66*KB



    Immagine:

    73,54*KB

  2. #82
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Immagine:

    79,62*KB


    Immagine:

    104,6*KB

  3. #83
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Immagine:

    103,45*KB

  4. #84
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    1,986
    condivido e credo in tutto quello che ha spiegato rev.
    fino ad ora ottimo topic.
    affrontare l'impari lotta contro l'ocupante con tutte le conseguenze di sacrifici e di sangue che comportava, o rinunciare, per un lungo periodo di tempo, alla prospettiva di indipendenza nazionale e alla conquista di un regime democratico

  5. #85
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Santità* puoi annoverarmi tra quelle persone che intende approfondire questo argomento, andando oltre la mera propaganda;
    per il tuo esempio dell'Ultima Cena, se non sbaglio, sarebbe definibile con "la mente sceglie di vedere quello che vuole vedere", oltre al fatto di una vasta ingoranza tra i più, (non per niente si dice che la cultura nella persona media stà* notevolmente calando, se non addirittura crollando);
    per i vari aspetti del nazionalsocialismo non dimentichiamoci i molti rifacimenti al mito pangermanico.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  6. #86
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    175
    Citazione Originariamente Scritto da REV_STONE

    argomento mooolto spinoso e davvero complesso da spiegare a chi non è ben ferrato nella storia del nazionalsocialismo (infatti ai più quanto scrivo sembra mero neo-nazismo/revisionismo privo di qualità*).
    fabio
    beh, caro fabio, secondo me la storia va rivista continuamente, continuamente "re-visionata", altrimenti basterebbero le cronache dei quotidiani del tempo. Un esempio: uno dei miei "miti" è franco cardini. Un altro mimmo franzinelli. Tutti e due revisionano la storia, da angolazioni diverse. Non sopporto la polemica revisionisti-classicisti, come pure i "negazionisti". Che vuol dire, nella storiografia, appartenere ad un "-ismo"? Vuol dire, come ho già* detto in altri post, guardare la storia sotto la lente dell'ideologia.
    Allora, caro fabio, ben venga il tuo "revision-esimo" che di -ismo, per me, non c'è nemmeno l'ombra.

  7. #87
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Cari Utenti

    Ho seguito con attenzione questa discussione, e vi confesso che ho avuto sempre timore ad intervenire sull'argomento.

    Le idee del passato oggi vanno conservate e spesso protette, ed esternarle a volte puo' essere pericoloso, e mi riferisco alla nostra societa' fatta di assoluti, ipocrisie ecc.

    Il mio povero nonno che quella guerra l'aveva fatta dalla parte di chi e' stato sconfitto, mi diceva sempre di non parlare mai di certe cose, perche' non si puo' mai sapere chi si ha di fronte.

    Questa tesi era molto comune tra gli ex reduci e in parte lo e' ancora tra i pochi combattenti rimasti.

    So di certo, che per certe idee e simpatie, oggi si puo' essere messi ai margini della societa' e perdere anche il lavoro.

    Per concludere, e non aggiungo altro, ho letto e seguito con un certo piacere questa discussione.

    Spero di non aver offeso nessuno intervendo con questo messaggio.

    Un Caro Saluto a tutti..
    Cris

  8. #88
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    175
    Citazione Originariamente Scritto da Cris1914



    Le idee del passato oggi vanno conservate e spesso protette, ed esternarle a volte puo' essere pericoloso, e mi riferisco alla nostra societa' fatta di assoluti, ipocrisie ecc.

    Cris
    Caro Cris, grazie per il tuo intervento. Idee espresse con moderazione e rispetto, come le hai espresse tu, sono sempre bene accette.

    Comunque, sul significato delle discussioni, parlo per me naturalmente) studiare, divulgare, discutere le idee del passato (ma preferisco parlare sempre di storia) non significa per forza condividerle. Niente filtri ideologici, ma spirito critico si. Per esempio (chiedo venia in anticipo) studio parlo discuto e amo la storia del nazionalsocialismo, o del fascismo, ma le mie idee possono essere lontante mille miglia da quel che esse hanno rappresentato.
    Come scrissi in un post, le mie idee politiche non interessano a nessuno in questo contesto, ma le mie opinioni storiche (spero) interessino.
    Faccio un'unica eccezione.
    Al cospetto di El Alamein e di quel "mancò la fortuna non il valore" fui sopraffatto dall'emozione. Mi sembrava di sentire dentro di me le migliaia di voci di quei giovani che persero la vita, che si lanciarono contro l'acciaio inglese praticamente a mani nude, che bagnarono quel deserto con il sangue della generazione che fu di mio padre. Mi sentivo, e mi sento orgoglioso di avere in me lo stesso sangue.
    SI può amare il coraggio e l'abnegazione, il senso del dovere e della patria di quei giovani, ma nello stesso odiare la follia che li ha portati a morire, la cecità* di chi li doveva proteggere, l'egoismo di chi li abbandonò al loro destino. E ancora meno sopportare chi li dimenticò, e che ne ebbe vergogna.

    Io, quando sono di fronte alla "STORIA" (proprio con la maiuscola) cerco sempre di guardare i fatti, di andare oltre le apparenze, o le opinioni comuni e consolidate. Ma, dentro di me, mi sento sempre come di fronte ad El Alamein, con il massimo rispetto dei protagonisti, e con imbarazzo a volte, ma senza rinunciare alla mia sensibilità* critica. Ma soprattutto, come in quel monumento tra le dune, mi sento piccolo piccolo.
    Spero di essere riuscito a farmi comprendere.

  9. #89
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Caro Giampaoli

    Ho letto con attenzione cio' che hai scritto, e capisco la tua posizione, ma ci sono persone del passato che nel bene o nel male hanno appoggiato certe idee, e hanno sacrificato anche la vita per cio' in cui credevano.

    Io sono cresciuto un una famiglia cosi, e anche se purtroppo il tempo ha fatto il suo corso, ricordo bene i discorsi che venivano fatti.

    Sono stato anche per anni vicino ad un signore austriaco che poi si e' rivelato essere un ex-ufficiale di tiro della Wehrmacht, e anche li ho avuto modo di capire tante cose.

    Quando ero giovane mio padre e mio zio parlavano spesso di una persona che con gli anni ho scoperto essere un ex-comandate della folgore incaricato da una leggenda allora vivente di arrestare dei parlamentari repubblicani.

    Potrei continuare, ma preferisco fermarmi qui, quello che volevo dire che in tempi lontani l'onore era considerato qualcosa di diverso da quello che oggi si puo' anche solo lontamente immaginare.

    Mi dispiace solo di essere arrivato tardi, quando ormai i piu' se ne erano andati, e i pochi che erano rimasti ormai anziani erani chiusi nei loro ricordi, incapaci di comprendere il mondo che li circondava.


    Un Caro Saluto
    Cris





    Citazione Originariamente Scritto da giampaoli

    Citazione Originariamente Scritto da Cris1914



    Le idee del passato oggi vanno conservate e spesso protette, ed esternarle a volte puo' essere pericoloso, e mi riferisco alla nostra societa' fatta di assoluti, ipocrisie ecc.

    Cris
    Caro Cris, grazie per il tuo intervento. Idee espresse con moderazione e rispetto, come le hai espresse tu, sono sempre bene accette.

    Comunque, sul significato delle discussioni, parlo per me naturalmente) studiare, divulgare, discutere le idee del passato (ma preferisco parlare sempre di storia) non significa per forza condividerle. Niente filtri ideologici, ma spirito critico si. Per esempio (chiedo venia in anticipo) studio parlo discuto e amo la storia del nazionalsocialismo, o del fascismo, ma le mie idee possono essere lontante mille miglia da quel che esse hanno rappresentato.
    Come scrissi in un post, le mie idee politiche non interessano a nessuno in questo contesto, ma le mie opinioni storiche (spero) interessino. Faccio un esempio. Al cospetto di El Alamein e di quel "mancò la fortuna non il valore" fui sopraffatto dall'emozione. Mi sembrava di sentire dentro di me le migliaia di voci di quei giovani che persero la vita, che si lanciarono contro l'acciaio inglese praticamente a mani nude, che bagnarono quel deserto con il sangue della generazione che fu di mio padre. Mi sentivo, e mi sento orgoglioso di avere in me lo stesso sangue.
    SI può amare il coraggio e l'abnegazione, il senso del dovere e della patria di quei giovani, ma nello stesso odiare la follia che li ha portati a morire, la cecità* di chi li doveva proteggere, l'egoismo di chi li abbandonò al loro destino. E ancora meno sopportare chi li dimenticò, e che ne ebbe vergogna.
    Spero di essere riuscito a farmi comprendere.

  10. #90
    Banned
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    490
    ringrazio tutti gli intervenuti per l'alto spirito dimostrato. probabile che sia uns egno dei tempi o, più semplicemente che chi ama la storia ama la verità*. capisco bene chris quando sostiene che certi argomenti ti portano all'inferno ed anch'io ne pago il prezzo sulla pelle. questa società*, costruita sul falso dualismo, vuol appiccicare un'etichetta con un nome a tutte le cose. le persone sagge sanno che ciò non sempre è possibile, che dal nero al bianco ci sono infinite sfumaure di grigio. ma accetare questo significa erssersi innalzati di un pezzettino dal magma di mediocrità* e conformismo in cui il sistema ci tiene schiacciati.
    ai tempi delle superiori, vinsi una borsa di studio grazie ad uno studio CONTRO le dittature (l'influenza sinsitroide delle nostre scuole aveva colpito anche me)...vinsi un viaggio nei luoghi del terzo reich. un tour di alcune settimane nei loghi dell'europa strettamente legati al nazismo. quando tornai a casa non ero più la stessa persona. giuro che qualcos ami aveva toccato nel profondo... dopo aver visto alcune cose dal vivo, era per me chiaro, qualcuno mi aveva mentito...
    da lì ho iniziato uno studio maniacale (almeno per la mia signora[|)] che a tutt'oggi occupa molto del mio tempo "libero".
    e, credetemi, più approfondisco e più la mia prospettiva cambia in modo davvero bizzarro.
    fabio

    xpiesse: sei una grande persona.

Pagina 9 di 10 PrimaPrima ... 78910 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato