Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: I Cantaliciani nella grande guerra

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Nei Secoli Fedele
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    312

    I Cantaliciani nella grande guerra

    Cantalice ai suoi figli Caduti per la Patria nella Grande Guerra
    1915 – 1918

    Decorati al Valor Militare

    •Caporale BOCCHINI Felice di Luigi- del 146° Reggimento fanteria, nato il 15 ottobre 1895, morto il 29 giugno 1926 sul Monte Cimone per ferite riportate in combattimento. Medaglia d’argento al Valor Militare "Nel momento di slanciarsi all'assalto, incitava i propri dipendenti al coraggio e alla fermezza. Attorniato da numerosi nemici, li affrontava con mirabile audacia finchè cadeva ucciso da una bomba avversaria".Val Tezze, 29 giugno 1916

    •Caporale FARANFA Ferdinando di Antonio – del 13° Reggimento fanteria, nato il 18 dicembre 1897, disperso il 30 giugno 1915 a Selz in combattimento. Medaglia d’argento al Valor Militare. "Offrivasi volontario per comandare una squadra incaricata al brillamento di tubi, per l'apertura di varchi in località molto pericolosa, che causò gravi perdite. Successivamente conduceva la squadra all'assalto, e primo fra i dipendenti, dava luminoso esempio di valore. Durante l'azione cadeva da prode sul campo". Selz, 30 giugno 1915

    •Soldato DIONISI Sabatino di Domenico – del 6° Reggimento fanteria, nato il 14 ottobre 1893, morto il 27 giugno 1915 in Libia per ferite riportate in combattimento. Medaglia di bronzo al Valor Militare “Per bella prova di fermezza e di coraggio data durante il combattimento nel quale fu gravemente ferito". Kabao, 6 giugno 1915”

    •Soldato PATACCHIOLA Bernardino di Marco – dell’11° Reggimento bersaglieri, nato il 15 giugno 1886, morto il 18 agosto 1917 sul campo per ferite riportate in combattimento. Medaglia di bronzo al Valor Militare "Calmo e instancabile fu d'incitamento ai compagni e per tutto il giorno sotto il furioso bombardamento nemico, fu loro di bello esempio per calma e coraggio.
    Colpito da granate avversarie, spirò gridando "Viva l'Italia".
    Carso, 18 agosto 1917


    •Soldato ROSSI Sabatino di Bernardino – dell’ 81° Reggimento fanteria, nato il 23 giugno 1883, morto il 5 aprile 1917 a Roma per malattia.
    • Soldato SMORDONI Bernardino di Pasquale – del 142° Reggimento fanteria, nato il 21 luglio 1895, morto il 9 ottobre 1915 nell’ospedale da campo n. 009 per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato BARTOLOMEI Conzezio di Marco – del 209° Battaglione M.T., nato il 18 settembre 1879, morto il 13 dicembre 1916 a Bocchette di Campiglia in seguito a caduta di valanga.

    •Soldato DI MAGGIO Andrea di Bernardino – del 6° Reggimento fanteria, nato il 3 novembre 1893, morto il 23 luglio 1915 in Libia per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato DEL ZOPPO Antonio di Felice – del 248° Reggimento fanteria, nato il 12 aprile 1890, disperso l’8 settembre 1917 in combattimento.

    •Soldato DE ANGELIS Fortino di Francesco – del 13° Reggimento fanteria, nato il 23 ottobre 1894, morto il 7 ottobre 1915 sul campo per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato VANNARONI Antonio di Bernardino – del 17° Reggimento fanteria, nato il 27 novembre 1889, morto il 12 agosto 1915 nell’ospedale militare territoriale di Genova per ferite riportate in combattimento. Sepolto nel Sacrario Militare di Genova Staglieno.

    •Soldato TAVANI Antonio di Carlo – del 136° Reggimento fanteria, nato l’11 maggio 1896, morto il 24 febbraio 1917 a Mantova per malattia.

    •Soldato STRINATI Antonio di Giovanni – del 6° Reggimento fanteria, nato il 22 novembre 1892, morto il 9 luglio 1915 in Tripolitania per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato MONACO Sabatino Francesco di Beniamino – del 2° Reggimento artiglieria da montagna, nato il 30 marzo 1896, morto il 13 settembre 1916 al Forte Dora Tepè per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato MARCHIONI Antonio di Bernardino – del 2° Reggimento granatieri, nato il 17 giugno 1888, morto il 19 settembre 1916 nella 4^ ambulanza chirurgica per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato COLAPICCHIONI Celestino di Stefano – della 26^ Sezione di sanità, nato il 7 dicembre 1895, morto il 9 luglio 1915 nell’ospedale da campo n. 031 per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato CRESCENZI Geremia di Giovanni – del 3° Reggimento fanteria, nato il 15 giugno 1884, morto il 22 ottobre 1917 nell’ambulanza chirurgica d’armata n. 1 per ferite riportate in combattimento. Sepolto nel Sacrario Militare di Oslavia.

    •Soldato CERVELLI Berardino di Giuseppe Felice – del 13° Reggimento fanteria, nato il 10 maggio 1889, disperso il 29 luglio 1915 nelle cave di Sele in combattimento.

    •Soldato LILLI Alessio di Tommaso – del 20° Reggimento fanteria, nato il 1° agosto 1888, disperso il 6 agosto 1916 sul Monte San Michele in combattimento.

    •Soldato CARLUCCI Felice di Bernardino – del 226° Reggimento fanteria, nato il 4 agosto 1896, morto il 6 luglio 1916 sul Monte Zebio per ferite riportate in combattimento.

    •Caporal Maggiore FRANCESCONI Silvano di Pasquale – della 9^ Compagnia sussistenza, nato il 1° gennaio 1878, morto il 7 febbraio 1919 a Roma per malattia. Sepolto nel Sacrario Militare Italiano del Cimitero Verano di Roma.

    •Soldato VANNICELLI Angelantonio di Giuseppe – del 276° Reggimento fanteria, nato il 7 ottobre 1892, morto il 26 agosto 1917 per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato CIOGLI Bernardino di Domenica – del 124° Reggimento fanteria, nato il 15 dicembre 1891, morto il 3 agosto 1915 a Castelnuovo del Carso per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato CIOGLI Felice di Francesco – del 54° Battaglione bersaglieri, nato il 6 agosto 1890, morto l’11 dicembre 1915 a Modena per congelamento. Sepolto nel Cimitero Monumentale San Cataldo di Modena.

    •Soldato ANGELUCCI Bernardino di Vincenzo – dell’81° Reggimento fanteria, nato il 10 aprile 1891, morto il 4 gennaio 1918 nell’ospedale da campo n. 80 per malattia.

    •Soldato ANGELUCCI Felice di Gioacchino – del 19° Reggimento bersaglieri, nato il27 ottobre 1884, morto il 15 giugno 1918 a Thiene per malattia.

    •Soldato DI MAGGIO Andrea di Berardino – del 6° Reggimento fanteria, nato il 3 novembre 1893, morto il 23 luglio 1915 in Libia per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato DI MAGGIO Pasquale di Bernardino – del 6° Reggimento fanteria, nato l’8 gennaio 1889, disperso il 27 ottobre 1918 sul Monte Valderoa in combattimento.

    •Soldato PANFILO Francesco di Antonio – del 232° Reggimento fanteria, nato il 22 aprile 1881, morto il 9 marzo 1916 a Malga Alato in seguito a caduta di valanga.

    •Soldato PANFILO Nazzareno di Bernardino – del3° Reggimento artiglieria da fortezza, nato il 13 luglio 1884, morto l’11 ottobre 1918 nell’ospedale da campo n. 149 per malattia.

    •Soldato GIGLI Aurelio di Ferdinando – del 201° Reggimento fanteria, nato il 25 aprile 1884, morto il 13 settembre 1916 a Milano per ferite riportate in combattimento. Sepolto nel Sacrario Militare di Milano S. Ambrogio.

    •Soldato GIGLI Sante di Bernardino – dell’87° Reggimento fanteria, nato il 27 aprile 893, morto il 12 febbraio 1918 in prigionia per malattia. Sepolto nel Cimitero Militare Italiano di Sigmundsherberg (Austria).

    •Soldato PROVARONI Angelo di Filippo – del 2° Reggimento alpini, nato il 26 marzo 1898, morto il 25 giugno 1917 sul Monte Ortigara in combattimento. Sepolto nel Sacrario Militare Italiano del Pasubio.

    •Soldato PROVARONI Antonio di Bernardino – del 22° Reggimento fanteria, nato il14 gennaio 1897, morto il 25 maggio 1918 nella 77^ sezione di sanità per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato PROVARONI Giuseppe di Marco – del 12° Reggimento fanteria, nato il 26 agosto 1882, morto il 6 febbraio 1917 ad Aquila per malattia.

    •Soldato PROVARONI Nicola di M. Antonio – del 159° Battaglione M.T., nato l’11 settembre 1879, morto il 1° luglio 1917 in Albania per infortunio. Sepolto nel Sacrario Militare Italiano di Bari – Caduti Oltremare.

    •Soldato PATACCHIOLA Bernardino di Felice – del 242° Reggimento fanteria, nato il 20 settembre 1899, morto il 17 dicembre 1917 nell’ospedale da campo n. 205 per malattia.

    •Soldato PATACCHIOLA Domenico di Salvatore – del 2° Reggimento alpini, nato il 10 gennaio 1889, disperso il 19 ottobre 1916 a Selletta del Dente in combattimento.

    •Soldato PATACCHIOLA Francesco di Giambattista - del 133° Reggimento fanteria, nato il 26 gennaio 1880, morto il 10 luglio 1918 in prigionia per malattia. Sepolto nel Cimitero Militare Italiano di Budapest (Ungheria).

    •Soldato PATACCHIOLA Nazzareno di Antonio – del 2° Reggimento alpini, nato il 4 agosto 1897, morto il 15 giugno 1917 sul campo per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato DIONISI Angelo di Francesco – del79° Reggimento fanteria, nato il 20 marzo 1888, disperso il 24 ottobre 1917 sul Monte Steme in combattimento.

    •Soldato DIONISI Antonio di Pietro – del Battaglione di marcia, nato il 13 giugno 1894, morto il 14 novembre 1918 nell’ospedale da campo n. 0151 per malattia. Sepolto nel Cimitero Militare Italiano di Salonicco (Grecia).

    •Soldato DIONISI Antonio di Gaetano – del 260° Reggimento fanteria, nato il 24 agosto 1897, morto il 6 giugno 1918 sulla quota 100 per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato DIONISI Bernardino di Giovanni – del 215° Reggimento fanteria, nato il 22 marzo 1886, morto il 27 maggio 1915 sul Dosso Faiti per ferite riportate in combattimento.

    •Soldato DIONISI Francesco di Angelo – del 142° Reggimento fanteria, nato il 22 marzo 1887, disperso il 1° novembre 1916 sul Monte San Michele in combattimento.

    •Soldato DIONISI Giambattista di Armando – del 70° Reggimento fanteria, nato il 15 giugno 1895, scomparso in prigionia.

    •Soldato DIONISI Giuseppe di Luigi – del 217° Reggimento fanteria, nato il 19 dicembre 1891, morto il 15 novembre 1918 nell’ospedale da campo n. 302 per malattia. Sepolto nel Tempio Ossario del Cimitero civile di Trento.

    •Soldato DIONISI Mariano di Giuseppe – del 2° Reggimento alpini, nato il 13 aprile 1898, morto il 15 giugno 1917 sul campo per ferite riportate in combattimento. Sepolto nel Sacrario Militare Italiano di Asiago.



    “ a perpetuo ricordo dei magnanimi Eroi
    che combattendo per la gloria d’Italia riaffermarono
    invitti l’inclita virtù della Fortis Cantalica Fides”



    (ricerca a cura di Stefano ROSSI che dedica questo lavoro alla cara memoria del nonno Tommaso, classe 1897 da Cantalice, soldato del 3° artiglieria da fortezza, combattente e reduce della grande guerra.)
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    " Usi obbedir tacendo e tacendo morir....."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato