Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 45678 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 79

Discussione: I CRIMINI DI GUERRA ITALIANI

  1. #51
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    769
    OK.pipistrello visto che ti occupi di aviazione....mai sentito parlare di Durango???
    Se ti va fai un pò di ricerche,e poi mi sembra un topic piuttosto democratico via!
    Tranquillo,non ti chiedo di riprendere il discorso ciao.

  2. #52
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    263
    Topic estremamente interessante a mio avviso.

    Ritengo che oramai sia ora di porre fine una volta per tutte al mito dell'"italiano brava gente" che non è altro che la versione italiana del mito tedesco che la colpa era tutta da addossare alle SS per cui i reparti della Wehrmacht ne uscivano perfettamente puliti, da noi invece si è fatto un passo ulteriore negando che tali eventi siano mai avvenuti.
    Entrambi questi miti hanno in comune il fatto di salvaguardare il popolo scaricandone la coscienza...

    La storia dei Crimini di Guerra Italiani è lunga esattamente come quella di francesi e Inglesi in ambito coloniale.
    Non possiamo dimenticarci il quasi genocidio operato in Libia con migliaia di prigionieri lasciati a morire di fame e sete in campi di concentramento nel deserto
    Il massacro di Debra Libanos seguito al fallito attentato a Graziani sulla base di un sospetto più o meno fondato
    Il campo di concentramento sull'isola di Arbe con un tasso di morte paragonabile a quello di un Lager (o di Un Gulag se preferite)
    Le dichiarazioni del Generale Robotti "Si ammazza troppo Poco" In Slovenia
    e si potrebbe andare avanti all'infinito.
    La cosa più grave è che nessuno ne pagò le conseguenze nonostante le richieste dei paesi "vittime" Etiopia, Yugoslavia, Grecia etc, nessuno ne dei grandi capi come Badoglio, Roatta, Graziani, Ambrosio, fu mai estradato o quantomeno giudicato per questi crimini, ma solo chi aveva aderito alla RSI per collaborazione con l'invasore, e comunque a pene piuttosto lievi (graziani fu condannato a 19 anni, ma i giudici stessi grazie ad alcuni cavilli gliene condonarono ben 17)
    Il che fu dovuto agli equilibri della guerra fredda, e al fatto che alcuni dei criminali, poi si ritrovarono alla testa di reparti destinati alla "lotta contro il Comunismo"
    Personalmente ritengo che da una guerra nessuno ne esce pulito indipendentemente dal colore della divisa, e credo che sia ora che anche noi iniziamo a vedere che cosa abbiamo fatto.

  3. #53
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    769
    P.S. Roatta non fù condannato all'ergastolo,ma a 30 anni in contumacia,poichè nel frattempo era stato fatto fuggire....???
    Sentenza revocata nel 48...???
    Rientrato in Italia godette di pensione adatta al suo grado fino alla morte 6 gennaio 1968. Meditate gente meditate!!!

  4. #54
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Durango! ho controllato!! e ammetto che non sapevo!

    Ma guarda caso non mi meraviglia! del resto G. Dohuet docet..... e hanno messo in pratica la sua teoria......che qualche annetto dopo ci fu restituito con gli interessi!!

    Perchè molti non sanno che i teorici del bombardamento terroristico sono stati gli italiani, Dohuet appunto, che gia preconizzava il fiaccamento del morale del nemico colpendo la nazione avversaria nel cuore....e quanto pare sempre ns il primato della 1a azione in tal senso........

    Italiani brava gente!!!

    Ciao!
    Ivano

  5. #55
    Moderatore L'avatar di Italien
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Genova e Massa Carrara
    Messaggi
    4,855
    Il topic è certamente interessante (far luce sui lati oscuri della Storia non può che fare bene), ma è essenziale che tutti gli intervenuti mantengano il necessario equilibrio.
    Se la temperatura dovesse alzarsi... bisognerà* "congelarlo" (e questo, proprio non lo vogliamo eh? [][][]).
    Saluti.
    LA MIA PAGINA "FORTIFICATA" SU FACEBOOK©: http://www.facebook.com/pages/Italien/323925510817

    Nel mezzo del cammin di questa vita, mostrassi alfin la truce metà oscura...
    ché la pazienza mia era finita, e lo baston calassi su ogne testa dura.


    Fatti non fummo, a viver come inermi... bensì pello inimico, far divorar dai vermi.


  6. #56
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    240
    I bombardamenti di Durango hanno poco a che vedere con le teorie di Dohuet e niente a che vedere con i crimini di guerra italiani dal 1940 al 1943.
    Italiani e tedeschi bombardarono la stazione di Durango e i magazzini adiacenti, colpendo anche inevitabilmente edifici civili e pubblici, tra i quali una chiesa (o un convento) dove si erano rifugiati molti civili.
    Il primo bombardamento fu compiuto da S.81 italiani che sganciarono complessivamente 10 tonnellate di bombe, poco meno di quante 5 anni dopo ne avrebbe sganciate una sola fortezza volante americana.
    Pochi minuti dopo intervennero i bombardieri tedeschi, a fine giornata vi furono 80 morti tra i civili ben elencati nominativamente dalla stampa di Bilbao.
    Impossibile dire quanti di questi morirono sotto le bombe italiane e quanti sotto quelle tedesche.
    I bombardamenti successivi furono più precisi, stazione, magazzini e quadrivio furono distrutti con la morte complessiva in tutti i bombardamenti di 262 civili (secondo fonti spagnole).
    Pura scemenza l'ipotesi che i caccia si abbassarono a mitragliare i civili tra le case.
    La teoria di Dohuet consigliava di colpire direttamente le abitazioni civili e non solo gli obiettivi militari, (stazione e magazzini), chi sosteneva l'appoggio dell'aviazione alle truppe di terra era Mecozzi. (aviazione strategica contro aviazione tattica).
    e gira, gira l'elica. . .

  7. #57
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    240
    PS Roatta fu condannato all'ergastolo e non a 30 anni.
    Era imputato per complicità* nella morte dei fratelli Rossetti (o Rosselli, scusate non ricordo) e non per crimini di guerra.
    Vero che non scontò la pena.

    Nessuno ha ancora risposto alle domande iniziali, tra il 1940 e il 1943 ci furono crimini di guerra imputabili agli italiani? Ci furono condanne?
    Non divagate, altrimenti si finirà* per parlare della scuola di Gorla, di Dresda e delle foibe.
    e gira, gira l'elica. . .

  8. #58
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060
    Citazione Originariamente Scritto da pipistrello
    Nessuno ha ancora risposto alle domande iniziali, tra il 1940 e il 1943 ci furono crimini di guerra imputabili agli italiani? Ci furono condanne?
    Non divagate, altrimenti si finirà* per parlare della scuola di Gorla, di Dresda e delle foibe.
    Mi pareva di aver già* risposto nella pagina 1... Si, ci furono dei crimini di guerra, ben documentati, soprattutto da parte slovena, con documenti dell'epoca (se riuscite a trovarla, consiglio una opera in 2 volumi intitolata "la dura legge di Roma", edita a Capodistria e zeppa di fonti). No, non furono processati, per i motivi già* esposti.
    Saluti
    BKG

  9. #59
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    769
    Caro Pipistrello, il concetto espresso da mè e da altri ne viene solo rafforzato, limitare al 40-43 la responsabilità* di genocidio e risibile, come se non esistesse un prima o un dopo... ma anche per quel periodo ti è stato parzialmente risposto; su Durango potrei replicare, ma non ne ho voglia.

    Considero la tua posizione indifendibile. Senza rancore, ciao.

    P.S. I mandanti ed esecutori dell'attentato ai fratelli Rosselli furono i fascisti!

    <font color="red">[Nota del moderatore:]
    Esprimere le proprie opinioni (qualsiasi esse siano) in modo civile, è giusto e sacrosanto... inserire commenti sarcastici (e senza le prescritte faccine) nei confronti di altri utenti lo è molto meno (oltre ad essere una violazione del regolamento del forum).
    </font id="red">

  10. #60
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    255
    Buon giorno a tutti!

    Ciao Pipistrello! piccola parentesi: a Durango avevamo gli S81, qualche anno dopo gli USA avevano i B17, ognuno ha usato quel che aveva........mi sembra giusto! Chiudo parentesi e fine della divagazione! ;-)

    In merito a Roatta,Tito scalpitava come un cavallo matto per mettergli le mani addosso.....ma gli inglesi gli salvarono la pellaccia per non minare il fragile governo di quell'altro galantuomo di Badoglio..... che pure lui .......

    Un saluto!
    Ivano
    PS: Deo Gratia è venerdì!!!....

Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 45678 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •