Pagina 4 di 18 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 175

Discussione: I DIECI FILM DI GUERRA DA TRAMANDARE AI POSTERI

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Gene Hackman interpreta il Generale Sosabosky,comandante della brigata paracadutisti polacca aggregata agli inglesi.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Il film in questione va visto sotto un'altro aspetto, la sceneggiatura del film e' tratta da un Romanzo di Frederick Forsyth, pubblicato nel 1972, lo stesso tra l'altro ha anche scritto altri libri da cui sono stati tratti grandi film del passato, come Quarto Protocollo, Il giorno dello sciacallo ecc.


    Immagine:

    18,49*KB


    Il film e' di Ronald Neame un regista inglese che ad oggi e' argomento di studio nelle universita', e la colonna sonora e' di Andrew Lloyd Webber noto compositore che divenne famoso per Musicals come Jesus Christ Superstar, Evita, Cats ecc.

    Riguardo alla scenografia, e' ottima la ricostruzione della Germania degli anni 60, e crea a mio avviso una bella atmosfera nostalgica.

    Il film inoltre e' di genere Thriller/Drammatico e non e' un film di guerra, non ci sono battaglie e non c'e' l'azione intesa come quella dei film di oggi tanto amati dai giovani, si tratta invece di una storia intrigata per gli amanti delle vecchie spy story, si perche' anche questo genere con gli anni si e' adattato ai tempi e ai gusti "moderni".

    Riguardo all'Odessa (Organisation der ehemaligen SS-Angehörigen), non si tratta proprio di una leggenda, anzi tutt'altro, si trattava di un organizzazione per il reciproco aiuto di ex-combattenti delle SS. Anche in Italia vi erano organizzazioni simili nel dopoguerra che fornivano assistenza e aiuto agli Ex-combattenti (reinesrimento sociale, lavoro ecc.), se vogliamo paragonarla ad una cosa nota al grande pubblico queste ogranizzazioni erano una sorta di Massoneria.

    Certo il film in questione fa vedere quest'organizzazione come una sorta di confraternita tipo Ku Klux Klan, con tanto di eliminazioni, connivenze con diversi strati della vita sociale ecc., ma nella realta' c'erano parecchie analogie.

    Inoltre le organizzazioni di questo tipo sorte in Italia nel dopoguerra non erano ai livelli di questa, ne per forza economica e ne per membri inscritti.

    Se pensate che per la cerimonia funebre del Generale Sepp Dietrich, nel 1966 si sono presentati 6.000 ex combattenti SS provenienti da varie parti del mondo allora la risposta viene da sola.



    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel

    Dossier Odessa è una bufalata unica, come la stessa leggenda di Odessa.

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Allora Chris
    Mettiamola su questo piano, e di sicuro Sua Santità* sarà* della stessa opinione, nel dopoguerra che ci siano state "organizzazioni" in piccolo che aiutavano ex membri delle SS, Gerarchi del partito e altri ancora a rifarsi una nuova vita all'estero è indiscusso;
    ma un organizzazione come viene descritta nei vari romanzi, film, libri e dossier vari è alquanto una cavolata;
    Se mai è esistita Odessa, come organizzazione, era una cosa mooooolto piu piccola di quello che dicono.
    E ricordati una cosa, l'Obergruppenfuhrer "Sepp" Dietrich era molto noto nell'ambiente dei reduci ed era molto ben voluto dai suoi soldati;
    Se non ricordo male quando morì al suo funerale si presentarono anche una marea di reduci alleati, a simbolo del rispetto che, anche se nemici, portavano per lui;
    E poi non vuol'dire che perchè si presentarono seimila ex WSS, c'era un organizzazione "ombra" dietro; quasi tutti gli ex membri delle WSS erano iscritti all'HIAG, che stampava delle proprie riviste, quindi bastava che mandavano un avviso a tutti i loro iscritti e questi si presentavano.



    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  4. #34
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Vorrei aggiungere che mi piacciono molto anche i filmati originali come i "Cinegiornali di Guerra" ne ho scaricati diversi come anche i filmati originali tedeschi "Die.Deutsche Wochenschau" o anche " Historia De la Secunda Guerra Mundial". Per chi volesse scaricarli basta scrivere quello che ho messo tra virgolette. Dei primi due ce sono molti che variano a seconda del numero che hanno vicino. Al momento sono alle prese con i Cinegiornali italiani dal n° 3 al n° 20. Quelli che ho sono eccezzionali.[ciao2]
    luciano

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Salve

    Riguardo all'Odessa, nessuno puo' affermare quanto fosse grande e quanto potere avesse, e per tale intendo l'influnza sul governo che ospitava i vari membri sparsi un po qua' e la per il mondo.

    Riguardo allo scrittore Frederick Forsyth, che ha scritto il libro da dove e' stato poi tratto il film, posso dirti che i suoi romanzi oltre a contenere intrighi sfocianti in vicende piu' o meno fantasiose, contenevano sempre una base di verita', come ad esempio nel libro il Quarto protocollo racconta di Kim Philby, personaggio relmente esistito e che lo stesso Forsyth ha inserito nel romanzo con la figura che rappresentava realmente.

    Che Forsyth fosse un amante della fanta-politica con i suoi annessi e connessi e' risaputo al grande pubblico, ma che i suoi pensieri fossero le elaborazioni di fatti reali e' noto solo a pochi.

    Sempre tornando all'Odessa, ci sono vari frammenti di notizie, sparse un po qua' e un po la' che fanno pensare che alcune persone fossero state benefiarie del oro che l'Amm. Karl Doenitz fece uscire dalla germania con tre U-Boot XXI prima della fine, e che approdarono sulle coste Argentine scaricando delle misteriose casse piuttosto pesanti.

    Queste persone avevano il compito di aiutare gli ex-camerati che ne avevano bisogno, e comprare amicizie potenti in governi amici come, Argentina, Uruguay e Paraguay.

    Avevo un amico anni fa che mi racconto' che loro (Italiani) scapparono nel dopoguerra dall'Italia e ripararono in Uruguay a Montevideo, e mi raccontava che andava a scuola (lui era un bambino al tempo) con altri Italiani e Tedeschi in scuole "speciali" riservate a loro e che si salutavano con il saluto romano come noi diciamo ciao.

    Suo Padre era nel Ministero delle Colonie e con la fine della Guerra fece le valigie e scappo' in Uruguay, lui mi raccontava che a Montevideo aveva conosciuto anche alcuni marinai della Graf Spee che rimasero li dopo l'autoaffondamento della nave.

    Molti ex-combattenti si furono anche arruolati come Militari nei paesi che li Ospitarono, e questa e' un'altra cosa che deve far riflettere.

    In molte biografie di ex-combattenti tedeschi risulta, l'arruolamento in questi paesi, come effettivi, o istruttori per le truppe.

    Ci sono delle citta' in Argentina che hanno le costruzioni che somigliano a quelle della Baviera, (ricordo un servizio dato in TV qualche anno fa che mostrava questa curiosita') forse e' solo un altro indizio??

    Comunque di indizi ce ne sono tanti, e anche se la verita' non si sapra' mai, quello che e' certo e' che questi "frammenti" tracciano una possibile ipotesi su questa vicenda.

    L'Odessa era segreta e non poteva uscire alla luce del giorno, ed e' per questo che era complicato anche per Simon Wiesenthal individuare certe figure, inoltre non c'e' da dimenticare che i governi in questione proteggevano questi illustri ospiti.

    Quelli "interessati" vennero scoperti quasi per caso, e di alcuni se ne individuo' la propria identita' solo dopo morti e dopo anni di cambi di "correnti politiche".

    Comunque se vogliamo analizzare la vicenda con un occhio attento, diciamo che per "sparire" ci vogliono soldi e aiuti esterni, una rete di amicizie sul posto per cio' che serve, e se vogliamo stare "tranquilli" ci vuole anche "l'amicizia" del Governo che ci ospita.

    Per concludere riguardo al Film "The Odessa File" posso dirti che a livello internazionale e' ben valutato per varie caratteristiche di produzione cinematografica gia' citate precedetemente.

    Che possa non piacere e' una cosa puramente soggettiva..














    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel

    Allora Chris
    Mettiamola su questo piano, e di sicuro Sua Santità* sarà* della stessa opinione, nel dopoguerra che ci siano state "organizzazioni" in piccolo che aiutavano ex membri delle SS, Gerarchi del partito e altri ancora a rifarsi una nuova vita all'estero è indiscusso;
    ma un organizzazione come viene descritta nei vari romanzi, film, libri e dossier vari è alquanto una cavolata;
    Se mai è esistita Odessa, come organizzazione, era una cosa mooooolto piu piccola di quello che dicono.
    E ricordati una cosa, l'Obergruppenfuhrer "Sepp" Dietrich era molto noto nell'ambiente dei reduci ed era molto ben voluto dai suoi soldati;
    Se non ricordo male quando morì al suo funerale si presentarono anche una marea di reduci alleati, a simbolo del rispetto che, anche se nemici, portavano per lui;
    E poi non vuol'dire che perchè si presentarono seimila ex WSS, c'era un organizzazione "ombra" dietro; quasi tutti gli ex membri delle WSS erano iscritti all'HIAG, che stampava delle proprie riviste, quindi bastava che mandavano un avviso a tutti i loro iscritti e questi si presentavano.

  6. #36
    Utente registrato L'avatar di Cavaliere nero
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,157
    La caduta è certamente un film tra i migliori, descrive bene l'atmosfera che doveva esserci in quel momento, subito prima della fine del Reich, senza dubbio uno dei miei film preferiti. Già* che si parla di film di guerra in generale cosa ne pensate di 300? Certo storicamente è una cretinata però in quanto ad epicità* non è secondo a nessuno.
    [center:377uncav]La sera risuonano i boschi autunnali
    di armi mortali, le dorate pianure
    e gli azzurri laghi e in alto il sole
    più cupo precipita il corso; avvolge la notte
    guerrieri morenti, il selvaggio lamento
    delle lor bocche infrante.
    Georg Trakl[/center:377uncav]

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Penso che 300 sia una pellicola discreta nella sua interezza, se consideriamo che il film e' stato girato come un cartone animato e cencepito per un pubblico giovanile.

    Diciamo che e' una rielaborazione storica addattata ai tempi e ai gusti di oggi.

    La critica l'ha accolto bene, e anche al botteghino e' stato un successo (e come poteva non esserlo..).

    Peccato solo che l'esercito persiano non sia attinente alla verita' storica.

    Molto migliore a mio avviso L'eroe di Sparta del 1962 di Rudolph Mate', (regista di pellicole di avventura) pero' visto l'epoca in cui e' stato fatto il film non puo' tenere il confronto con la scenografia e gli effetti speciali del suo remake 300.

    Infinitamente superiore a mio avviso e' il film Alexander del 2004 di Oliver Stone, che si avvale di un ottima ricorstruzione storica, ottimo cast, e ottimi dialoghi, e ottima colonna sonora.

    Purtoppo Alexander e' piu' un film "maturo", che un film prevalentemente d'azione come nel caso di 300, e per questo non ha avuto lo stesso riscontro in termini di incassi.

    Comunque 300 non e' un film che comprero', perche' non mi interessa averlo, troppo lontano dai miei gusti.






    Citazione Originariamente Scritto da Cavaliere nero

    La caduta è certamente un film tra i migliori, descrive bene l'atmosfera che doveva esserci in quel momento, subito prima della fine del Reich, senza dubbio uno dei miei film preferiti. Già* che si parla di film di guerra in generale cosa ne pensate di 300? Certo storicamente è una cretinata però in quanto ad epicità* non è secondo a nessuno.

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Ciao Cris,ho visto che sei preparato e che sai di quello che parli,anche per film come 300.Ti posso chiedere una cosa?Ti premetto che l'ho visto e che non mi dispiace affatto,ma secondo te,storicamente,le battute sarcastiche di Leonida sono esistite e sono documentabili?Mi spiego,quando l'ambasciatore persiano gli dice che il cielo diventerà* buio per le loro frecce,e lui rispone dicendo che così combatteranno all'ombra,sono pure invenzioni o sono in qulache modo documentabili?
    Detto questo mi trovo d'accordo con la teatralità* della pellicola,ma certe scelte sono azzeccatissme,com il fatto che il film abbia per tutta la sua durata un effetto chiaro scuro che enfatizza il tutto!
    Ciao!

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Allora, non posso ribattere alcune affermazioni fatte da te Cris, perchè sarei accusato di neofascismo, ecc.
    Però ti posso dire che le comunità* tedesche e italiane in sud america esistevano già* prima della guerra, che poi si siano "rimpolpate" alla fine del conflitto è un altro discorso;
    Ricordiamoci però che nel 1945 non c'erano i mezzi di oggi in fatto di telecomunicazioni, investigazione e controllo delle persone percui era anche abbastanza facile per una persona "sparire", bastava avere una discreta quantità* di denaro; per le storie degli U-Boot carichi d'oro sono poco piu di una leggenda metropolitana, come il tesoro della Reichsbank oppure l'oro nascosto sul fondo del lago di Ginevra; che molti ex-combattenti dell'esercito tedesco (Herr, WSS, LW, KM) si siano arruolati in altri eserciti dopo la guerra non è un mistero, anzi; tanti andarono nella Legione Straniera, altri diventarono membri delle forze armate dei paesi sudamericani, c'è chi diventò perfino alto ufficiale dell'armata rossa; per il fatto che alcuni ufficiali o membri delle alte sfere del Terzo Reich siano stati scoperti, (Es: Adolf Heichmann), non credere sia stato per caso, perchè se c'è un servizio segreto che è maestro nel trovare una persona, avvalendosi di qualsiasi mezzo, è il Mossad; Altri, invece, non sono stati trovati per il semplice fatto che, molto probabilmente, non erano considerati importanti;
    poi non è mistero che alcuni capi di governo del sud america simpatizzassero con gli ex-membri del Reich, come Quan Peron o Stroessner;
    Rudel stesso era amico personale di Peron e si dice che Stroessner ricevette Mengele, durante la sua latitanza in Paraguay.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Il mio ex amico che aveva vissuto a Montevideo, mi ha confermo' al tempo che molti erano andati via dall'europa per via di problemi relativi alla guerra, la sua famiglia era dovuta andare in Uruguay per evitare la "nuova italia".

    Della storia delle casse se ne e' parlato qualche anno fa proprio sulla RAI hanno parlato della cosa per via degli archivi Argentini aperti per via del governo democratico che e' attualmente in carica nel paese.

    Non si conosceva il contenuto delle casse, ma quel che e' certo e' che qualcosa di pensante e di valore e' stato scaricato da quei sommergibili che hanno fatto l'impossibile per portare a termine la missione.

    Poi si sono consegnati alleati, ma rimane il fatto che le stive erano vuote.

    Sull'Oro della Reichsbank si sono scritti dei libri, e si e' parlato di tre destinazioni, una era il sud-america, la seconda il furto degli alleati, la terza e' che una parte rimase nascosto in qualche bunker in baviera (se ne parla anche nel Documentario Third Reich Underground).

    Riguardo al lago di Topliz che non e' in svizzera, ma in austria, la storia non e' fantastica, anzi i sopravvissuti raccontarono delle matrici sia di dollari che di sterline, che scomparvero misteriosamente dopo la fine della guerra, qualcuno dice nel lago altri dicono che siano state fatte sparire appositamente, comunque le matrici al tempo valevano una fortuna, i soldi invece che si stampavano erano falsi, come falsi furono quelli che il Reich diede a "Cicero" per pagare i suoi servigi.

    Alcune casse (banconote??) invece vennero gettate nel lago, dove dopo la guerra qualcuno trovo delle banconote affiorate in superficie.

    Immagine:

    69,65*KB

    Una cosa che non capisco di tutta questa vicenda, e' perche' lei sembra definire tutte queste storie, fantasie, quando invece le vicende in questione rimangono un enigma anche per storici, e scrittori che hanno scritto fiumi di testi molti anche discordanti tra loro.

    Io ho parlato di frammenti di informazioni, ma io non ho le prove per poter dire se sono giuste o sbagliate, invece lei sembra avere queste certezze, e a questo punto mi chiedo come fa ad asserire certe cose, visto che probabilmente lei e' anche piu' giovane di me, e che probabilmente legge come faccio io, e che di conseguenza non ha vissuto queste situazioni direttamente per poter dare riscontri certi alle cose.

    Io non ho certezze di certi fatti, perche' leggo, come lei, vedo documentari, come lei, e non mi sento di apporre sigilli su cose che ho acquisito dalla carta stampata o per sentito dire.

    Spero di aver chiarito la cosa.


    Un Saluto
    Cris









    Citazione Originariamente Scritto da Die Nadel

    Allora, non posso ribattere alcune affermazioni fatte da te Cris, perchè sarei accusato di neofascismo, ecc.
    Però ti posso dire che le comunità* tedesche e italiane in sud america esistevano già* prima della guerra, che poi si siano "rimpolpate" alla fine del conflitto è un altro discorso;
    Ricordiamoci però che nel 1945 non c'erano i mezzi di oggi in fatto di telecomunicazioni, investigazione e controllo delle persone percui era anche abbastanza facile per una persona "sparire", bastava avere una discreta quantità* di denaro; per le storie degli U-Boot carichi d'oro sono poco piu di una leggenda metropolitana, come il tesoro della Reichsbank oppure l'oro nascosto sul fondo del lago di Ginevra; che molti ex-combattenti dell'esercito tedesco (Herr, WSS, LW, KM) si siano arruolati in altri eserciti dopo la guerra non è un mistero, anzi; tanti andarono nella Legione Straniera, altri diventarono membri delle forze armate dei paesi sudamericani, c'è chi diventò perfino alto ufficiale dell'armata rossa; per il fatto che alcuni ufficiali o membri delle alte sfere del Terzo Reich siano stati scoperti, (Es: Adolf Heichmann), non credere sia stato per caso, perchè se c'è un servizio segreto che è maestro nel trovare una persona, avvalendosi di qualsiasi mezzo, è il Mossad; Altri, invece, non sono stati trovati per il semplice fatto che, molto probabilmente, non erano considerati importanti;
    poi non è mistero che alcuni capi di governo del sud america simpatizzassero con gli ex-membri del Reich, come Quan Peron o Stroessner;
    Rudel stesso era amico personale di Peron e si dice che Stroessner ricevette Mengele, durante la sua latitanza in Paraguay.

    Saluti
    Die Nadel

Pagina 4 di 18 PrimaPrima ... 2345614 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •