Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 24 di 24

Discussione: I disertori tedeschi che aderirono alla Resistenza

  1. #21
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Manifestino bilingue diffuso dai partigiani tra le truppe della WH di stanza a Roma e nel Lazio.
    (Da una pubblicazione del Comune di Roma)
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810
    Nella nostra zona ne operarono diversi di disertori delle forze armate tedesche, alcuni di vera e proria origine germanica, altri austriaci, cecoslovacchi, polacchi o prigionieri russi (..o lettoni, lituani, ucraini...) che passati poi tra le fila tedesche, passarono poi con i partigiani. Due di essi, catturati dalla brigata nera saranno fucilati il 15 aprile 1945 assieme ad altri 5 partigiani del distaccamento.

    Ma in materia di disertori tedeschi, il più famoso fu senz'altro Walter Fischer, il cui ricordo è ancora molto vivo nel paese. Diventato un famoso pittore nel dopoguerra gli dedicammo alcume mostre di quadri che dipinse nelle varie case di latitanza che lo ospitarono durante la guerra....

    http://www.walter-fischer-maler-und-...impaginato.pdf

    e qui una bella pagina a lui dedicata....

    http://www.walter-fischer-maler-und-....de/bio-it.htm

    Insostituibile nel preparare ordini espolsivi, mine, nell'armare i panzerfaust ecc....fu con i partigiani locali nelle più audaci missioni di sabotaggio, tra cui la più famosa quella dove fu fatto saltare Ponte Alto a Modena, usando una bomba d'aereo americana inesplosa trasportata per 30 chilometri a bordo di un auto....e 5 impavidi partigiani!!
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810
    ......altro disertore reso famoso dal libro "Il bracciale di sterline", libro che racconto l'attacco del comando di Albinea (RE) da parte dei paracadustiti inglesi e vari gruppi partigiani...

    Allegato 186531

    Hans (Hans Amoser) – GUFO NERO -Austriaco originario di Vienna è disertore sottotenente del I Fallschirm Korps della Lutwaffe (paracadutisti scelti). Ha combattuto in Russia a Stalingrado. Fuggito dal carcere militare tedesco di Treviso poco prima della sua fucilazione. Ricercato in tutta la Repubblica Sociale Italiana su di lui c’è una sostanziosa taglia per chi lo consegna vivo o morto. Ha aderito alla Resistenza prima nei Gap, poi 26esima Brigata Garibaldi infine tra i primi della squadra del “Gufo Nero”. Ufficialmente sposato in Austria, è fidanzato con la reggiana Lucia Bertani. Combatte per sete di vendetta e amore.
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  4. #24
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Anche nel libro "L' AGNESE VA A MORIRE", celeberrimo testo dell' agiografia resistenziale è trattato l' argomento e l' atteggiamento ambivalente dei partigiani verso i disertori tedeschi cui solitamente ripugnava combattere la WH, e nelle cui file si potevano annidare spie delle SS o di altre forze di polizia germaniche inviate a scoprire dislocazione, organico e fianchggiatori dei reparti partigiani...

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •