Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: I soggoli in canapa del 33

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    I soggoli in canapa del 33

    La datazione dei soggoli in canapa dell'elmetto mod.33 e' veramente complessa. Il guaio principale e' rappresentato dalle manipolazioni che questo elmetto ha subito a partire dalla sua adozione e fino alla sua "onorata" dismissione. Come tentare allora una possibile cronologia dei soggoli? Propongo una mia ipotesi che parte, tuttavia, da dati concreti. Innanzitutto condivido la tripartizione fatta dal Bosi che ha correttamente individuato tre fondamentali tipi di soggolo cui tuttavia oserei apportare una modifica aggiungendo il soggolo marcatamente verde che il Bosi non ha fotografato essendosi limitato a fotografare, oltre ai primi due, quello che io chiamo in "olive drab" perche' ricorda molto quel colore. Quindi abbiamo questi sottogola:
    1° tipo: in colore "sabbia";
    2° tipo: in colore "terra chiara";
    3° tipo: in colore marcatamente "verde";
    4° tipo in colore marcatamente "oliva scuro".
    Posti questi fondamentali tipi, che si somigliano per spessore e filatura anche se, personalmente, ho riscontrato in rari casi soggoli di dimensioni piu' contenute (mi riferisco alla larghezza) e dalla trama piu' larga tanto che il soggolo si presentava piu' mordibo. Generalmente la trama utilizzata per la tessitura di questi soggoli, "a lisca di pesce" determina un effetto di "inamidatura" del soggolo che e' molto persistente, persistenza aiutata anche dal fatto che in genere la fbbia viene fatta scorrere poco o per niente. Si tratta di una tessitura antistrappo, nel senso che uno strappo non consente la sfilatura del tramato consentendo al soggolo di continuare a svolgere la sua funzione nonostante lo strappo.
    Per quanto riguarda la frequenza con cui si riscontrano questi soggoli posso rilevare che generalmente il piu' diffuso e' quello del primo tipo, e questo mi fa pensare ad una massiccia produzione di questa tipologia di soggolo. Il secondo tipo e' meno diffuso cosi' come quello del terzo e quarto tipo. Il problema della datazione temporale di questi sottogola deve risolversi, secondo me, con lo studio diretto degli esemplari e la loro osservazione perche' le foto piu' antiche, trattandosi di colori diversi, non aiutano molto essendo in genere in bianco e nero. Pero' deve tenersi presente che un tentativo di datazione incontra i limiti dovuti ai ricondizionamenti subiti da questo elmetto. Ma si puo' tentare comunque una datazione? Per i soggoli di terzo e quarto tipo possiamo ritenere che siano stati adottati dopo l'adozione delle mimetiche verdi, quindi a partire dagli anni 70 (tra l'altro non si riscontrano mai sui 33 piu' antichi "doc". Ritengo anteriore al soggolo di quarto tipo quello di terzo tipo nel senso che quest'ultimo fu introdotto prima di quello di quarto tipo perche' personalmnete ho rilevato 33 con soggoli di terzo tipo invecchiati e usurati e mai ho rilevato i soggoli dell'ultimo tipo rovinati. Generalmente questi soggoli di quarto tipo li ho riscontrati sempre nuovi e su 33 in verde nato "di fabbrica". Quindi se il terzo tipo lo collochiamo dai primi anni 70 in poi, l'ultimo tipo lo farei coincidere con l'ultimo decennio di vita del 33. Per quanto riguarda invece il primo tipo l'evidenza fotografica attualmente nota di questo accessorio ci mostra la sua adozione negli anni 50, nella seconda meta' di tali anni per la precisione. E' innegabile la sua adozione negli anni 50 se solo si consideri che il suo colore si intona a quello nocciola dell'elmo cosi' come i relativi rivetti che fermano il soggolo anch'essi nocciola.Tale primo tipo di soggolo montato su un 33 anni 50 con i relativi rivetti nocciola crea un effetto cromatico molto armonioso. Quindi la datazione del primo tipo deve farsi risalire agli anni 50. La circostanza di una sua adozione sin dai primi anni 50 non puo' escludersi categoricamente se solo sappiamo che si tratta di un sistema, quello dei soggoli in canapa, gia' conosciuto in epoca bellica (si vedano ad esempio i 33 forati), Tra l'altro il colore del soggolo primo tipo e' concepito proprio per il colore del 33 di quegli anni e questo non puo' essere un caso. Per di piu' sui 33 anni 50 non ho mai riscontrato soggoli di secondo tipo ne' anelli trapezoidali o rivetti ferma soggolo oliva, segno evidente che tale soggolo fu concepito a mio avviso, e quindi esisteva, prima degli anelli trapezoidali e dei rivetti oliva. E' possibile che per il ricondizionamento di migliaia di 33 in quegli anni difficili (siamo nel dopoguerra e la mancanza di fondi si sentiva) venne concepito questo soggolo primo tipo ad imitazione del soggolo usato sugli elmetti inglesi, molto economico e di facile produzione, da utilizzare per tali fini. Quindi e' possibile che l'adozione e il montaggio del soggolo primo tipo sia gia' iniziato nella prima meta' degli anni 50 e il suo utilizzo sia stato in un certo senso arginato dalla disponibilita' di scorte di soggoli in cuoio. Questo potrebbe spiegare la frequenza del soggolo in cuoio sui 33 dei primi anni 50. Per quanto riguarda infine il soggolo di secondo tipo, che tra l'altro nella sua colorazione si sposa molto con il colore dell'equipaggiamento in canapa, sinceramente e' di difficile collocazione temporale. Penso piu' ad un soggolo di transizione quando si abbandono' per il 33 il colore nocciola per l'oliva e si armonizzo' il soggolo del 33 con il colore dellequipaggiamento in canapa dell'uniforme. Per l'introduzione del colore oliva sui 33 con ogni probabilita' risale alla prima meta' degli anni 60 e sia stato prodotto in un limitato quantitativo data la consistenza dei quantitativi di soggoli di primo tipo disponibili.
    Quindi ricapitolando a mio avviso abbiamo:
    1° tipo: soggolo in sabbia (anni 50);
    2° tipo: soggolo in terra chiara (anni 60);
    3° tipo: soggolo in verde (anni 70);
    4° tipo: soggolo in oliva scuro (anni 80).
    Di seguito le foto delle quattro fondamentali tipologie di soggolo in canapa

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: I soggoli in canapa del 33

    Accanto ai soggoli in canapa regolamentari si sono talvolta riscontrati soggoli non regolamentari dovuti evidentemente a ragioni di riparazione o sostituzione del soggolo. In questi casi i soggoli erano ottenuti da elementi di equipaggiamento. Le cinghie in canapa venivano pertanto prelevate da questi equipaggiamenti ed adattate agli anelli dell'elmetto. Nei casi riscontrati queste cinghie risultano fissate con cura agli anelli mediante cucitura a macchina. La circostanza di una cucitura a macchina in un punto cosi' difficile da raggiungere per una macchina cucitrice induce a ritenere che l'elmo fosse stato disassemblato, il soggolo montato, e il tutto riassemblato. Potrebbe trattarsi anche di riparazioni o ricondizionamenti di piu' elmetti cio' che spiegherebbe uno smontaggio dell'elmo per le opportune riparazioni. Evidentemente in queste situazioni non si disponeva ne' di soggoli in canapa regolamentari di ricambio ne' dei relativi rivetti di fissaggio. Di seguito due esempi di questi soggoli in canapa non regolamentari.

    Foto di un elmetto di Coloniale prelevata da altro topic del forum: si nota la cucitura a macchina del soggolo di recupero in prossimita' dell'anello. La fibbia e' originale di un soggolo in canapa regolamentare.


    Uploaded with ImageShack.us

    Altro esempio di soggolo non regolamentare. In questo caso la fibbia non e' originale ed e' anch'essa di recupero, con ogni probabilita' potrebbe trattarsi di una fibbia di borraccia. Si tratta della foto di un elmo di Piesse prelevata da altro topic del forum. Anche in questo caso il soggolo di recupero risulta cucito in prossimita' dell'anello.


    Uploaded with ImageShack.us




  3. #3
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: I soggoli in canapa del 33

    L'evidenza fotografica comprova che sin dal 1956 e 1957 i 33 erano dotati di soggolo in canapa primo tipo come emergerebbe dal colore scuro che i soggoli presentano in foto e dai rilievi gia' esposti.

    Militari schierati con elmetto 33 dotato di soggolo in canapa - anno 1956 (foto di un album di Vexillifer prelevata da un topic della stanza "cedo" del forum.
    [attachment=1:2t42ali8]Foto0087.jpg[/attachment:2t42ali8]

    Militari schierati con elmetto 33 dotato di soggolo in canapa - anno 1957 (foto reperita in internet - sito Camera dei Deputatii)
    [attachment=0:2t42ali8]01115c.jpg[/attachment:2t42ali8]

    La circostanza che gia' negli anni 1956 e 1957 i 33 fossero dotati di soggolo in canapa sia in Sicilia che nel Lazio comprova una gia' capillare diffusione di tale soggolo che necessariamente deve collocare la sua adozione sin dalla prima meta' degli anni cinquanta.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  4. #4
    Utente registrato L'avatar di BERTO
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    927

    Re: I soggoli in canapa del 33

    Ho letto con interesse il post ,molto interessante.
    Berto

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di leon1949
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Lombardia milano
    Messaggi
    3,706

    Re: I soggoli in canapa del 33

    ma questo 33 civil/bellico con soggolo in canapa fa testo o no nello svariato mondo dei 33 ? ciao
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #6
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: I soggoli in canapa del 33

    Ciao, del tuo elmetto si era gia' discusso qui viewtopic.php?f=17&t=20414
    Il tuo 33, come gia' rilevato da Marpo, presenta le caratteristiche gia' riscontrate su diversi 33 del periodo bellico destinati alla difesa civile (soggolo in canapa e cuffia cerata). Ciao.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518
    Una foto di un 33 anni 50 con soggolo primo tipo color sabbia.
    Questa foto rende evidente l'ottimo effetto cromatico del soggolo primo tipo con il colore nocciola dell'elmetto, tanto rende molto plausibile che la tonalita' del soggolo primo tipo venne concepita in funzione di armonia cromatica con il colore nocciola degli elmetti. La foto e' tratta da altro topic e rappresenta un 33 dell'utente giannix62.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #8
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518
    Esempio di un raro soggolo 1° tipo di dimensioni inferiori a quelle standard. Il soggolo e' presente su un 33 ricondizionato in verdone. La larghezza del soggolo, in questo caso, e' inferiore di circa 5 mm rispetto alla larghezza standard dei soggoli in canapa. Si nota chiaramente che la larghezza della fibbia e' maggiore della larghezza del soggolo. Nei soggoli standard invece le pareti laterali della fibbia sono a contatto con il soggolo. Proprio per queste ridotte dimensioni si tratta di soggoli rari a riscontrarsi. Potrebbe anche ipotizzarsi che questa rara tipologia di soggolo fosse stata inizialmente prevista per adattarsi agli anelli rettangolari ma la frequenza con cui si riscontrato i soggoli in canapa dalle dimensioni standard adattati agli anelli rettangolari anche su 33 anni 50 induce ad escludere questa ipotesi. Probabilmente il soggolo in questione appartiene a rare partite di soggoli in canapa cosi' confezionati e tuttavia regolarmente utilizzati.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #9
    Utente registrato L'avatar di swiss
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    90
    Ciao Gertro, ottimo lavoro e complimenti per l'impegno con cui porti avanti lo studio del nostro 33. Sappiamo molto sui 33 bellici ma ancora molta nebbia avvolge quelli post. E' innegabile che un elmetto bellico esprima un fascino diverso da uno post, per via delle vicende che ha affrontato e per aver attraversato una fase storica così importante, però i dubbi maggiori sorgono con quelli del dopoguerra proprio per via di tutti i riassemblaggi che il 33 ha subito dagli anni 50 a quando è andato onorevolmente in pensione. Per cui anche lo studio dei minimi particolari non può che fare bene a chi come me ama questo elmo in tutte le fasi della sua carriera.
    Ciao
    Cerco quello che non ho trovato!!

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518
    Ciao Swiss, grazie per gli apprezzamenti. Effettivamente il 33 e' un elmetto molto complesso. Immagina che riassemblamenti sono stati subiti anche dai cerchioni. Tutto questo rende molto difficle una datazione certa dell'elmetto nella sua unitarieta'. In genere ogni 33 piu' che una datazione unitaria presenta pluridatazioni. Ciao.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato