Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 12 di 12

Discussione: identificazione chiave

  1. #11
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Allora: con delle foto tutto ti sembrerà più semplice...
    Il militare riceve un orologio come quello che vedi in foto.
    all'interno dell'orologio c'è il disco testimone, che ruota, proprio come se si trattasse di un cronotachigrafo.
    L'orologio vero e proprio fa ruotare sia le lancette che il disco testimone ed è contenuto in una scatola di metallo, chiusa con una chiave.
    La scatola ha anche un'altra serratura, nella quele si inseriscono le chiavi che, durante la ronda vengono "incontrate" dal militare in ciascuna tappa del percorso che deve fare...
    Ciascuna chiave, in ciascuna postazione, produce una timbratura sul disco di carta che fa da testimone.
    Ogni chiave produce una segnatura diversa su un punto diverso del cartoncino a seconda dell'ora in cui c'è stato il passaggio in ciascuna tappa...
    Ne parlavo proprio in questi giorni sul forum "Kronos", poichè ho rinvenuto un orologio da ronda Seiko della seconda guerra.

    Il sistema di verifica e controllo della vigilanza, effettuato mediante "watchman clocks" è di invenzione antica e veniva usato dai metronotte degli istituti di vigilanza privati di USA, UK e Germania, sin dal 1870 circa.

    Ritengo che queste chiavette siano giunte nelle mani di collezionisti in occasione della dismissione del sistema, davvero obsoleto (risale alla seconda metà dell'800, come concezione) o addirittura di caserme.
    ritengo anche che il militare che avesse rinvenuto una postazione priva di chiavetta avrebbe dovuto semplicemente dare l'allarme con la massima celerità, magari lasciando del personale sul posto a sorvegliare.
    Nonostante io abbia notizie abbondanti di ottusità dei superiori, in ogni forza armata di ogni paese del mondo, non comprendo proprio come dovessere essere lui il soggetto passibile di sanzione.


  2. #12
    Utente registrato L'avatar di Diaz
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    196
    Nonostante io abbia notizie abbondanti di ottusità dei superiori, in ogni forza armata di ogni paese del mondo, non comprendo proprio come dovessere essere lui il soggetto passibile di sanzione.
    Sono d'accordo su quanto scritto a proposito d'ottusità, ma forse in questo caso la sanzione una giustificazione ce l'aveva: se qualcuno fosse riuscito a rubare una chiavetta, questo poteva solo significare che o l'aveva rubata la guardia o la stessa non aveva svolto bene il suo compito....

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato