Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 13 di 13

Discussione: Identificazione lame

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    164
    Mostraci il risultato finale, mi raccomando!

  2. #12
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Ehhh sì, c'è un pò di lavoro da fare su quella baionetta!
    Se La ruggine è dura a smuoversi puoi benissimo usare tela abrasiva con grana 300 bagnata con petrolio bianco. Vai leggero e pulisci spesso la tela nel petrolio! (poi le mani ti profumano per due giorni ma un pò di sacrificio....)
    L'anello di inastamento ha preso un bel colpo all'indietro che lo ha piegato ed ovalizzato, ci vuole una mano esperta per bloccare la lama in morsa ed usando un punzone in alluminio riportarlo diritto col martello. Dico esperta perché và* valutato il comportamento della fusione di ottone che tende ad essere fragile e potrebbe spezzarsi.
    Se hai buona manualità* puoi svitare la molla del pulsante dopo aver irrorato tutto con lo svitol o similare per poter pulire bene i particolari. Non sò se è possibile ma se il dado del codolo non è punzonato sarebbe buono svitare anche quello e togliere l'impugnatura.
    Alla fine immancabile minitrapano con spazzolina di acciaio e sei a posto!
    Come bajo del Vetterli mi sembra un pò cortina... ne esistevano varie versioni?
    Io conosco questa....


    Immagine:

    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    164
    Per esigenze belliche le vetterli lunghe sono state accorciate (poichè troppo ingombranti fra i fili spinati)creando taglie medie e piccole e ottenendo con la rimanente parte pugnali da arditi. Poi sono state fatte molte varianti come le vetterli con lama 91, le vetterli con crociera 91, le baionette 91 con lama vetterli e le baionette di emergenza.
    Data la carenza di equipaggiamenti si faceva ricorso o ogni tipo di lama adattandola alle esigenze. Anche gli austriaci modificavano le italiane per ottenere adattamenti per i loro fucili.

    Baio di emergenza

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato