Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 32

Discussione: identificazione proiettile Mortaio

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    18

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Comunque nella zona di Lucca fino a Pistoia non è difficile rinvenire munizionamento d'artiglieria Inglese (88mm e 94mm)
    Se poi questo era usato da Sudafricani o altri Contingenti non saprei....

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    E se fosse perchè essendo un posto isolato era adatto al deposito a scopo distruzione di residuati e materiale sequestrato?
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Citazione Originariamente Scritto da esogene
    Comunque nella zona di Lucca fino a Pistoia non è difficile rinvenire munizionamento d'artiglieria Inglese (88mm e 94mm)
    Se poi questo era usato da Sudafricani o altri Contingenti non saprei....
    Cerchiamo di precisare una cosa, così ci capiremo anche in futuro: non significa alcunchè distinguere tra i vari componenti del commonwealth, erano tutti armati con le stesse pistole, gli stessi fucili, le stesse mitragliatrici, sia che fossero indiani o canadesi o sudafricani o quello che volete, (dimenticavo gli inglesi in primis). Si può discutere su particolari, ad esempio quale modello di Enfield usassero, ma le munizioni erano comuni per tutti.
    Diverso il discorso invece per gli statunitensi che avevano loro armi e che fornivano anche ad altri contingenti, ad esempio i brasiliani.
    C'erano poi dei contingenti, tipo i francesi, che, per nascondere le pezze ai pantaloni, usavano qualsiasi cosa gli capitasse, inglese, americana, qualche arma francese,....
    Possiamo quindi parlare di due grandi famiglie, da una parte gli "inglesi", tutti compresi, e dall'altra gli "americani"
    Le cartucce elencate nel primo intervento sono tutte "inglesi" e quindi fanno ritenere che siano state utilizzate appunto da truppe "inglesi".
    Però la zona di Lucca, se non erro, era zona coperta dalle truppe americane.
    Questo è il problema da chiarire, non se fossero neozelandesi o australiani o sudafricani o......
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    18

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    La risposta dovrebbe essere semplice, capisco munizionamento per armi portatili che chiunque potrebbe aver utilizzato.
    Ma considerando che non è difficile trovare munizioni d'artiglieria sparate e inesplose di fabbricazione inglese, l'arcano misterero si svela cosi' : in zona Lucca e provincia limitrofa hanno operato truppe inglesi o Commewalth........

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    18

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    facendo una breve ricerca, su internet appare noto che da gennaio 45 a Lucca e dintorni le truppe Americane sono state sostituite da truppe Sudafricane, cosi' come in Garfagnana....
    Allora le tue informazioni sulla non presenza di soldati Sudafricani come la spieghi?
    Gli "inglesi" c'erano e sparavano di brutto

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    791

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    ipotesi tutte valide .
    rimane il fatto che la citta' di lucca intesa non e' stata coinvolta da scontri a fuoco di una certa rilevanza , sto' parlando della cerchia murata e della periferia .liberata il 5di settembre del '44 vide spostare il fronte verso la valle del serchio e la garfagnana .
    io i ritrovamenti li ho fatti a sud delle prime linee della gotica .
    gli alleati entrarono a Lucca ed incontrarono solo l'opposizione di piccole retroguardie tedesche .la formazione partigiana Bonacchi guido le prime truppe di colore verso la citta , esiste ancora un cippo sulle sponde del canale Ozzeri in localit' Pontetetto ha testimonianza dell'incontro , tutti i ponti erano stati fatti saltare . gli americani volevano cannoneggiare la citta' sapendola fortificata ..
    per nostra fortuna i prtigiani si offersero di fare da avanguardia .solo piccoli scontri con cecchini e con la retroguardia tedesca .
    la mia ipotesi : la zona dei ritrovamenti potrebbe essere stata sottopota ad attacco anche dai partigiani equipaggiati con materiale inglese .

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Ciao lucca, ti suggerirei, la prima volta che piove e non puoi andare a scavare, di consultare il locale ANPI od ISREC. Se sono organizzati come qui da noi dovrebbero avere elenchi del materiale ricevuto in vari modi dagli alleati, sia attraverso lanci (che però non mi pare siano avvenuti nelle tue zone) sia per consegna diretta. Potresti chiarire così definitivamente i tuoi dubbi, compreso anche chi possa aver combattuto in ogni zona.
    Mentre attraverso lanci arrivava qualsiasi materiale, sia USA che inglese ma anche italiano, per consegna diretta veniva fornito ciò che era in dotazione a quelle truppe alleate: e qui torna il problema, a me risulta che sul fronte tirrenico ci fossero essenzialmente statunitensi e quindi sarebbe strano che potessero aver fornito materiale inglese.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Esogene
    Una chicca, l'intaglio a meta' dell'impennaggio dovrebbe essere delle bombe da mortaio di fabbricazione South African
    Mi interessa questa tua opinione. Non è che per caso avresti anche un qualche testo o parte di esso dove è riportata? Perchè quassù a Venezia la notizia disgraziatamente non è ancora arrivata.
    Sarebbe una ventata di aria fresca! Non so se mi sono spiegato...
    Grazie anticipatamente
    Ciao
    ermanno

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    18

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Ha transitato da Lucca la 8^ Divisione Indiana ( al comando di Ufficiali Inglesi) C.te Magg Gen.Russel, che peraltro ha combattuto in Media Valle ( LU) dal 27 dic'44 a tuto il gennaio '45 .
    Anche i brasiliani della FEB ( presenti in zona) impiegarono artiglieria inglese.

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: identificazione proiettile Mortaio

    Non mi sono spiegato. Intendevo la faccenda dell'intaglio a metà* del governale.
    Grazie
    ermanno

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato