Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: identificazione proiettili 30-06

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di toffa90
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    verona
    Messaggi
    62

    identificazione proiettili 30-06

    Avrei bisogno di identificare questi proiettili, potrebbero essere riconducibili al periodo Vietnam? e a che armi erano in dotazione queste munizioni?...
    grazie in anticipo per le risposte =)
    Matteo



    Sui fondelli sono incisi questi marchi:



    Nel primo c’è inciso: 30-06 nny
    Secondo: un semicerchio con all’interno un punto di domanda e 30-06
    Terzo: F C 30-06 SPRG
    Quarto: NORMA 30-06
    I proiettili erano contenuti all’interno di questa busta che teoricamente veniva usata in Vietnam,
    era usato come pretesto per favorire la resa dei nemici vietnamiti che con quella bustina potevano presentarsi alle linee americane o sud vietnamite.


  2. #2
    Utente registrato L'avatar di toffa90
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    verona
    Messaggi
    62

    Re: identificazione proiettili 30-06

    cercando su internet ho trovato queste informazioni:
    "Venne usata dai fucili bolt-action Springfield M1903 e Enfield M1917, dal semiautomatico M1 Garand, dal fucile automatico BAR e da numerose mitragliatrici leggere, di squadra, medie o, nella prima guerra mondiale, pesanti quali Browning M1919 e simili. Fu impiegata dall'esercito americano in entrambe le guerre mondiali e nella guerra di Corea, e il suo ultimo uso in grandi quantità fu nella guerra del Vietnam."
    Però non fa nessun riferimento alle possibile armi che nel Vietnam usavano queste munizioni!.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554

    Re: identificazione proiettili 30-06

    Premesso che i bossoli in questione riportano tutti quanti marchi commerciali, è difficile che siano stati usati in Viet-Nam.

    Per quanto riguarda l'uso del 30.06 nel Sud-Est Asiatico si può tranquillamente affermare che è stato esteso e intenso, perchè non si pensi che siano stati utilizzati solo M16 e AK-47.

    L'area era stata sotto sotto dominio francese dagli anni '80 del XIX secolo fino al 1955, quindi di armi e munizioni provenienti dalla Francia (di tutte le epoche) era strapiena.

    Ci sono da aggiungere tutte le forniture di surplus USA alla Francia prima ed al Viet-Nam del Sud poi (quindi armi di armi in 30.06, 30 car. e 45 ACP a gò-gò).
    Per aumentare la confusione decine, più probabimente centinaia di migliaia di armi tedesche uscite dai depositi russi dove erano entrate come prede di guerra alla fine della II G.M.: MG34, K98 e MP40 erano in normale dotazione ai Vietcong come ai reparti regolari Vietnamiti.
    C'era inoltre armamento leggero di origine giapponese e olandese, proveniente dai depositi cinesi.

    Per finire, naturalmente, era presente tutta la panoplia di armamentario sovietico, dai Moisin-Nagant imperiali, agli allora modernissimi AKM, con le loro copie cinesi e nordcoreane.

    Quindi il 30.06, soprattutto nel primo ventennio di conflitto vietnamita (1945-65) l'ha fatta da padrone su ambedue i lati della barricata.

    Ciao
    Stefano
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di toffa90
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    verona
    Messaggi
    62

    Re: identificazione proiettili 30-06

    Citazione Originariamente Scritto da stecol
    Premesso che i bossoli in questione riportano tutti quanti marchi commerciali, è difficile che siano stati usati in Viet-Nam.

    Per quanto riguarda l'uso del 30.06 nel Sud-Est Asiatico si può tranquillamente affermare che è stato esteso e intenso, perchè non si pensi che siano stati utilizzati solo M16 e AK-47.

    L'area era stata sotto sotto dominio francese dagli anni '80 del XIX secolo fino al 1955, quindi di armi e munizioni provenienti dalla Francia (di tutte le epoche) era strapiena.

    Ci sono da aggiungere tutte le forniture di surplus USA alla Francia prima ed al Viet-Nam del Sud poi (quindi armi di armi in 30.06, 30 car. e 45 ACP a gò-gò).
    Per aumentare la confusione decine, più probabimente centinaia di migliaia di armi tedesche uscite dai depositi russi dove erano entrate come prede di guerra alla fine della II G.M.: MG34, K98 e MP40 erano in normale dotazione ai Vietcong come ai reparti regolari Vietnamiti.
    C'era inoltre armamento leggero di origine giapponese e olandese, proveniente dai depositi cinesi.

    Per finire, naturalmente, era presente tutta la panoplia di armamentario sovietico, dai Moisin-Nagant imperiali, agli allora modernissimi AKM, con le loro copie cinesi e nordcoreane.

    Quindi il 30.06, soprattutto nel primo ventennio di conflitto vietnamita (1945-65) l'ha fatta da padrone su ambedue i lati della barricata.

    Ciao
    Stefano
    Grazie mille della spiegazione completa ed esauriente
    Matteo

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    pistoia
    Messaggi
    191

    Re: identificazione proiettili 30-06

    Sì, il .30-06 Springfield è stato diffusamente utilizzato anche in Vietnam con il Garand e mitragliatrici, però i bossoli che hai inserito in foto hanno tutti il fondello con marchi di produzione civile utilizzati per la caccia di ungulati.
    FUOCO A VOLONTA'

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Italien
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Genova e Massa Carrara
    Messaggi
    4,855

    Re: identificazione proiettili 30-06

    Citazione Originariamente Scritto da sniper
    Sì, il .30-06 Springfield è stato diffusamente utilizzato anche in Vietnam con il Garand e mitragliatrici, però i bossoli che hai inserito in foto hanno tutti il fondello con marchi di produzione civile utilizzati per la caccia di ungulati.
    Infatti: nessuno di questi è militare.
    Se non vado errato (l'ho incontrato solo una volta, anni fa) il marchio "strano" dovrebbe essere Coreano (o qlc del genere).
    LA MIA PAGINA "FORTIFICATA" SU FACEBOOK©: http://www.facebook.com/pages/Italien/323925510817

    Nel mezzo del cammin di questa vita, mostrassi alfin la truce metà oscura...
    ché la pazienza mia era finita, e lo baston calassi su ogne testa dura.


    Fatti non fummo, a viver come inermi... bensì pello inimico, far divorar dai vermi.


Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato