Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 60

Discussione: Il casco da carrista US ACH1938

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di soldatidiplastica
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Bologna
    Messaggi
    855
    Contribuisco mettendo in fila tre M38 WWII di tre fabbricanti diversi per apprezzare le piccole differenze tra le tre ditte che producevano gli M38 americani.
    Da Sinistra verso destra:
    SEARS SADDLERY COMPANY, RAWLINGS MANUFACTURING CORPORATION, WILSON ATHLETICS GOODS MANUFACTURING COMPANY.
    La costruzione è identica ma mentre il primo e il terzo si assomigliano molto, il Rawlings, il più comune fra i tre, differisce per il cinghietto
    cupolare più stretto e il bordo più basso che circonda il casco, piccole differenze anche tra i colori.

    WP_20150705_18_17_42_Pro.jpg WP_20150705_18_17_47_Pro.jpg WP_20150705_18_18_09_Pro.jpg WP_20150705_18_20_20_Pro.jpg WP_20150705_18_20_51_Pro.jpg

    WP_20150705_18_19_26_Pro.jpg WP_20150705_18_19_38_Pro.jpg WP_20150705_18_19_56_Pro.jpg

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di soldatidiplastica
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Bologna
    Messaggi
    855
    Mi rendo conto che non ho interpretato bene il titolo del topic.

    Purtroppo non ho un Tanker fabbricato in Italia, che possa essere messo a confronto con i tre USA che ho postato;
    Inoltre giusto per completezza d'informazione, esiste un ulteriore fabbricante del Tanker's helmet USA:

    A.G. SPALDING & BROS.

    Sfortunatamente non dispongo di un casco di questa marca.

    Spero possa comunque essere utile e nel caso chiedo al moderatore di spostare dove meglio crede.

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    233
    I miei due M52 ( dovrebbe essere il nome ufficiale del modello italiano) nuovi di magazzino. Credo siano stati prodotti da due produttori diversi ,il primo è marcato con la taglia 3 ha una vernice liscia più scura il secondo ha una vernice ruvida di un tono differente ,marcato 55-56.Il secondo sembra avere una cupola più tondeggiante e una diversa posizione del bottone a pressione femmina delle falde laterali ma forse dovuto alla taglia.
    560041_127536104044128_33867686_n.jpg
    526164_127537070710698_818400528_n (1).jpg

  4. #34
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,360
    Dove hai trovato la classificazione M.52 per il casco italiano? Paolo M

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    233
    Ora non sono a casa per controllare esattamente la pagina e il volume ma era scritto su Struttura uniformi e distintivi dell'esercito italiano 1946-1970 edito dall'ufficio storico dello SME. Se non ricordo male classificava anche come M50 il casco da motociclista che era la versione post guerra dell casco da carrista.

  6. #36
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,360
    Quando potrete, verificate su testi ufficiali queste date che avete trovato. Sarebbe una novita'. PaoloM

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    233
    Confermo la classificazione Mod.50 casco in fibra vulcanizzata, derivato dal precedente Mod. 32 in uso ai motociclisti fino al 1968 e ai carristi fino al 1952. Sostituito dal Mod.52 casco in fibra vulcanizzata. Di entrambi i modelli ci sono tavole,foto e descrizione inoltre c'è un disegno con un Mod.52 fornito dall'Italia ai somali durante il nostro protettorato ,usato come casco da motociclista.
    Del Mod.50 nei volumi c'è anche una foto in cui si vede che era usato anche per i lanci ma questo non sembrava essere un uso "ufficiale"del casco.

  8. #38
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,360
    Quindi ricapitolando per maggior chiarezza, il casco in cuoio nero dei carristi italiani, gia' Mod.1932, e' divenuto Mod. 1950.
    Mentre la versione italiana dell'ACH M.38 americano e' il Mod.52. Esatto ?. PaoloM

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    233
    Si esatto ed entrambi hanno la definizione casco in fibra vulcanizzata.

  10. #40
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,303
    il casco in cuoio nero dei carristi italiani, gia' Mod.1932, e' divenuto Mod. 1950.
    Dicitura esatta: Questo particolare copricapo, derivato dal casco per carristi e motociclisti mod. 1932, rimase in dotazione ai carristi fino al 1952 ed ai motociclisti dell'Esercito fino al 1968
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato